none_o

Gioia e picconate, abbracci e idranti, sbarre che si alzano e fiumane di vessati che sfociano nella libertà, l'euforico stordimento prodotto dall'onda d'urto del treno della Storia quando passa sferragliando e fischiando così sonoramente da rendere impossibile non accorgersene: la notte della caduta del Muro di Berlino, 30 anni fa, fu tutto questo e definirla 'storica' è quasi riduttivo. Era il 9 novembre del 1989. ..

Circolo ARCI Migliarino
none_a
Sezione Soci Coop Valdiserchio-Versilia
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Nella primavera del 2008 Rifondazione comunista, Partito .....
L’attuale deriva della crisi di sistema paese, .....
. . . . . . . . . . . ha avuto un enorme potenziale .....
Faccio ammenda volevo scrivere Cascina , ma non mi .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Cosa fare per evitare i fastidi causati dall'acaro autunnale
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
Enti di Promozione Sportiva
none_a
Val di Serchio
none_a
Val di Serchio
none_a
Cs campionato petanque
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
"Così a Dio piacque,
l'uovo da cielo cadde
e la gallina nacque!"
 0
Sono disponibili 15938 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]  ...  [638] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: A Francesco T. del 17/10/2019 - 16:14
Caro It/Eu
AUTORE: Francesco T.
email: -

17/10/2019 - 20:10

Non so se ha capito che adesso c'è un altro governo, che proprio ieri a varato il Def. Quota 100, rimasta, quindi ora è anche una somma giallorossa, è una norma, come lo è opzione Donna ,per andare in pensione saltando la legge Fornero e, ribadisco per la 3° volta, servono due requisiti di base.
Altrimenti si continua a lavorare. Chiedo anche a lei, quanti anni dovrebbe lavorare una persona prima di accedere alla pensione ? Lo sa,si , che oggi si va col sistema contributivo e non con il retributivo, come ci sono andati tanti che oggi starnazzano sulle pensioni degli altri ?
Lei che guarda oltre le Alpi, sa che in Germania andranno in pensione a 67 anni...si ma dal 2030 però. Noi ci siamo messi avanti, con tanti saluti a chi dovrà lavorare una vita con una pensione che, se va bene, sarà il 60 % della retribuzione. Ci pensi, quando vede le opportunità per i giovani.
----------------  RISPONDI





In risposta a: sarei curioso di sapere del 16/10/2019 - 19:47
A Francesco T.
AUTORE: Italiano-Europeo
email: -

17/10/2019 - 16:14

Scrive il Sig. Francesco:
“E non è colpa di Quota 100 se tanti lavoratori non hanno i requisiti, l' eventuale responsabilità sarà propria o di datori di lavoro mendaci……”

Egr Francesco, Quota 100 è il risultato, e il risultato di una addizione la si ottiene dalla somma degli addendi: come dire….Giallo + Verde = Quota 100.
Le responsabilità sono politiche, e molto ben pensate per garantire a coloro che l’hanno proposta un certo sostegno elettorale, così come la flat tax per tutti era per una certa destra, o il reddito di cittadinanza per abolire la povertà, per una certa sinistra. Poi i conti non tornarono e allora….eccoci qua!
Sono da sempre per una Europa Unita, e qui sto benissimo, mentre i proponenti Quota 100 hanno espresso qualche perplessità per la moneta unica, e l’Europa Unita.
Ho quindi la sensazione che sia Lei ad avere qualche difficoltà ad attraversare le Alpi ed affrontare le molte innovazioni che L’Europa cerca di offrirci o che offrirà ai nostri giovani.
----------------  RISPONDI





In risposta a: La verità ti fa male......; lo so. del 16/10/2019 - 20:06
Già
AUTORE: Francesco T.
email: -

17/10/2019 - 0:22

La verità fa male a chi si nasconde.
Poi, forse, trova un po' di coraggio
e parla a vanvera. L' inflazione sul dl/66 non c'entra nulla, adesso, a seconda delle retribuzioni, gli euro sono 66. Brutta bestia pensare di saper tutto e intervenire su tutto, anche quello che si ignora.
----------------  RISPONDI





In risposta a: sarei curioso di sapere del 16/10/2019 - 19:47
La verità ti fa male......; lo so.
AUTORE: BdB
email: -

16/10/2019 - 20:06

Scrive il sig. Francesco T:
Sa benissimo anche lei che gli 80 euro, tra l'altro adesso sono meno.

No! ora sono 81, l'inflazione è al minimo ma un gocciolino persiste.
Quindi al mi figliolo vengono tagliate tasse per 972 euro spiccioli ogni anno ed è la cosiddetta mancia elettorale Renzi, l'altro Matteo l'ha lasciata e non si è azzardato a ri/farmi pagare la tassa sulla MIA casa fatta con sudore e sangue negli anni /70.

Poi Francesco T scrive: so però che l' Istat ad agosto scorso ha certificato il dato dei disoccupati al 9,5 % in calo e ai minimi dal 2011.

Ma, non sarà mia (mica) merito dell'odiato "giobatte" fatto dal governo Renzi Matteo/Alfano Angelino!?

Poi c'era l'APE social e la flaxtas estesa già ad 850.000 aventi diritto a quella misura, così come la riduzione di permanenza sul lavoro per lavori usuranti già in atto con i governi precedenti e già che ci sono dico: provate a proporre quota 100 a Bruno Vespa, Giancarlo Magalli, Renzo Piano, Tronchetti Provera (quest'ultimo guadagna 1850 ero l'ora, anche quando dorme) come disse il Tolaini!
----------------  RISPONDI





In risposta a: A Francesco T. del 16/10/2019 - 13:30
sarei curioso di sapere
AUTORE: Francesco T.
email: -

16/10/2019 - 19:47

Sarei curioso di sapere dove ha vissuto, lei, con le sue granitiche certezze e saccenze varie.
Vede, posso essere imbarazzante, nessun problema, però nella mia risposta alla sig. Amadesi ho fatto degli esempi, veri, se vuole possiamo metterci di buona lena e farne altri. Sa benissimo anche lei che gli 80 euro, tra l'altro adesso sono meno, non hanno risolto, lo ripeto, granchè. Possiamo trovare tante persone daccordo e tante altre contrarie, basta girare, ecco perche chiedevo dove ha vissuto.
E non è colpa di Quota 100 se tanti lavoratori non hanno i requisiti, l' eventuale responsabilità sarà propria o di datori di lavoro mendaci. Così come la norma non è in esclusiva per...ripeto, servono 62 anni e 38 di contributi e si può andare, certo non è obbligatorio, quindi. Sinceramente se ci sia stato turn over non lo so, so però che l' Istat ad agosto scorso ha certificato il dato dei disoccupati al 9,5 % in calo e ai minimi dal 2011.
In conclusione la rassicuro, MR non è un mio incubo, tranquillo. La manovra a cui alludevo, targata MR, era riferita agli 80 euro, certo non a quella attuale.
Mi stia bene, e giri un po' il mondo, va bene anche la nostra Italietta, non potrà che farle bene.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Renzi immenso uomo politico del 16/10/2019 - 16:04
Alla grazia di Lucia Annunziata al maschile...
AUTORE: Bruno della Baldinacca (alias Bruno Baglini)
email: -

16/10/2019 - 17:47

...abitante sempre a MdA.
La sig.ra. Lucia ebbe a dire all'ex ministro degli affari interni: ma cosa ci vè a ffa a rischià di fatti marzagra da Renzi (come poi è avvenuto).
Lui cià ir 4 e te ir 4 collo zero ghietro, uncindà deretta!
Ecco non sapere come funzionano le regole democratiche porta a dire queste baggianatelle; il 4 non può "pareggiare" con il 40.
Intanto un de' due Mattei governa e l'altro? soppone! hai voglia di be' ova!

Umberto Bossi era il solo eletto in tutta Italia e dopo fu quello che su richiesta di D'Alema, dette barta al governo Berlusconi/Bossi. Poi venne Dini...come venne Monti dopo il solito capriolo del governo Belusconi- Salvini- Meloni e la gente gira....

La DC dette i voti a Giovanni Spadolini che deteneva il 2,5% di voti degli Italiani e divenne PdC.

Matteo Renzi ha vinto e perso come NON succede dove i dittatori sono al potere perpetuo e sono più che convinto che passata questa ondata bugiarda ed ignorante, poi saranno Meloni e l'altro Matteo con la loro richiesta di elezione diretta del PdR a portare il vostro odiato (per niente) sul colle più in alto di Roma.
Scommettiamo!?

Auguri di pronta guarigione a Matteo Salvini (senza un minimo di ironia)
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Renzi immenso uomo politico
AUTORE: Riccardo Maini sempre residente a MdA
email: -

16/10/2019 - 16:04

La mia personale antipatia nei confronti del sen. Renzi è risaputa e sicuramente è insignificante, ma, per quanto può valere, mi piace puntualizzare che dopo il suo intervento a Porta a Porta di ieri sera, questo mio sentimento si è duplicato, anzi triplicato. La negativa sensazione che ho provato nel sentirlo parlare è stata quella del “pierino” della classe, del “ciccio bello” presuntuoso che alza sempre la mano per farsi notare dalla maestra e che non permette al compagno meno preparato di scopiazzare qualche dato. Un antipatico compagno di banco e di giochi che nessun bambino intelligente vorrebbe avere.
Ho seguito con la massima attenzione tutto il dibattito e quello che è rimasto impresso nella mia modestissima mente sono solo le parole del sen. Salvini : “io rozzo barbaro ancora oggi posso vantare, ovviamente per quel che può contare, su un 33% di consensi a mio favore, tu uomo acculturato, ma presuntuoso ed arrogante, navighi ad un insignificante 4,3%”. Tradotto nello slang, gergo paesano del mio amico B.B. “sei una cagatina di mosca su di uno specchio che con un kleenex imbevuto di sputo di posso eliminare”.
Ieri sera ho capito, sempre con la mia mediocre capacità intellettiva, quanto grande sia stato il sollievo del Partito Democratico nell'essersi tolto dai sacri bronzi il sen. Renzi. Purtroppo il boy scout fiorentino stringe le parti basse del PD dei Cinque Stelle e dell'insignificante LeU e fino a quando non saranno distribuite le 400 poltrone nelle società pubbliche che tra breve si renderanno vaganti, saranno alla mercè del pinocchietto fiorentino.
Evitiamo di essere ipocriti, questa è la triste realtà che gran parte dei giornalisti di tutte le testate hanno reso palese e serenamente rivelato.
Il Sole 24 Ore scrive che ci sono in ballo 70 poltrone da assegnare a breve in una decina di società i cui vertici sono già scaduti, mentre l'anno prossimo ci saranno più di 300 caselle da spartire in una sessantina di società tra le controllate dirette del ministero dell'Economia e le aziende controllate indirettamente. Il quotidiano finanziario riporta: “scadono nella prossima primavera e quindi saranno da nominare i vertici delle società pubbliche più importanti Eni, Enel, Leonardo e Poste, Terna, Enav, tutte quotate in borsa”, ed ovviamente Renzi vorrà mettere i propri paggetti sul maggior numero possibile di poltrone, sempre e solo pensando al bene degli italiani.
Sinceramente mi auguro che il sen. Renzi, eccezionale politico che ha portato prima al 40% e poi al 18% il Partito Democratico continui in questa sua arrogante e presuntuosa operazione disgregatrice della sinistra che ha iniziato creando Italia Viva.
Dire liberamente quello che penso non mi crea alcun imbarazzo o timore, disponibile a ricevere tutte le invettive possibili, e a quei mediocri personaggi che criticano in maniera becera rimanendo nell'anonimato, come sempre, invio il mio più rispettoso saluto e dico loro con il massimo ossequio possibile “ ma non vi sentite un po' vigliacchi nel rimanere nel vostro stupido anonimato?”.
A quale categoria dell'umanità di Leonardo Sciascia vi sentite di appartenere ? Non certo a quella degli uomini o mezz' uomini, a voi la scelta rimanente.
Con immenso rispetto e enorme ammirazione.
----------------  RISPONDI





In risposta a: permetta una domanda del 15/10/2019 - 23:21
A Francesco T.
AUTORE: italiano vissuto
email: -

16/10/2019 - 13:30

Scrive Francesco: “ i famosi 80 euro, anche questo provvedimento costa alle casse dello stato poco più di 9 miliardi annui senza risolvere granché.”

Francesco, le sue certezze sono imbarazzanti. Ha mai provato a sentire ciascuno dei 10 milioni di italiani che hanno ricevuto gli 80 € se sono stati utili a risolvere? (80€ x 12 o13 mensilità = 1000€)

Scrive Francesco. ”Almeno Quota 100, per averla, ha bisogno di requisiti validi, 62 anni e 38 anni ( minimo)di anzianità lavorativa”

Conosco tanti lavoratori che hanno più di 60 anni e che non hanno tutti i contributi pensionistici versati o periodi di disoccupazione ecc. e quota 100 se la devono scordare. Molti di questi lavoratori hanno lottato per ricercare nuovi lavori, alcuni dei quali usuranti, o sottopagati, o part time ecc. In verità Francesco ha una parte di ragione… quota 100 è una norma pensionistica di breve durata in esclusiva a chi già percepiva un reddito ininterrotto, essendo lavoratori garantiti o dallo Stato o dalle grandi aziende private. Mentre il turn over alla pari non c’è stato, e la disoccupazione resta sempre alta.

Scrive Francesco: “Non la sento indignarsi, sarà mica perché la manovra è targata MR” ?

MR è ormai l’incubo dei sogni notturni dei nuovi alleati o dei suoi oppositori. Le critiche a MR sono mistificatorie, si fanno critiche al nuovo MR di Italia Viva senza alcun riscontro oggettivo, solo opinioni dei soliti opinion maker nei soliti dibattiti tv, quasi sempre senza contraddittorio.

Come scrive Francesco: “la manovra economica è targata MR”.

Ma in parlamento e nel governo la maggioranza è dei M5S e in parte del PD, ma per Francesco la manovra l’ha imposta MR. Suvvia Francesco…ridiamoci sopra.
MR ha le idee chiare e obiettivi ambiziosi, l’altro…M(S) ieri si è avvalso, da B. Vespa esclusivamente del consenso elettorale e dei sondaggi politici. MR per ora non partecipa alle competizioni elettorali, per ora ha assicurato all’altro M(S) l’opposizione parlamentare.
----------------  RISPONDI





In risposta a: permetta una domanda del 15/10/2019 - 23:21
La risposta è stata una risata
AUTORE: Osservatore 1
email: -

16/10/2019 - 0:42

Proporre quota cento a Bruno Vespa et simili?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Quota cento non si tocca dicono gli estremisti... del 15/10/2019 - 13:12
permetta una domanda
AUTORE: Francesco T.
email: -

15/10/2019 - 23:21

Cara sig. Amadesi, forse lei si è svegliata ora dal suo letargo estivo, ma tengo a farle sapere che gli Italiani lo sanno benissimo che la legge Fornero è sempre in vita. Quota 100, tanto bistrattata da lei che immagino sia già pensionata, probabilmente dopo un lavoro garantito, ha permesso a tante persone di uscire dal mondo del lavoro ben prima di quanto permetta la Fornero. Oppure lei è di quelle persone che 40/41/42 anni di lavoro siano pochi ? Certo, per chi fa lavoro di ufficio, ma pensi a chi fa lavori disagiati e usuranti. E comunque il 2021 è vicino non si arrabbi. Oppure provi a spostare la sua rabbia e indignazione sul famoso Dl/66, i famosi 80 euro, anche questo provvedimento costa alle casse dello stato poco più di 9 miliardi annui senza risolvere granchè. Almeno Quota 100, per averla, ha bisogno di requisiti validi, 62 anni e 38 anni ( minimo)di anzianità lavorativa.
Gli 80 euro sono dati a pioggia a chi ha uno stipendio inferiore ai 1500 euro, creando disparità assurde : famiglia di 4 persone, padre e madre che lavorano con stipendi sotto 1500 € e che si prendono, tutti e 2, la cifra.
Stessa famiglia di 4 persone, solo il padre lavora, con moglie e figli a carico, stipendio oltre la soglia fatidica, e, guardi, bastano pochi euro in più e niente bonus.
Non la sento indignarsi, sarà mica perchè la manovra è targata MR ?
----------------  RISPONDI





In risposta a: bloccare l'export di armi del 15/10/2019 - 17:54
HE si si, sembra facile!!!
AUTORE: gio'
email: -

15/10/2019 - 21:39

MI PERMETTO DI SEGNALARE che la situazione nell’area medio orientale in questione è un po’ più complicata di come viene dipinta e coinvolge non una porzione, ma l’intero globo terracqueo… minacciando equilibri consolidati e non, ed è suscettibile di un’escalation letale, difficilmente controllabile….

Per prima cosa, l’Italia ha già dal 1990, una legge che vieta la vendita di armi all’estero, a paesi coinvolti in conflitto.
L’esportazione di armi in Turchia, del nostro paese, ammonta tuttavia a 360 milioni di euro nel 2018, (elicotteri Agusta Westland) Contro i 2, 6 miliardi complessivi dell’Unione.

Il conflitto principale della regione è etnico, religioso, ma diventa anche campo di battaglia al e del terrorismo internazionale islamico, e vede contrapposti gli sciti appoggiati dall’Iran, ai sunniti arabi, appoggiati da Arabia saudita; Egitto ed alcuni emirati, in un gioco geostrategico in cui anche la Turchia cerca di imporre la sua egemonia, e vede quale massimo protagonista nello scacchiere, la Russia di Putin, che giocando abilmente le sue carte, ha colto finora i maggiori successi strategici.
Facendo un efficace gioco di sponda con l’Iran, appoggiando da sempre la Siria di Assad, da cui ha ottenuto basi navali ed aeree, missilistiche, fin sul mediterraneo, è riuscita ad estromettere gli U.S. dai giochi nella regione, avvicinandosi alla Turchia, da sempre avversario naturale …

La Turchia del resto, già ai tempi di Ataturk, ha sempre vessato e combattuto i Curdi, culminando in ferocia, nel primo dopoguerra, quando attuò un vero genocidio ai loro danni, quando non ostante la firma di trattati favorevoli, furono traditi una prima volta dagli occidentali, che dopo averli cancellati come entità statuale, li abbandonano al loro destino….

Avvenimenti ripetutisi più volte in seguito, ad opera degli americani, che li usano nelle contingenze sfavorevoli e li lasciano in balia degli eventi, una volta superate le varie crisi, per non inimicarsi il potente alleato ANATOLICO….

La Turchia non ha solo un esercito potente, ma il secondo per numero ed armamenti dell’intera NATO, ed è stato usato dagli USA per contenere l’ex URSS, PRIMA E LE MIRE di Putin in seguito, ma oggi non può essere definito propriamente un alleato fedele dell’occidente, da quando è salito al potere il premier Erdogan, infatti ha sviluppato una politica diplomatica e militare spregiudicata, avvicinandosi a settori nazionalisti estremistici, e all’integralismo religioso, appoggiando di fatto i combattenti dell’ISIS, nonché alle posizioni dei russi, acquistando batterie missilistiche incompatibili con gli f35 occidentali, ed armi pesanti estranee agli standard atlantici, e facendo temere trasferimenti di tecnologia dai propri arsenali, a vantaggio dei nuovi amici di Mosca..

Ambigua anche la vicenda relativa ai migranti siriani, trattenuti con vantaggio economico, spremendo le casse europee, e la recente minaccia di consentire il il loro transito indisturbato….

La Turchia, poi gioca anche direttamente con i nostri interessi nazionali, una partita cruciale in Libia, dove gode di sempre maggiore influenza, ai nostri danni, e conduce azioni vigorose intorno a Cipro, già invasa per metà, impedendo trivellazioni dell’ENI, con interventi militari navali ed aerei, e rivendicando i propri diritti di estrazione abusivamente in spregio del diritto internazionale… anche ostacolando lo sfruttamento di riserve petrolifere scoperte dalla nostra compagnia in Egitto.

Per quel che riguarda la politica estera recente degli Stati Uniti, meglio stendere un velo pietoso sulle gaffes dell’attuale commander in chief, che con una sola mossa, ritirando un migliaio di truppe speciali. è riuscito a far incavolare i propri vertici militari e influenti politici connazionali pro e contro la sua amministrazione, dividere il campo occidentale, tradire i curdi, eroici nell’ ultimo conflitto, mettere in crisi la NATO, incrinare i rapporti con i maggiori alleati , ridare vigore all’azione delle potenze regionali, consentire a migliaia di terroristi di essere liberati, aumentare esponenzialmente il rischio di attentati in Europa….
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
bloccare l'export di armi
AUTORE: Riccardo Maini sempre residente a MdA
email: -

15/10/2019 - 17:54

Ci sono cose, comportamenti, dichiarazioni, che a mio modo, forse errato,di pensare risultano assolutamente inaccettabili, inammissibili, intollerabili.
Quando leggo (14.10.19) che il ministro degli esteri Di Maio dichiara che gli stati dell'unione europea sono unanimi nel bloccare l'export per gli armamenti verso la Turchia (affaritaliani.it) ed immediatamente dopo leggo (15.10.19) che la UE è divisa su armi alla Siria ed ogni stato potrà decidere tempi e modi per procedere (Il Messaggero.it) mi sento preso per i fondelli da questo pseudo-ministro ex venditore di gazzose.
Precedenti esperienze dovrebbe farci riflettere sulle ipocrite posizioni di tutti quei politici di destra o di sinistra, indifferentemente, che pensano di trattare gli italiani da imbecilli.
Non è che con il bloccare l'export di armi alla Turchia si possa risolvere l'invasione turca in Siria, è una falsità bella e buona che questo governo di sinistra vuole propinarci.
Le ditte italiane che avevano contratti con la Turchia, da questo atteggiamento populista, subiranno sicuramente un danno, ma poco importa se a pagarne le conseguenze saranno molti operai italiani, l'importante è far vedere che l'Italia ha una posizione forte, intransigente .
Sappiamo benissimo che tutte le nazioni che hanno subito l'embargo di armi hanno risolto il problema con triangolazioni di acquisti fatti da nazioni amiche e poi riciclate a loro favore e quindi hanno felicemente baipassato le sanzioni. Altre aziende estere prenderanno il posto delle ditte italiane e forse altre ditte italiane chiuderanno.
Allora sono favorevole alla vendita di armi alla Turchia?. Personalmente lo giudico un problema secondario , infinitesimale.
Cerchiamo di analizzare la situazione con un minimo di equilibrio.
La Turchia fa parte della NATO ed è stata considerata per anni il “baluardo” contro Siria, Irak, Iran ed anche contro la vecchia URSS, un alleato sicuramente affidabile.
Ora si tratta di decidere quale comportamento si deve tenere contro questa nazione.
La NATO si trova in una imbarazzante situazione, le forze armate turche sono tra le migliori in assoluto, hanno un armamento di primissimo livello ed una capacità di fuoco di assoluto rilievo, non è pensabile di sconfessare questa pluriennale alleanza e purtroppo l'Alleanza non ha, neanche, quella capacità coercitiva di impedire ad Erdogan di proseguire in questa operazione bellica. Anche in questa triste situazione la NATO dimostra la sua fragilità e debolezza nell'imporre una sua linea di condotta univoca.
L'azione militare, senza il preventivo accordo ed avallo degli alleati, contravvenendo agli accordi internazionali, che la Turchia sta facendo non può essere comunque accettata ne tanto meno tollerata dalla comunità internazionale.
Ed allora bisogna tornare ai vecchi santi o demoni che dir si voglia . Russia e Cina, la loro capacità di intimidazione e di convincimento a livello mondiale potrebbe essere in questo momento determinante.
Gli americani ormai troppo scottati dal Libano, dalla guerra in Irak non hanno intenzione di intraprendere un'altra guerra e abbandonano l'area.
L'Europa sempre più spaccata ha paura delle minacce di Erdogan sui migranti e si divide per evitare rappresaglie.
Lasciare i curdi alla violenta vendetta turca è un vergognoso insensibile comportamento del mondo intero. Ci siamo già dimenticati di quanto è successo ad Halabja il 16 marzo 1988 durante la guerra Iran-Irak quando armi chimiche furono usate dall'esercito irakeno nella città curda?; l'attacco fu realizzato con gas al cianuro per rappresaglia e causò 5000 morti.
Allora non purifichiamoci l'anima con dichiarazioni meschine, l'aiuto ai curdi va dato intervenendo con forze di pace internazionali su cui la Turchia non possa fare azioni ostili. I curdi si sono opposti all'ISIS, hanno difeso le comunità cristiane, ora è vergognoso lasciarli massacrare senza alzare un dito, salvando la faccia con solo un' ipocrita dichiarazione di bloccare l'export di armi alla Turchia.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Quota cento non si tocca dicono gli estremisti... del 15/10/2019 - 13:12
opposti estremi
AUTORE: bat 21
email: -

15/10/2019 - 16:54

purtroppo nelle dittature le cose vengono taciute, ma nelle democrazie non si vengono a sapere
----------------  RISPONDI





AUTORE: Maria Amadesi
email: -

15/10/2019 - 13:12

...di destra Matteo Salvini e Stefano Fassina.
Arriverà, io credo che arriverà il giorno in cui anche gli idioti finiranno, la gente si sveglierà da questo incredibile sonno delle menti, arriverà, deve arrivare, o in futuro sarà veramente dura!
Mi sembra impossibile che ancora la gente non riesca a capire che la legge Fornero è ancora attiva, viva e vegeta ed è la legge delle nostre pensioni, che vi piaccia o no.
La gente forse non ne ha colpa, o almeno non tutta, l'informazione; stampa, TV, social, l'ipocrisia degli opinionisti, tutti pur di tener aperta la strada ad un mentitore seriale, il Felpa, fingono di ignorare la verità!
Mi fa arrabbiare quando sento " Capitan Fracassa " raccontare nelle piazze, nei talk, ovunque, che non si torna alla Fornero, che quota 100 non si tocca,
E nessuno di tanti stupidi, ipocriti, lecchini, osa smentire.
Quota 100, pur con tutti i danni,le disuguaglianze che ha provocato, i costi e per fortuna con un'adesione relativamente bassa, è una cambiale elettorale pagata per tre anni, ovvero fino al 2021, quota 100 è e rimane soltanto una finestra d'uscita anticipata volontaria, pur sapendo che per la legge vigente, la Fornero, su cui si basano i conteggi, sarà più bassa.
Non so se quando il felpa sbraita su quota 100, e non si tocca, e passerete sul mio corpo, e non si torna alla Fornero, e la gente applaude, provo tenerezza, rabbia, o compassione per una parte del popolo italiano così facile da imbrogliare.
La legge Fornero c'è, e sta benissimo !

Per concludere, ormai non vale nemmeno più ripetersi, vista la finta, consapevole, imbecillità degli organi d'informazione e di tanti politici per opportunità elettorale, il presidente del Consiglio, non viene mai eletto dal popolo, si vota, dopo di che il capo dello stato da mandato e/ o incarico, come dir si voglia, in genere a persona del partito o coalizione che vince di formare un nuovo governo.
Non capisco perché sia così difficile.
----------------  RISPONDI





In risposta a: risposta a "caserma" del 10/10/2019 - 15:18
Ringraziamento
AUTORE: Salvo Speriamo
email: -

10/10/2019 - 20:21

Grazie per le sua parole.
Non è nella mia indole parlare con sproloqui ma siccome tengo sempre ad esprimermi con schiettezza in passato ho ricevuto intimidazioni per cui ritengo indispensabile mantenere un livello di anonimato utile a garantirmi quella serenità che dovrebbe essere la regola per coloro che esprimono pareri supportati da fatti anche se per taluni sgraditi o ritenuti addirittura offensivi.
Nello specifico della caserma non conosco i retroscena o i presunti tornaconti dell'attuale sindaco registro solo che la zona di residenza attuale della caserma è in area alluvionale e non ritengo utile che un presidio sensibile si trovi impossibilitato ad operare e coordinare operazioni di emergenza, inoltre è anche geograficamente decentrata rispetto al territorio comunale.
Se vi saranno soluzioni alternative, vista anche la vicinanza all'autostrada e all'Aurelia, zone piuttosto critiche dal punto di vista malavitoso ben venga ed è il mio augurio.
Cordiali saluti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Caserma del 9/10/2019 - 8:02
risposta al cittadino
AUTORE: Alessandro Ghelardi
email: [protetta]

10/10/2019 - 15:27

Come ho avuto occasione di dire anche nei tempi passati, nascondersi dietro un pseudonimo non +è mio stile, ma di chi ha qualche scheletro nell'armadio, ma a parte ciò, parto dal Suo ricordo quando Lei dice quando ero coordinatore del PSI chi pagava ,rispondo che se ricorda che io ero coordinatore, ricorderà che la questione carabinieri risale a moltissimi anni orsono e che la gestione del comune di Vecchiano per la fortuna dei Vecchianesi è sempre stata del PCI poi PD, salvo una breve parentesi con l'allora sindaco che qualcuno ,ricorderà ha voluto non fare ricandidare.
Detto ciò, nelle proprietà ASBUC come Lei dice, non mi pare ci siano mai stati, semmai l'inverso la Pubblica Assistenza di Migliarino era in una proprietà del Comune e sono andati a pagare un affitto oneroso per far posto alla caserma dei carabinieri, spero che questo passaggio sia di sua memoria,ed infine chi paga, una cosa è pagare un affitto, una cosa è costruire ed ammodernare, altra è costruire di sana pianta, ma a parte la diatriba che Lei comprenderà, io sostengo che lo Stato si deve far carico della caserma, così come dell'affitto. Mi sono spiegato???Ha capito???
----------------  RISPONDI





In risposta a: Caserma del 9/10/2019 - 8:02
risposta a "caserma"
AUTORE: Alessandro Ghelardi
email: [protetta]

10/10/2019 - 15:18

Carissimo sig. Salvo vorrei fare una premessa che vale non per Lei ma per tutti coloro che scrivono o rispondono in maniera esagitata e non cordialmente come Lei, anche se non concordiamo perfettamente.
Ovvero molti si nascondono dietro pseudonimi, io che non ho mai avuto scheletri negli armadi, da sempre ho espresso le mie opinioni alla luce del sole, come si usa dire.Ma detto ciò quello che Lei dice è vero, ma volevo far osservare in primis l'incoerenza di chi ci rappresenta ,cioè il sindaco che non essendo novizio ha sempre conosciuto le problematiche, ma ha gestito il problema Pubblica Assistenza e/o Caserma dei Carabinieri, credo io a prodomo suo; valuti Lei. Un cordiale saluto ad una persona che anche se non conosco(o almeno penso) civile e non sguaiata come spesso ci capita di leggere o sentire.Alessandro Ghelardi
----------------  RISPONDI





In risposta a: Riassunto delle puntate precedenti del 9/10/2019 - 9:55
1° puntata
AUTORE: Spettatore
email: -

10/10/2019 - 0:46

Dunque, se mettiamo la caserma dei CC nei vecchi locali della PA la zona è alluvionale, se invece ci mettiamo i vigili del comune no. Dice : ma i Carabinieri vengono allertati subito, i vigili invece, li chiamano quando le strade sono asciugate ? Ma non è più semplice dire che l'amministrazione comunale vuole la caserma a Vecchiano?
Così avremo, in meno di 2 km in linea d'aria, 2 caserme, quella di Vecchiano e quella di Pontasserchio.
Oh, dopo, il primo che si fa scappa' un ladro paga pegno.
----------------  RISPONDI





In risposta a: al sig. lettore del 9/10/2019 - 17:57
Come La comprendo...!
AUTORE: lettore
email: -

9/10/2019 - 20:21

Di questi tempi il Sig. Maini è alquanto fervido e loquace nel forum VdS..
...E già... dopo 15 mesi di attesa, nella fulgida speranza che il Leghista aderisse alle forti sollecitazioni dei suoi alleati di destra e scaricasse i 5S... ecco... il Leghista ha ceduto, ha soddisfatto questo impellente desiderio di governo delle destre alle imminenti elezioni prossime venture, e... l'8/8/2019 si è realizzato un inaspettato tracollo di strategia politica.
Le speranze si sono dissolte il 20/08/2019, ed oggi ci si trova all'opposizione senza le elezioni politiche all'orizzonte.
La comprendo mi creda!
Ma non si rammarichi troppo, caro Maini, le sinistre sono brave a rimettervi in sella.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
UNO SPETTACOLO DA CIRCO...
AUTORE: giò'
email: -

9/10/2019 - 19:11

Detto che avere una poltrona è lo scopo legittimo e principale di ogni politico che voglia realizzare il suo programma, facendo valere le sue idee…

Mi pare che anche la lega quanto a bramosia, testa coda politici e incoerenza di azione non sia dammeno di nessuno.

Nelle ultime elezioni ha corso con il centro destra, salvo allearsi con i rivali 5 stelle, abbandonando gli alleati con i quali aveva eletto molti parlamentari, una volta capito che a fare il governo, sarebbero stati determinanti questi e non quelli...

Hanno formato un governo con i rivali nei comizi e sui social e poi lo hanno fatto cadere quando credevano di andare al trionfo elettorale….

Intuito l’errore, hanno fatto di tutto per fare marcia indietro e ricostituire l’alleanza andata in pezzi, quando la prospettiva di un nuovo corso tra PD e M5S si è rapidamente concretizzata, persino offrendo a Di Majo la presidenza del consiglio…

Poi come la volpe che non arriva all’uva, hanno detto che era acerba, tornando al vecchio ovile...

flirtando anche con FI, che pochi giorni prima avevano emarginato e intendevano ignorare nella nuova configurazione di potere…

quanto a illusionismo e contorsionismo, meglio di Mandrake! ... al circo Barnum...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Io proverei a rileggere... del 9/10/2019 - 9:49
al sig. lettore
AUTORE: Riccardo Maini sempre residente a MdA
email: -

9/10/2019 - 17:57

Purtroppo, e me ne rammarico, leggo con dispiacere, la posizioni preconcetta del sig. lettore. Nel mio intervento Stiamo Vicini Vicini elencavo alcuni recenti cambi di casacca o transumanza, se preferisce, di senatori e deputati, facendo alcune considerazioni su pregressi avvenimenti di questo genere condannati dalla sinistra, quando era coinvolto il cdx ed in particolare FI e Berlusconi. Non ho assolutamente parlato del vincolo di mandato , di cui ho dato ampio risalto in commenti successivi, riportando quando prevede l'art 67, perché, in quel contesto, lo ritenevo fuori luogo, ho tentato, invece, di evidenziare quanto l'opportunismo politico della sinistra ed in particolare del PD riesce a modificare a proprio uso e consumo situazioni che per gli avversari sono assolutamente disdicevoli. Ho anche detto che, a mio personalissimo giudizio, non ritengo corretto che i parlamentari svolgano il loro incarico senza obblighi nei confronti di partiti, programmi elettorali o dei cittadini stessi.
Lei sig. lettore può serenamente non condividere il mio pensiero, ma mi meraviglio che lei parli di acredine politica quando per anni ed anni il solo, unico scopo del PD, come ho più volte scritto, è stato quello di attaccare Berlusconi e FI e poi Salvini e la Lega e poi la Meloni e FdI per non parlare degli attacchi al vetriolo ai 5 Stelle, ora diventati una calda amante .
La prego eviti questi commenti alquanto sterili, da Lei mi aspetto qualcosa di più intelligente.
Sarebbe troppo facile per me, in questo momento, evidenziare l'ulteriore meschina figura fatta dal PD nella recente votazione per la riduzione dei parlamentari che per tre volte ha votato NO ed ora per pura convenienza si è prostituito al SI, adducendo vergognose giustificazione a sostegno di questa disonorevole scelta.
Sostenere che la poltrona è sacra e deve essere salvata ad ogni costo, è inadatto ?.
----------------  RISPONDI





In risposta a: precisazione al sig. Salvo del 8/10/2019 - 22:48
Non vedo
AUTORE: Salvo Speriamo
email: -

9/10/2019 - 12:21

Sig. Ghelardi, non vedo motivo di polemica come non vedo scandaloso se un capoluogo di comune ritiene opportuno avere una caserma dei carabinieri all'interno del proprio territorio che tra l'altro nello specifico è più centrale rispetto a quello di sua competenza gestionale.
Se la locazione sarà o meno alluvionale non lo so dalla cartina sembrerebbe di sì ma lascio agli esperti il giudizio finale.
Come già detto la nuova caserma non preclude un distaccamento verso Migliarino magari solo per i periodi sensibili ma di questi devono occuparsi gli enti preposti..
Cordialmente la saluto.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Caserma del 9/10/2019 - 8:02
Riassunto delle puntate precedenti
AUTORE: Bruno Baglini, cittadino vecchianese di Migliarino
email: -

9/10/2019 - 9:55

Nel secolo scorso la caserma CC era allocata in una "casa" dei proprietari della vecchia Migliarino, comprendente: case, terreni coltivabili a frumenti e legnami fruttiferi (pino pinea) comprendenti; asilo, scuola elementare in esclusiva, la chiesa riedificata da Scipione Salviati e...la caserma vien da se.
Poi cambiando i tempi, maturano esigenze.
Ristrutturazioni che non avvengono per grazia ricevuta, quindi...si cambia per non perdere un essenziale servizio.
Nel programma elettorale di IPV (Insieme Per Vecchiano) era previsto non più l'affitto pagato in parte con il ministero della difesa ma l'allocazione negli ex locali PA di Migliarino di proprietà comunale.
Poi nel tempo sono sopraggiunte nuove regolamentazioni strutturali (se così si può dire).
La zona in questione, l'Autorità di Bacino del Serchio l'ha considerata alluvionale ed è per questo che il ministero della difesa ha posto il diniego all'opera e se ho capito bene da quel che il sindaco di Vecchiano ha rapportato a noi cittadini in pubblica assemblea è un buon compromesso.
Si sostiene: se vogliamo approvazione e contributo per le spese da parte del ministero della difesa, dobbiamo allocare la caserma dove non c'è rischio alluvionale e quindi Vecchiano a differenza di Migliarino e Nodica non ha mai avuto quel rischio in questione.

Nell'ultima assemblea informativa sul da fare, fu fatto osservare anche: perché dopo l'alluvione del Natale 2009 nelle adiacenze si è costruito in sicurezza l'edificio ASBUC? non si poteva fare altrettanto con la vecchia proposta: caserma CC nella ex Pubblica Assistenza?
Sembra uguale ma non è obiettai; io Bruno Baglini, cittadino semplice, ma non sempliciotto (credo).
Nella struttura ASBUC erano previsti in origine ricoveri per non autosufficienti nelle ore diurne che poi detti locali si son adeguati al mondo che cammina (o badante o ricovero?)
In conclusione: nei locali ASBUC la "meno eventuale rottura arginale" (nel tempo si stanno rinforzando gli argini)... e che comunque l'acqua passerebbe di sotto, ma, un ma c'è sempre!
La caserma rialzata metterebbe al sicuro il comandante ed i commilitoni come sono al sicuro chi si trovasse nei locali ASBUC, ma i carabinieri insieme a polizia e vigili del fuoco sono i primi ad esser chiamati in strada per soccorsi e quindi si può rialzare anche il parcheggio delle auto della caserma per così mettere in moto le auto con la scritta al lato-Carabinieri- e rimanere li ferme.
Non si può rialzare tutta la zona considerata dalle autorità preposte come alluvionale.

Da considerare invece positiva la proposta fatta dalla consigliera Angela Baldoni e che ha ricevuto consenso da molti altri partecipanti nell'ultima assemblea informativa fatta dal Sindaco a Migliarino e cioè: dare alloggio alla polizia municipale proprio li nel locale comunale dismesso dalla PA.

Sembrerebbe contraddittorio ma non è.
Il ministero della difesa ha regole e leggi nazionali e non decide sulla polizia municipale e che naturalmente non viene mobilitata dal ministero.
Dislocare a Migliarino una delle due forze dell'ordine per non avere un "doppione" nel capoluogo del comune è cosa buona e giusta; poi per il "meglissimo" ci attrezzeremo nei secoli a venire.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Io proverei a rileggere...
AUTORE: lettore
email: -

9/10/2019 - 9:49

Caro Sig. Maini, ma perché non si va a rileggere ciò che ha scritto?

Il suo intervento "vicini vicini..." narrava tutta un'altra storia.

Del vincolo di mandato non c'era traccia, ma solo opportunismo epistolare per provare a ricordarci a tutti noi quanto il pd e alleati siano poco credibili.

I suoi interlocutori del forum le hanno solamente fatto notare che il suo post "vicini vicini..." era strumentale. Meglio sarebbe stato se Lei avesse incluso, da una parte, anche la sua area politica, e dall'altra, una minor acredine politica verso i suoi avversari al solo uso propagandistico.
----------------  RISPONDI





In risposta a: risposta ad ultimo del 8/10/2019 - 22:56
Caserma
AUTORE: CITTADINO
email: [protetta]

9/10/2019 - 8:02

Sig. Ghelardi, se la facevano a Migliarino andava bene che la pagassero i cittadini??? Se andavano in locali ASBUC non erano soldi dei cittadini??? Dove sono adesso chi paga???

Il problema di chi paga la caserma, o dei locali dove viene ospitata l'arma non esisteva nelle precedenti amministrazioni??? Quando Lei era coordinatore PSI del Comune di Vecchiano ci vuole spiegare chi pagava o come venivano concessi i locali adibiti a Caserma?

Grazie
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 15938 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]  ...  [638]