none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
di Andrea Paganelli
none_a
PRESENTAZIONE DI Antonio Giuseppe Campo (per studenti e lavoratori fuori sede)
none_a
IL SEGRETARIO DE LLA SEZIONE DI SAN GI ULIANO TERME
none_a
Di Andrea Paganelli
none_a
IMMAGINA San Giuliano Terme
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
SAN GIULIANO
Comitato acquedotto: no alla tangenziale di nord est, distrugge la campagna

18/1/2011 - 6:36

Il Comitato per l'acquedotto attacca di nuovo la tangenziale di nord est che dovrebbe collegare l'ospedale di Cisanello con Madonna dell'Acqua.

 


SAN GIULIANO Con alcuni aggiustamenti e spostamenti di piccoli tratti di strada può essere risolto in modo più opportuno il problema locale della viabilità. E' progettata malissimo, piena di curve e girigogoli incomprensibili, con 12 rotonde che con i propri monconi a raggiera già disegnati preannunciano altre strade.  Sale molto a Nord per tornare a Sud tagliando Via Puccini e correndo per un lungo tratto parallelamente ai Condotti. Taglia strade di campagna a non finire, isola case e poderi, chiude fossi e canali. Basta seguirne con attenzione il tracciato.

L'incertezza delle 2 e delle 4 corsie dimostra che non è ancora chiaro il ruolo di questa strada, ma va fatta! Quello che è chiaro è che deve essere costruita, e basta! Presentata in fretta e furia, poco discussa pubblicamente. Presentata già pronta tutto studiato tutto previsto, i cittadini devono solo prenderne atto.

Siamo agli sgoccioli: l'attacco sistematico, speculativo, al territorio ha raggiunto dimensioni non più sopportabili, sia per l'ambiente naturale che per la popolazione. I comuni per far cassa, in primis devono provvedere a ridurre le proprie spese di gestione, poi utilizzare meglio i NOSTRI BENI PUBBLICI coinvolgendo con chiarezza gruppi di cittadini, nel cercar di superare l'attuale momento critico. Salveremo insieme all'Acquedotto Mediceo, la sana agricoltura ed il paesaggio storico.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

22/1/2011 - 20:29

AUTORE:
Un uomo

La tangenziale non servirà a niente e distruggerà il territorio, creando un degrado ancora maggiore per quanto riguarda l'acquedotto. Sono contento che finalmente qualcuno si sia svegliato.

22/1/2011 - 13:51

AUTORE:
Carlo M

Cosa sento? Fare una tangenziale, spendere oltre 60 milioni per 3 gatti che abitano a Madonna dell'acqua?O quando l'ospedale era al santa chiara nessuno ha fatto nuove strade per coloro che abitano a cascina o a calci, eppure non ci sono stati problemi nonostante non si trattasse di 2000 persone come in questo caso ma di oltre 40000!
Spendiamo i 60 milioni nella sanità o nel trasporto pubblico che già subiscono danni a causa dei tagli, basta fare vie che non si è in grado di mantenere e che non servono se non a 3 gatti , se uno si sente male esiste l'ambulanza che da madonna dell'acqua all'ospedale impiega pochissimi minuti!La strada è una scusa per chi vuole far le corse con i propri macchinoni ai danni di chi purtroppo la patente non ce l'ha e deve usare l'autobus!

21/1/2011 - 18:33

AUTORE:
Io sò, che tu sai che io sò

Sino all'altro ieri, l'acquedotto Mediceo non interessava a nessuno, basti vedere in che stato è ridotto: Archi che crollano o già crollati, pezzi mancanti, derubato di fregi, capitelli e vasche. Aggredito da vegetazione infestante e da alberi ormai adulti e maggiorenni se non addirittura in età matura. Sostenuto da incastellature in ferro che fanno già parte dell'antiquariato edile e pertanto, penso, vincolate dalle belle arti. Tutto questo sino a quando è stato messo nero su bianco, per la realizzazione della tangenziale Nord- Est. Ecco che allora, i signori del NO a tutto, si sono svegliati e non sapendo cosa argomentare per essere contro anche a questo atto di civile evoluzione, si attaccano alla salvaguardia del manufatto Mediceo.
Ma dove eravate prima? Eppure non dovete essere più dei ragazzini che vedono per la prima volta l'acquedotto. Certe posizioni potevate premderle in tempi meno sospetti. Temo invece che gli interessi siano diversi e che non si voglia la tangenziale per altri motivi. Spero di no! Mi auguro si faccia al più presto per dare un senso civile a questa parte del territorio trascurato e lasciato a se stesso.
Pensate ad uno che abita a Madonna dell'acqua e che deve recarsi all'Ospedale di Cisanello, che disterà si e no 4 Km, quanta strada deve fare! quello non é inquinamento in più? Provate a fare in autobus la stessa strada e guardate quanto ci vuole: circa mezza giornata. Ben vengano strade che agevolano il traffico, che accorciano le distanze, che diano a chiunque la possibilità di raggiungere ogni luogo in breve tempo senza inquinare più del dovuto e che regolarizzino il traffico sul territorio, per un'equa ripartizione dei servizi e oneri tra tutti.

20/1/2011 - 21:23

AUTORE:
Gabriella

è vero finchè governa berlusconi sarà cosi, motivo in più per investire nel trasporto pubblico i soldi della tangenziale...Altrimenti ti immagini già lui taglia, noi non facciamo niente :S

20/1/2011 - 17:04

AUTORE:
Franco

Cari commentatori,
finchè ci governerà Berlusconi scordatevi l'incremento del Trasposto Pubblico... Anzi aspettatevi una riduzione delle corse come purtroppo sta accadendo...

20/1/2011 - 12:09

AUTORE:
Roger Mortimer

La Tangenziale serve (?!) a Pisa, che sia fatta entro i territori di questo comune. Basta, già vi si è concesso Praticelli e il vialone del Cnr!San Giuliano è e deve restare (e ci sarebbero da migliorare molte cose) un comune a vocazione agricola e turistica dove emergono Acquedotto mediceo, Terme, ambiente (castellare). Se non vi và bene andate altrove tipo a Cascina o a Livorno in mezzo ai capannoni ed allo smog.

19/1/2011 - 22:37

AUTORE:
Gabriella

Il nostro territorio è bello sia da un punto di vista ambientale, sia da un punto di vista storico-monumentale. Un connubio raro, che molti ci invidiano, dunque perchè rovinare tutto?
Non sò se il signor Tazio ha mai lavorato in fabbrica visto che parla di lavoratori, personalmente si e sono una donna. Per 5 anni ed è stata dura ed avrei preferito uscire dal mio capannone e vedere un giardino, alberi, monumenti piuttosto che vedere solo grigio, fumo ed auto. Appunto auto che ogni giorno dovevo prendere perchè non vi erano altri mezzi disponibili (autobus) che portavano ad Ospedaletto. Alle 18 dopo 9 ore di lavoro vero mi toccava prendere l'auto ed ingolfarmi nel traffico anche per 2 ore. Facciamo altre strade forza, altre strade che ingolfano la città, su 8 corsie, poi voglio vedere dove vanno a finire tutte quelle auto. E' possibile che nel 2011 non si sia ancora capito (solo noi italiani) che è ora di farla finita di usare le macchine?Ma poi servisse a qualcosa quella strada, serve solo a portare nuove auto ed a permettere a pochi di rendere edificabili i propri terreni ed ad altri di costruirvi. Ci vogliono autobus e navette elettriche o a metano. E bisogna tenerci stretti i nostri campi, alberi e monumenti!

19/1/2011 - 17:34

AUTORE:
Enrico b

sostiene la tangenziale a motivare la risposta, questo è l'ennesimo articolo se non erro ed ogni volta qualcuno blatera a favore di quella strada: che motivi la risposta se ha argomentazioni in proposito.
Come sicuramente avranno già fatto altri, io affermo essere molto più logico investire nei traporti pubblici, settore già abbastanza danneggiato dai tagli e che rappresenta l'unica soluzione a lunga scadenza al problema del traffico.
La tangenziale è costosa e si saturerà non appena avranno edificato tutti i terreni circostanti e quindi ecco ne servirà un'altra. Per non parlare del percorso e della fine che ha: pensare di farla sfociare a Ghezzano in via Cisanello, assurdo.

19/1/2011 - 16:58

AUTORE:
Malcom X

La gente come te rappresenta il declino socio - culturale di questo mondo.

18/1/2011 - 19:11

AUTORE:
tazio nuvolari

Caro Matusalemme,
ti ringrazio per la risposta simpatica ma resto convinto della necessita e della bonta di realizzare la tangenziale a quattro corsie per rendere Pisa degna del suo nome. non si puo bloccare tutto per un acquedotto che cade a pezzi e non e mai statto sistemato e per qualche contadino. la tangenziale e necessaria per i lavoratori in primo luogo!

18/1/2011 - 15:39

AUTORE:
Matusa...lemme

Basta per favore con le strade !!!
Basta con le macchine, con i camion, con i parcheggi.
O Tazio ma non ti sei stufato di perdere ore e ore nell'abitacolo della tua auto, in coda, fermo ai semafori, incazzato per non trovare un parcheggio, pronto a discutere per una precedenza, a mandare a quel paese qualche donnetta inesperta o qualche vecchio a cui hanno rinnovato (secondo te ingiustamnete) la patente!?
Ma non ce l'hai una bella bicicletta che fa tanto bene alla salute, che rilassa, che fa fare buoni pensieri invece di queste cavolate che sicuramnete ti sono venute guidando il tuo SUV.
Rileggiti il comunicato e pensa a quel povero contadino che da quando era vivo sua padre prendeva lo stradone ed andava nel campo ed ora invece deve fare la rotonda e poi immettersi sulla strada da cui poi deve rientrare nel suo stradone.
Ora sei uno che va veloce, fra qualche anno capirai.

18/1/2011 - 9:28

AUTORE:
Tazio Nuvolari

Io mi auguro di tutto cuore che questo comitato non sia ascoltato da nessuno e finalmente si abbia una tangenziale a quattro corsie come auspicato da un ordine del giorno congiunto PD, PSI e IDV. Basta con lìambientalismo estremista.