none_o


L'articolo di oggi non poteva non far riferimento alla festa del SS. Crocifisso che Pontasserchio si appresta a celebrare, il 28 aprile.Da quella ricorrenza è nata la Fiera del 28, che poi da diversi anni si è trasformata in Agrifiera, pronta ad essere inaugurata il 19 aprile per aprire i battenti sabato 20.La vicenda che viene narrata, con il riferimento al miracolo del SS. Crocifisso, riguarda la diatriba sorta tra parroci per il possesso di una campana alla fine del '700, originata dalla "dismissione" delle due vecchie chiese di Vecchializia. 

. . . quanto ad essere informato, sicuramente lo sono .....
Lei non è "abbastanzina informato" si informi chi .....
. . . è che Macron vuole Lagarde a capo della commissione .....
"250 giorni dall’apertura del Giubileo 2025: le .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
VECCHIANO
Rinnovamento: una casa del Comune a una famiglia di extracomunitari

15/3/2011 - 7:20

INTERVENTO
Al Sindaco del Comune di Vecchiano

Interrogazione in conformità all'articolo 14 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale con richiesta di risposta scritta

 

,I sottoscritti consiglieri comunali della lista Rinnovamento, in relazione alle voci secondo le quali una famiglia di extracomunitari utilizza un immobile di proprietà comunale nella zona dell'ex campo sportivo di Vecchiano. Pur capendo i motivi umanitari, si rivolgono alla S.V., per conoscere :

-- se corrisponde a verità quanto surriportato. -- in caso positivo chiedono di conoscere chi ha consentito l'occupazione dell'immobile comunale, e cosa l'amministrazione comunale abbia fatto sinora.

 

-- se è a conoscenza che vi sono decine di famiglie italiane che non hanno un alloggio, e che si trovano in stato di bisogno, e che senz'altro avrebbero avuto un diritto uguale o maggiore.-- chi paga l'energia elettrica, l'acqua ed il gas, e chi ha consentito tali allacci in un immobile che non era destinato ad abitazione.

 

-- se corrisponde al vero che tale famiglia chiede l'assegnazione di un alloggio popolare cosi come sembra (voci di popolo) sia avvenuto per i propri genitori ed il fratello, che hanno avuto, si dice, l'alloggio popolare. A tal proposito si chiede una esaustiva risposta.-- se vi sono, o vi sono stati, altri casi analoghi a questo nel territorio comunale, e come sono stati risolti. Nell'attesa di una urgente risposta,Pisa li 14 marzo 2011

Rinnovamento

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

17/3/2011 - 15:34

AUTORE:
cittadino stanco

La legge é uguale per tutti, se l'immobile é stato occupato illegalmente, deve essere sgombrato con le procedure previste dalla legge indipendentemente dalla nazionalità degli occupanti.
L'amministrazione comunale in questo modo alimenta il razzismo e soprattutto il razzismo al contrario poichè certe persone possono permettersi di tutto e altre no.
I vecchianesi dovrebbero valutare questo comportamento, l'amministrazione invece d'agire secondo i principi ndi legge, continua a favorire certe persone (da sottolineare non nel rispetto della legge) ma tollerando l'illegalità in cui vivono con comportamenti non consentiti agli altri abitanti.
Io trovo esilerante questo modo di fare politica, non rispettando le norme giuridiche e soprattutto i cittadini più bisognosi del comune, che non trovano sostegno e aiuto nei propri rappresentanti, anzi favoriscono la guerra fra poveri.

16/3/2011 - 12:58

AUTORE:
O signora!!

Bravo Rinnovamento!
finalmente si mette in piazza ciò che gli altri intendono nascondere... il mancato rispetto delle norme Italiane.
Il Comune, cara signora Martina è un'ente pubblico e funziona secondo le leggi dello Stato Italiano e non è la fatebenefratelli come Lei erroneamente ritiene...
Qui non si parla di cittadinanza, o di astrusi discorsi lessicali (i suoi?) ma del rispetto delle leggi e dei regolamenti.
L'immobile è stato assegnato? se si allora devono essere utilizzate certe norme di trasparenza e le decisioni Comunali devono essere rese pubbliche, se invece è stato occupato abusivamente allora il Comune deve agire sempre nel rispetto delle Leggi...

16/3/2011 - 8:55

AUTORE:
Oracolo Glocale

Ma chi sono i veri Italiani!?

Ma...unni vedi, 'ome son piccininini l'isolani e...e Friolani paion tedeschi e..e Bergamaschi? vando parlin fra loro unsi 'apisce una sega.

Conunque (come diino a Vecchiano) 'mBocca di Serchio ar rmare ci dovrebbino 'ndà solo e Vecchianesi.
Vagnelo a dì te ar Sindao di San Giuliano Terme se lui famillia e conoscenti um pole 'nda di là" passando "di và": cor rtrattato di "Scenghe" si pole 'ndà ntutt'Europa e uno perchè un'è di vì , um pole 'nà di là..
Gnamo via!!! tra o fra quarche anno anco e Livornesi e Lucchesi doventeranno Pisani 'ome noi: 'nte la pillià Leo; tutto rmondo gliè paese.

'Rmi nonno diceva: Io li rimanderei a casa sua a lavorà la su tera!
Purtroppo: la su tera glie rena e le su 'ase glien baracche! Vacci lei sig. Leo 'nAffria a nnacquà rgranturco 'ngiorno si e uno no e pè: come m'ha raccontato un Marocchino vest'anno ar mare, quando la pannocchia der rgrantorco gliè matura, ariva un branchetto di babbuini colle mano guasi 'ome le nostre, staccano le pannocchie, se ne mettano duo/ttre sotto rbraccio e se le fanno a mangià 'nsull'arbero e..noi Affriani si sbaiffa dalla fame!

'Nconcrusione bisonnierebbe prova per crede e..speriamo che 'nGiappone sii fenita li: 'nsennò...

15/3/2011 - 19:12

AUTORE:
Leo

Lei può esilarare quanto vuole e può anche esalare, ma il suo buonismo è fuori moda. Le chiedo: in Italia i cittadini italiani hanno o non hanno qualche diritto che non viene riconosciuto agli stranieri? Come il diritto di voto, il diritto di cittadinanza ecc .... Mi sembra che Lei voglia riconoscere agli estracomunitari anche il diritto di rubare o di strupare (sto esagerando). Signora siamo alla ricorrenza del 150esimo anniversario dell'unità d'Italia e nessuno, che non fosse italiano, mosse un dito perchè questa unità avvenisse. Sono per la solidarietà e l'aiuto ai bisognosi, ma prima degli altri ho il dovere di tutelare i bisognosi italiani. E se a Lei stanno a cuore prima i bisognosi estracomunitari dei bisognosi italiani, il giorno 17 Marzo stia tappata in casa e non venga a festeggiare.

15/3/2011 - 11:56

AUTORE:
Martina Battaglia

Innanzitutto, la vostra interrogazione è incomprensibile, linguisticamente parlando intendo, ma la qualità linguistica rispecchia forse quella morale.Mi chiedevo, comunque, qual è il motivo e la natura della vostra richiesta. E' un problema di legalità, ovvero un'occupazione illegittima, in quanto occupazione, di uno stabile di un ente comunale? o è un problema di nazionalità degli occupanti? Se gli occupanti fossero stati italiani potevate chiudere un occhio? E poi non ho capito, un immigrato non può occupare però secondo voi non può neanche chiedere un alloggio popolare perché prima ci sono "gl'italiani" in lista, quindi evinco che per voi, l'unica soluzione è che se ne tornino a casa loro, sempre però comprendendo le "ragioni umanitarie". Trovo il vostro intervento di una coerenza logico- politica davvero esilarante.