none_o

In questo periodo di grande confusione una guida medica per chi è malato o pensa di esserlo perché ha avuto, o pensa di aver avuto, un contatto con un positivo al Covid. Un contributo della Voce per fare chiarezza.
 

Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
Nell’ultima settimana, mentre alcuni giornali scrivevano .....
Uno dei problemi più seri di molti personaggi del .....
Colpa mia ehhh; mi sfugge il nesso che lega i 300 .....
1. Se leggi i bollettini ufficiali delle ASL il triste .....
Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

....Ci siete? Proviamo ad aprire quella porta e ad incontrarci?
Mandateci un messaggio e noi organizzeremo un incontro.

C’è un’idea strana che aleggia su Migliarino, una sorta di profezia, a Migliarino non c’è niente e non succede niente.Siamo sicuri che a Migliarino non ci sia nulla? Proviamo a fare un inventario...

Di Matteo Cannella
none_a
La bellezza è negli occhi di chi guarda
di Luigi Polito e Sandro Petri
none_a
bit.ly/segre2020-"Il mare nero dell'indifferenza",
none_a
di
Bruno Pollacci
none_a
Elezioni del PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
none_a
Alberto Zangrillo - covid
none_a
Circolo Arci Vasca Azzurra Nodica
none_a
Comelico Superiore, Veneto
none_a
"Che tempo che fa"
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Accade a volte
che in sere con orli d'autunno
il ricordo sovvenga di quando
sul finire di scale e cortili
cosparsi nel vento
folle divenni,
senz'altro .....
Con grande dispiacere e soltanto casualmente in questi giorni sono venuta a conoscenza della morte del Dottor Assanta. Ritengo sia stato un esempio di .....
 0
Sono disponibili 17352 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]  ...  [695] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: Guarda bene del 15/12/2021 - 18:33
Soldi facili
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

15/12/2021 - 22:50

Generalmente chi percepisce pensioni immeritate grazie ai sindacati adesso se le gode e se ne fotte degli altri. È la sinistra di ritorno antidemocratica Pubblichi? No dai
----------------  RISPONDI





In risposta a: L'incoscienza e la poca ................ del 15/12/2021 - 13:40
Guarda bene
AUTORE: Sindacalista
email: -

15/12/2021 - 18:33

Caro Gigi, invece di pontificare guardati attorno, leggi, documentati e vedrai che oltre alla pandemia COVID in Italia c’è una grave epidemia sociale che solo chi è al caldo e riscuote in fondo al mese non riesce a vedere.
----------------  RISPONDI





In risposta a: L'incoscienza e la poca ................ del 15/12/2021 - 13:40
mah
AUTORE: veccchianese di s.Frediano
email: -

15/12/2021 - 16:22

Per curiosità : ma lo rileggi quello che scrivi ? Offendi, dai voti, parli di eccellenze, quali poi sarebbe curioso saperlo, e da quale cattedra arriva tutto questo ? Da un signore qualunque come me e altri, che dall' alto del suo scranno pontifica a caso. Sembra di leggere un articolo del famoso istituto Luce del ventennio.
Meno male che Gigi c'è...
Per la redazione, ammesso che pubblichiate questo, leggo che le offese sono bandite nei post. Valgono solo per alcuni ?
----------------  RISPONDI





AUTORE: GigiDiTeglia
email: -

15/12/2021 - 13:40

........... lungimiranza del Landini sindacalista doc e degno erede di Bertinotti e della Camusso .......... va dritto a ostacolare l'Italia che è impegnata nell'affrontare il periodo più difficile del dopoguerra ......... e rischia farsi male e far danni ai lavoratori come già fecero i suoi predecessori fin dai tempi della " grande conquista " delle baby pensioni che hanno gravato e continuano a gravare sul debito pubblico ....... e il debito lo stanno pagando e continueranno a pagarlo le generazioni successive. ....... Ma sarebbe lungo elencare tutte le " conquiste sindacali ". .......... Landini un metalmeccanico urlatore che lo metterebbe ndomo al miglior Toni Dallara sbecera di economia ripetendo la solita solfa ........... è un metalmeccanico che vive di slogan stantii ....... e che di politica economica non capisce un kaiser. ........ Ripete la novella dello stento e pretende di essere ascoltato quando dà lezioni di economia alle eccellenze dell'attuale governo. ........... Dopo l'esperienza dei Toninelli e delle Azzoline speravamo in meglio ........ invece al peggio non c'è mai fine ed eccoti un Landini. ............. GigiDiTeglia
----------------  RISPONDI





AUTORE: Bruno della Baldinacca (alias Bruno Baglini)
email: -

9/12/2021 - 10:33

I sindacati dei lavoratori "difendevano" i poveri sfruttati dai "padroni".
Quando i padroni erano padroni della terra e di quello che ci poggiava sopra; anche quello che era di passaggio era roba Sua: tipo le fife o i germani e se il Gentilini, il Mommi, l'Orsini che indossavano il berretto "DS" duchi Salviati mi vedevano tendere una tagliola alle fife erano guai per mi pà contadino della bandita Salviati.
Ricordo benissimo le lotte sindacali per veder di "strappare" qualche decimale al 50% sulla divisione dei sacchi di grano e granturco e così barili di vino prodotti con le nostre fatiche e poi la madre di tutti gli scioperi per dare un poco di pensione ai contadini che nella fattoria erano gli unici esclusi da quel conforto sulla vecchiaia.
Più di mezzo secolo è passato ed anche io stesso poi divenni capo sindacale CGIL Federbraccianti all'età 22 anni, eletto "capo" da 23 su 25 operai dell'Azienda Rose Barni (uno era agnostico e l'altro della CISL).
Facemmo lotte giuste e con il senno di poi sbagliatissime.
Chi mi precedette organizzo una lotta dissennata con uno sciopero ad oltranza ed a quel tempo non c'era la salvaguardia del "seminato" e quindi Vittorio Barni e famiglia non bastarono ad accudire le 800mila piante in piena aria e le 20 serre di rose a fiore e più di metà morirono ed al rientro...metà degli operai furono licenziati.
Ma il sindacato dei lavoratori "sfruttati" non era ancora guarito dal fare lotte sbagliate ed anch'io troppo ideologizzato ci cascavo a gamba ciala quando veniva in azienda un capo sindacale della Camera del Lavoro di Pisa e ci "raccomandava" di scendere in lotta a sostegno degli operai della Piaggio, per la Genovali e delle operaie della manifattura (non ricordo come si chiamava) che fu la prima a chiudere i battenti, perchè già a quel tempo le donne cinesi erano le loro concorrenti dirette.

Dopo questo prologo del tempo che fu, fra rimpianti e non, veniamo all'oggi.
Oggi la terra vien lavorata "a conto diretto" con "i padroni scesi in campo" con trattori e vomeri a "voltorecchio" con 8/10 vomeri e sempre più spesso vediamo una moderna macchina che con tre passate "nsueggiù" senza coltrare ed ha già seminato nniosa e quindi?
Ora non esistendo più il mondo agricolo dominante come forza lavoro all'80% e quella percentuale si ripete nelle libere professioni e la lotta sindacale è fatta sempre più spesso contro i governi centrali.

Quindi per manifestare la sua esistenza in vita qualche sindacato e senza fare nomi, ma cognomi si: Camusso e Landini, chiamano gli adepti in lotta SEMPRE contro i governi efficienti che gli tagliano l'erba sotto i piedi: vedi i 10miliardi ogni anno dati a 10milioni di Italiani che non superavano i 1.500 euro mensili del governo Renzi/Alfano ed ora i 6miliardi della ministro Bonetti, più 2miliardi e mezzo di taglio delle tasse ai meno abbienti....tutta robbicciola; vuoi mettere come sostengono gli antigovernativi Landini e Fra-Toianni gli 8 (otto) euri spiccioli tolti al mio farmacista-dentista-medico di famiglia.
Auguro un grade flop a questo sciopero generale che di Generale ha un fico secco e che mai ha chiamato lo popolo tutto alla fermata generale contro i governi di espressione destra et sovranista.
Meditate gente meditate, un governo che ben governa non ha bisogno dell'imbeccata di sindacalisti improvvisati, che magari mai han lavorato ma han tentato come tutti i sinistri-sinistri di fare il loro partitello a sinistra del centro sinistra; Vedi Civati, Fassina D'Alema, Rossi, Ingroia, Fra-Toianni e questo ultimo "collego di Landini" nel richiedere la non meritocrazia livellando il capostazione al manovale e come mi disse il capostazione torellaghese Provvedi nel /72; dopo aver livellato le nostre paghe, ora voi manovali non avete più la giacca nera ma bleu come la nostra; a quando le stesse responsabilità di chi scarica una bicicletta dal bagagliaio e chi alza la paletta verde per il via libera al treno?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Raccontala bene oss1 del 8/12/2021 - 23:51
"si dice il peccato ma non i peccatori".
AUTORE: democratico
email: -

9/12/2021 - 9:49

Provo a raccontarla così:

Dopo sei votazioni tra Camera e Senato, i Rappresentanti del Popolo eletti, i quali avevano acclamato il PdR (Napolitano) per coinvolgerlo a proseguire il suo mandato scaduto, con la solenne promessa di fare le riforme necessarie al Paese, riforme a lungo promesse e mai realizzate, al dunque referendario alcuni "peccatori" si sono nascosti dietro un'assordante silenzio pre-referendum del 04 12 16.
Il peccato era M.R, ma i peccatori veri, erano quei rappresentanti del popolo che si erano trincerati dietro al voto referendario, senza mai esporsi per riformare quanto oggi appare sempre più necessario.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Il 4/12/16 bastava un SI... del 8/12/2021 - 11:34
Raccontala bene oss1
AUTORE: vecchianese di s. Frediano
email: -

8/12/2021 - 23:51

La storia non è pongo, che puoi modellarla come ti pare. Il si ha perso, il NO ha vinto. Punto. Renzi si è dimesso poco dopo. Art 1 è nato il 25 febbraio 2017, le elezioni politiche ci sono state nel 2018. Almeno informati prima di scrive.
Salutami il capotreno.
Prossima fermata Quirinale.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Vedo del 8/12/2021 - 11:01
Il 4/12/16 bastava un SI...
AUTORE: Osservatore 1
email: -

8/12/2021 - 11:34

...e con la legge elettorale "Italicum" (come quella dei sindaci) la sera stessa del voto vedevamo il prescelto dalla maggioranza dei cittadini eletto per governare la Nostra Italia per cinque anni, ma, "Giovan Battista Bersani" disse al suo segretario Matteo Renzi: con l'Italicum si potrebbe anche perdere ed io a casa non ci voglio andare e...farò di più, 10 giorni prima delle elezioni esco dal "tuo PD" con altri due ex segretari ed i presidenti di Camera e Senato (due bambolotti messi li da me) e ti facciamo perdere una bella percentuale di voti e così ti dimetti...ed il governo lo fa/fece Gigino di Maio e Salvini... della serie Muoia Sansone con tutti i Filistei!
...e sailamenta perchè con Draghi Mario siamo il traino dell'Europa Politica/sociale.

....durela/duratela a dire vogliamo Barabba libero, non Gesù di Nazaret.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Vedo
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

8/12/2021 - 11:01

Che anche voi vi siete schierati con il banchiere della goldman sachs, anche dettol l’unto dal Signore Draghi noto difensore dei ceti deboli. La politica ha abdicato alle proprie responsabilità mettendosi dietro il paravento di Draghi facendo un bel gruppone, tipo scampagnata in bicicletta, tutti pensano l’opposto degli altri ma almeno, diranno, tiriamo a campare. Il popolo bue lo gestiamo con ila dittatura sanitaria e non rompe i coglioni, anzi è contento, tanto è preoccupato di morire. Quanto ci vorrà perché si capisca che nel futuro non si morirà di covid ma di fame? C’è ne accorgeremo tutti perché per la fame non c’è mega green pass che tenga. Non preoccupatevi di pubblicarlo non voglio essere responsabile di qualche tirata di orecchie che i padroni delle ferriere vi faranno. Buona dittatura
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
A brunetto che ci crede
AUTORE: Zia Adele
email: -

7/12/2021 - 19:18

A me piacerebbe che Brunetto si mettesse davanti allo specchio e ripetesse questa sua dichiarazione:
“La cosa più brutta che fanno i piddini è far apparire cose che non esistono”.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Irresponsabili allo sbaraglio
AUTORE: GigiDiTeglia
email: -

7/12/2021 - 18:27

La scelta di Cgil e Uil d'indire uno sciopero generale per il prossimo 16 dicembre quale protesta contro la manovra del governo Draghi lascia davvero il tempo che trova, per molte ragioni.
Dopo mesi durante i quali mille barriere hanno chiuso la strada agli scambi e alla produzione, siamo in una situazione drammatica.
Di conseguenza, adesso, di tutto c'è quindi bisogno meno che di un comportamento così irresponsabile. Se si vuole sperare di poter ripartire, ognuno deve tornare alla normalità, a dispetto di un Natale che s'annuncia difficile per molti comparti. Non è di sciopero, allora, che si deve parlare, ma di un rinnovato impegno per far crescere la produttività.
Per di più, le motivazioni dei due sindacati vanno davvero nella direzione sbagliata.
In questa fase storica, nella quale sembrano venire al pettine una serie di nodi che non erano stati sciolti nei decenni scorsi, sarebbe necessaria una migliore comprensione di quali sono i diritti e gli interessi di chi lavora e produce. In altre parole, sarebbe importante che quanti pretendono di difendere quanti faticano molte ore in azienda fossero in prima linea per evitare ad esempio quello scempio che è il reddito di cittadinanza: un'autentica penalizzazione di quanti sgobbano, oltre che un potente incentivo a non cercare un impiego.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Disinformatia del 7/12/2021 - 8:40
Serve compattezza
AUTORE: Razionalismo
email: -

7/12/2021 - 12:16

Adesso serve remare tutti nella stessa direzione per sconfiggere il virus, e solo dopo potremo permetterci di ritornare agli scontri partigiani. Fino a ora l'obbiettivo è solo uno, il virus.
I no-vax, i negazionisti, e adesso anche i sindacalisti non aiutano ma ostacolano la lotta.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Disinformatia del 7/12/2021 - 8:40
Informazia
AUTORE: BdB - Osservatore politico "nostrale"
email: -

7/12/2021 - 9:54

La vecchia CGIL, cinghia di trasmissione del PCI non esiste più da tempo.
Già al tempo di Camusso la sua organizzazione a maggioranza di iscritti leghisti, votò contro le riforme approvate sei volte in Parlamento e la CGIL si ritrovò accanto alla Lega ed al Berlusconi vendicativo perchè Renzi preferì Mattarella e non l'uomo di D'Alema/Berlusconi per il colle, mentre CISL e Confindustria votarono a favore delle riforme chieste da Giorgio Napolitano e scritte da Maria Elena Boschi, Sottosegretario di Stato.
Ora la storia si ripete e chi è stato "in sonno" per mezzo secolo non si è accorto che la liberaldemocrazia a vinto ed il comunismo ha perso (lo ha riconosciuto anche Bertinotti) e...a San Frediano la storia è ferma al tempo dei credinciani "in Russia non esiste lo sfruttamento dell'uomo sull'uomo" poi se si va a vedere, vediamo che: il capo comunista del KGB, Vladimir P. è il secondo uomo (dopo il suo amico Berlusconi) più ricco d'Europa.
Al tempo di Giuseppi 1° con i suoi decreti populisti, il trattore Landini stava li fermo sotto il portico, invece ora anche se la terra è ancora bagnata (pandemia)-coltra-erpica-semina zizzanie a tutto spiano.

A niente valgono le agenzie di rating e gli apprezzamenti mondiali del buon stato di governo in Italia, pari quasi ai governi De Gasperi del tempo che fu e di Renzi/Alfano dell'avanzamento che avemmo, frenato poi "dalla Ditta" per poi avere il governo Giuseppi con i vice Di Maio e Salvini che se non veniva fermato l'uomo del Papeete ora aveva pieni poteri e con nuove elezioni stravinte portava alla sua Lega voti bastanti per eleggersi da soli il capo dello stato.

...il "35-40 Landini" era un bel trattore che da solo lavorava quanto sei paia di buoi....altra cosa di "quello" che tentò di farsi un partito politico "più a sinistra" come tentarono Civati, Bersani, D'Alema, Fassina, D'Attorre, Rossi, Fontanelli ed altri che andarono via dicendo: se va via Renzi rientriamo, ma vediamo che il loro ex partito è fermo al palo nonostante qualche rietrino; ma questa è storia di compendio si dirà, ma è molto utile per capire i movimenti tettonici dell'universo mondo politico in movimento....per niente; come si lesse in un manifesto russo dopo l'89- 70 anni in marcia per niente.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Gli " stregoni " Vs " Il Sapere ". del 7/12/2021 - 7:26
Disinformatia
AUTORE: vecchianese di s. Frediano
email: -

7/12/2021 - 8:40

C'è sempre chi non perde occasione per tacere, pensando anche di aver ragione. Lo sciopero del 16, ammesso che venga poi confermato, non è contro le aziende, è contro la manovra economica del governo, ritenuta dalle organizzazioni sindacali debole e che non ha recepito alcune istanze presentate e discusse negli incontri fatti a palazzo Chigi, che invece parevano essere state accettate.
Per quanto riguarda il dissenso, esterno o interno, di chiama DEMOCRAZIA. La scritta " non disturbare il conducente " si trova solo sui pullman...
----------------  RISPONDI





AUTORE: GigiDiTeglia
email: -

7/12/2021 - 7:26

Infatti Landini e i politucoli sciagurati ostacolano il governo delle eccellenze nel nuovo " Miracolo economico ". E' l'indecente lotta alle poltrone ....... è l'interesse personale o di fazione contro l'Italia ......... è il vecchio sindacalismo becero incapace e stantio che è incapace di difendere l'interesse dei lavoratori e spesso invece di aiutare le Aziende in crisi le ostacola e le costringe al fallimento.
*******************
L’annuncio arriva in tarda serata, al volgere di una giornata che era stata tutto sommato più che positiva per il Governo Draghi, culminata nel plauso del Fondo Monetario Internazionale per il suo operato e nell’invito a continuare nel processo di riforme avviato. La Cgil e la Uil hanno proclamato lo sciopero generale sulla manovra finanziaria, l’extrema ratio nel ventaglio di forme di protesta dei rappresentanti dei lavoratori. Un annuncio che rompe l’incanto che negli ultimi giorni sembrava aver avvolto l’operato dell’esecutivo guidato dall’ex presidente della Bce. “Go, Italy, go”, è stato l’incoraggiamento arrivato in mattinata dalla presidente dell’Fmi Kristalina Georgieva, e che ha seguito di poche ore la promozione arrivata dall’agenzia di rating Fitch, la più inflessibile fra le agenzie, che non alzava il suo ‘voto’ sull’Italia dal 2002. Fuori dai confini italiani, insomma, gli sforzi del Governo Draghi ricevono giudizi positivi, unanimi. Non si può dire lo stesso all’interno.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Sempre di più del 6/12/2021 - 9:53
@ Lett-òre
AUTORE: E-Lettore democratico
email: -

6/12/2021 - 10:23

Accusarono Renzi di aver dato 10 miliardi (gli 80 euro) a 10 milioni di lavoratori che non raggiungevano i 1500 euro mensili che poi furono estesi alle forze dell'ordine ed il tutto lo fecero passare come mancetta elettorale....e poi Landini anni dopo si "compiacque" dei 20 euro aggiunti diventando 100.
Gli 80+20 Euro, non furono tolti dalle tasche dei "padroni" delle Ferriere e/o degli enti locali, ma dalla tassazione generale.
Ora la "disinformazia" si adopera per dire che Draghi ha tolto i 100 euro ed altre menate simili come quella Grande Cosa di tassare i "ricchi" (che già pagano le tasse) come il mio medico, il dentista, il farmacista e tanti altri per dare ai poveri n° 7 (sette) euro in più al mese, mentre ancora sussistono grandi capitali evasi dalla tassazione generale.

nb; la proposta di tassare i "ricchi" non è stata fatta da Draghi Mario ma da alcuni sindacati e Patuanelli (ministro del governo Draghi) lo dovrebbe sapere.

Noi democratici non siamo contro la ricchezza ma contro la povertà. La ricchezza, per noi, non è una colpa da espiare, ma un legittimo obiettivo da perseguire, cit Olof Palme

Ganzo eh, finire un post scrivendo, ho ragione io ed ogni commento è inutile; mangia altre 56.000 fettine di pulenda nzuppate nel caffellatte...poi ragiona!

......................................

..Lo "spiegone" di Luigi Marattin

Fisco, "Abbiamo trovato più risorse senza dare l'impressione di voler punire il ceto medio"
L'intervento pubblicato da "il Sole 24 Ore", 7 dicembre 2021.
"Finalmente abbiamo saputo chi è stato l'ispiratore di quel blitz": Italia Viva reagisce alle parole del ministro Patuanelli, che in un'intervista a "La Stampa" ha accusato anche Iv per il "no" al contributo di solidarietà per alleggerire le bollette delle fasce meno abbienti.
Luigi Marattin, che in cabina di regia era stato uno dei più fermi nel dire "no" al contributo di solidarietà, ribatte: "Le accuse di Patuanelli non stanno in piedi dal punto di vista della matematica".
Non ci sta ad essere etichettato come "di destra", è un problema di numeri, spiega: "Più che la destra, abbiamo espresso semplicemente la posizione di chi sa usare una calcolatrice.
I 248 milioni risparmiati escludendo dal taglio delle tasse il ceto medio - parliamo di un milione di italiani, per la maggior parte persone normali, assolutamente non ricche avrebbe dato ad ogni famiglia povera circa 7 euro al mese, o anche meno se la platea dei beneficiari - come prevedibile sarà più ampia e comprenderà ad esempio anche le imprese".
"Da un ministro non ci si aspetta di sentire che le bollette aumentano senza i 248 milioni del ceto medio, dimenticandosi dei 300 milioni che poi abbiamo trovato" per compensare il mancato contributo di solidarietà. "Abbiamo trovato più risorse - spiega Marattin - che si sommano ai 5,5 miliardi già stanziati senza dare l'impressione di voler punire il ceto medio".
"Peraltro - sottolinea Marattin - la proposta non era del governo, ma di alcuni sindacati.
Patuanelli cerca solo un posto d'onore nell'offerta politica 'à-la-Ocasio-Cortez' che si sta preparando in Italia e a cui facciamo tanti auguri da fuori".
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Sempre di più
AUTORE: Lettòre
email: -

6/12/2021 - 9:53

Draghi, in consiglio dei ministri, ha proposto un contributo sui redditi più alti, sopra i 75 mila euro, per far fronte al rincaro delle bollette. Ma Lega, Forza Italia e Italia Viva sono state contrarie.
PD e M5stelle erano a favore ma non sono bastati a far passare questo provvedimento che avrebbe rappresentato una, seppure timida e limitata nel tempo, scelta di solidarietà.
Ogni commento è inutile. (Rossi)
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Enrico Mentana ................
AUTORE: GigiDiTeglia
email: -

3/12/2021 - 19:44

.......... ovvero i giornalisti seri e bravi esistono ancora.

Per me mettere a confronto uno scienziato e uno stregone, sul Covid come su qualsiasi altra materia che riguardi la salute collettiva, non è informazione, come allestire un faccia a faccia tra chi lotta contro la mafia e chi dice che non esiste, tra chi è per la parità tra uomo e donna e chi è contro, tra chi vuole la democrazia e chi sostiene la dittatura”, conclude Mentana.

“Che ne pensano i direttori di Rai1, Rai2, Rai3? Che ne pensano Soldi e Fuortes? La Rai interverrà in questo dibattito?”, ha replicato su Twitter il segretario Iv della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Ino ino del 1/12/2021 - 12:48
Bravi
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

1/12/2021 - 22:32

Il PD del vescovo Letta ha tolto la tari alla chiesa, per i cittadini c’è tempo
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Ino ino
AUTORE: Cittadino piccino
email: -

1/12/2021 - 12:48

Con le nuove aliquote irpef come al solito ci rimettono i redditi più bassi... I primi due scaglioni rimettono circa 1000 euro all'anno per la cancellazione del bonus fiscale da 100 euro mensili... Bravi!
----------------  RISPONDI





In risposta a: a tempo del 27/11/2021 - 11:52
Rimasi "fregato" anch'io la prima volta Darenzi..
AUTORE: Bruno della Baldinacca
email: -

27/11/2021 - 13:05

...tutti noi bravi soldatini bersaniani-cuperliani davamo retta ai capi della "ditta" e chi lo chiamava "bimbominchia" era un dirigente della Federazione PD pisana, un prof. (non chirurgo ma insegnante universitario). La prima volta che lo vidi di persona Appisa avevo sempre i riflessi condizionati come il cane di Pavlov e ci "caschiedi a pancetta".
Non racconto il particolare perchè le ere politiche ora durano un anno, sei mesi ed un giorno e mezzo; poi basti vedere Cassano o meglio Maradona che avevano un tocco di palla da dio ed esternamente parevan cazzabubboli, come mi parve Renzi di primo acchito che per giunta una sua battuta strategica l'ho capita tre mesi dopo e lipperli mi sentii male, ma male allo stomaco davvero (come quando tre mesi dopo elaborai il tutto e mi setii peggio, ma peggio!).
Fu una specie di destalinizzazione settanta anni dopo il xx congresso.

Poi, ad un congresso nazionale del mio partito, il PD "sentiedi" via radio radicale che due ex segretari PD Veltroni e Fassino che sostenevano le buone ragioni del "bimbominchia".
Mi "fermiedi ed ascoltiedi un gocciolino senza il famoso paraocchi comunistico" e da li in avanti prendendo la Via di Adamasco ora son libero di dare ragione a chi l'ha; ed infatti a Vecchiano son stato contrario alle "raccomandazioni" di IV provinciale e del deputato europeo Danti di IV che loro, non avrebbero votato Angori perchè ha accolto la parte attiva, giovane dei 5* ed in via di guarigione dai loro guru liquefatti, riconoscendo il buon lavoro politico/amministrativo di IPV.

Vedo bene anch'io che: fare le faccine, le vocine, le imitazioni non è da statisti, ma quando il bagliniano sen. Matteo Renzi mette giacca e cravatta li in Senato della Repubblica non ce ne è per nissuni ed i Kennedy, gli Obama, le Merkel, i
Pierre Trudeau, i Pedro Sánchez i Macron ed anche i Sigimpinghe, i Biden come i Putinne lo sanno, ed anche nel mondo arabo corrente dove c'è l'expo 2020 e ci saranno i campionati mondiali di calcio non invitano Ciwati, Fassina, Bersani, Speranza, D'Alema, Calenda, Grasso, Rossi, Fontanelli e l'altro Matteo (Richetti) tutti ex PD comerenzi per udire un loro parere sulla costruenda NEOM, la città araba autosufficiente, senza automobili e grande quanto l'intera Sicilia.
...così è caro dottore 😅
----------------  RISPONDI





In risposta a: Anche la suora cattiva, Rosaria Bindi trombata... del 27/11/2021 - 7:01
a tempo
AUTORE: Ravveduto
email: -

27/11/2021 - 11:52

La confessione me la sono vista e devo dire che Facchinetti dice delle cose molto giuste, che il Nostro ha molti lati positivi che spiccano quando è di persona e appare scostante e antipatico in TV. Gli consiglia uno specialista in comunicazione per modificare il suo comportamento. Non dice niente di male, anzi ha un atteggiamento amichevole e solo chi stravede in maniera acritica e fideistica in Renzi (qualcuno lo conosco, sono piuttosto rari ma esistono!) alza il sopracciglio e pensa di dover intervenire subito a difenderlo.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Marcella Bordigoni
email: -

27/11/2021 - 7:01

...alle primarie PD, di che parla?
Oggi due esempi del livello di degrado morale esistente nella nostra televisione, direi irrimediabile. Uno Peter Gomez che conduce una trasmissione che si chiama "La Confessione" titolo che fa pensare logicamente a un colloquio in cui l'ospite racconta le sue esperienze e "confessa" i suoi sentimenti personali, invece niente di tutto questo. Oggi il "confessante" era Facchinetti, e non si capisce bene a che titolo, sia stato ritenuto idoneo non a fare le sue confessioni, ma quelle di Renzi dicendo ovviamente delle cose false e inutili, per cui questa confessione utilizzata per diffamare gli altri, sembra un idea abbastanza cretina, invece lo
hanno fatto sul serio.
L' altra è Rosy Bindi, della cui assenza non avevamo assolutamente alcun rimpianto, che pure lei ospite in una trasmissione televisiva di che cosa poteva parlare se non di Renzi? L' ossessione continua, ma invece delle solite idioz@e, di quelle ripetute sino allo sfinimento, ha avuto un idea originale, ha pensato bene di fare una domanda da centinaia di migliaia di euro di risarcimento, cioè come sia possibile che Renzi venga pagato per fare delle conferenze in giro per il mondo, ma che cosa ha da dire? È molto più probabile, secondo lei, che prenda soldi per altri motivi... Aspetto notizie dagli avvocati di Renzi. E una volta tanto che ci diano una soddisfazione, che vadano dritti sulla denuncia penale. Facendo il conto di quanti parlano di Renzi ogni giorno ripetendo o aggravando le solite caxxate, si può calcolare che Renzi oltre ciò che ha già preso, continuerà a prendere risarcimenti sino all'età della pensione, è probabile che avranno un "vitalizio" da risarcimenti persino suoi figli.
----------------  RISPONDI





In risposta a: LE SORGENTI ED IL LAGO DI MASSACIUCCOLI del 14/11/2021 - 14:48
Se attuabile...
AUTORE: Mister No
email: -

25/11/2021 - 13:32

se attuabile mi sembra un'ottima idea piena di buon senso , molto di più del "tubone ".
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
La libertà è partecipazione.
AUTORE: GigiDiTeglia
email: -

18/11/2021 - 18:53

Recitava Giorgio Gaber nel 1973

la vita in società non può essere vissuta in solitudine. Spesso lo status di ”essere liberi” viene erroneamente travisato: un uomo non è libero quando un governo, un regime o una nazione lascia la possibilità al singolo di agire nell’individualità; è un’illusione, una distorsione cognitiva che getta le base per far nascere totalitarismi e dittature.

La libertà non è star sopra un albero
Non è neanche il volo di un moscone
La libertà non è uno spazio libero
Libertà è partecipazione.

La libertà è la possibilità di partecipare attivamente alla vita politica, di decidere del proprio futuro, di manifestare per i propri diritti, di essere uguali gli uni con gli altri; chi ha la possibilità di agire e resta impassibile, indifferente o abulico non è, di fatto, un uomo libero.
Ma essere liberi non è non seguire regole, non è vivere come uomini primitivi. Essere liberi è responsabilità, è scegliere, è cooperazione. Non è oppressione dell’altro, né bisogna far coincidere il suo significato esclusivamente con una semantica non idonea o fatua con cui, spesso, si confonde il concetto:
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 17352 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]  ...  [695]