none_o

L’attenzione, questa parola di attività bisogno interesse senso civico partecipazione a volte va oltre al suo impegnarsi.
Marina di Vecchiano è uno di quei luoghi che ne abbisogna maggiormente per la sua unicità, fragilità, complessità che attira maggiormente un flusso estivo di turisti di tutte le classi e di tanti paesi europei.

  
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Mi sembra che con le entrate dei parcheggi, l'arredo .....
Quest'anno ho già sentito parlare un paio di volte .....
la procedura di inflazione. . . non c'entra semmai .....
. . . . . . . . . . . . . Draghi c'è! . . . . . .....
Arte Rubata
none_a
di Massimo Cacciari
none_a
Polisportiva Sangiulianese
none_a
Consulta del Volontariato San Giuliano Terme
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Convocazione Assemblea Soci

    Ilo Circolo comunica che l' Assemblea ordinaria viene indetta in prima convocazione il 6 giugno ore 21,30, in seconda convocazioneil giorno 7 giugno alle ore 21,00 presso il Circolo Arci, via Mazzini 35.

    1) Relazione del Presidente

    2) Rendiconto annuale 2018

    Tutti i Soci sono invitati a partecipare.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Milano e Cortina hanno vinto
none_a
di Fausto Bomber
none_a
Hockey in line
none_a
San Giuliano Terme, 28 giugno
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
 1
Sono disponibili 15700 articoli in archivio:
 [1]  ...  [623]   [624]   [625]   [626]   [627]   [628]   [629] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: Da "La nazione" di oggi. del 20/10/2010 - 14:22
Bella gente
AUTORE: Geronimo
email: -

21/10/2010 - 14:53

E' veramente piacevole dialogare con gente spiritosa, peccato che sia anche e sopratutto ignorante.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Da "La nazione" di oggi. del 20/10/2010 - 14:22
Candidi
AUTORE: Aquila della notte -alias Tex Willer
email: -

21/10/2010 - 13:38

Caro Geronimo anche mio figlio Kit sarebbe un ottimo candidato per guidare la vostra piccola riserva: tanto qui da noi x ora bastiamo: io, Tiger Jiak e Kit Carson.
Qui è…un momento di calma e vi potrebbe essere molto utile x levarvi le ‘astagne dar rfoo.
Se un lo 'onosci bene ti garantisco che è bravo e abbituato bene.
Saluti, Tex.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Pedanti. del 20/10/2010 - 23:13
Le cose sono un po' più complesse..
AUTORE: Solent
email: -

21/10/2010 - 11:52

Non sono l'autore a cui ti riferisci ma mi permetto di fare una precisazione. La parte di Migliarino lato mare ha tutto un sistema di canalizzazioni fatto a suo tempo dai Salviati, con sistemi di idrovore e cateratte che non porta normalmente l'acqua verso il mare ma verso la Bonifica pertanto la cosa è più complessa e articolata di quanto appaia.
Saluti
----------------  RISPONDI





In risposta a: Da "La nazione" di oggi. del 20/10/2010 - 14:22
Caro snoopy
AUTORE: Geronimo
email: -

21/10/2010 - 10:05

Forse sono un pò scarso, ma non legato ai partiti come invece sembri tu. Non parlo a vanvera ma parlo di chi conosco. Non andrò a votare per un colore ma per una persona che ritengo affidabile. Caro snoopy forse non sarei stato scarso se avessi scritto il contrario? Ragiona con la tua testa amico, non usare quella di altri.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Antenna
AUTORE: Marco
email: -

21/10/2010 - 9:16

Buon giorno,
avrei due domande da porre ai frequentatori del forum: ma l'ARPAT ha eseguito una misurazione delle emissioni elettromagnetiche generate dall'antenna? Ed inoltre, i valori delle suddette emissioni superano i limiti consentiti dalla legge tali da produrre effetti negativi sulla salute dei cittadini?

Grazie
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Assessore allocca
AUTORE: Uno di Sinistra
email: -

21/10/2010 - 6:54

Credo che il consigliere e assessore Allocca abbia fatto bene a protestare sul tetto di Firenze.Per capire il motivo basta guardare il comunicato posto sul blog la sinistra di vecchiano.Renzi ai sbagliato ha criticarlo forse non hai capito bene il gesto.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
CHE VERGONA.........
AUTORE: PASQUALE
email: [protetta]

21/10/2010 - 6:13

CHE VERGONA!!!!!Un amico mi a riferito che al consiglio comunale del 19 ottobre ha visto consiglieri del PD ignorare la presenza e non salutare i 2 consiglieri MAZZARRI e NICOSIA!!!!!!!!!Mi chiedo,dove sta il Partito democratico a SGT!!!!!Amici e Cittadini noi cosa abbiamo votato a SGT!!!!!!!Noi semplici cittadini siamo capaci di avere un Partito che faccia a SGT i propri interessi e non quelli di noi cittadini?Mi chiedo dove sta la democrazia dove è finita la politica,dove è finita!!!!!!
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Semplice
AUTORE: Antenna
email: -

20/10/2010 - 23:26

Credo che se ci sono inregolarità nel posizionamento di questa antanna basta andare da un legale e far rispettare la legge in materia.Inoltre far fare una relazione ad in tecnico competente sui problemi derivanti da eventuali campi magnetici.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Pedanti.
AUTORE: Osservatore
email: -

20/10/2010 - 23:13

A proposito dell'uso indiscriminato di pesticidi, diserbanti, anticrittogamici e quant'altro, io ho detto che “questo è un problema ovunque ma qui è concentrato specialmente nei terreni bonificati”. Se dico che l'uso indiscriminato di veleni chimici è un problema “ovunque” è sottinteso che ovunque vada controllato e regolamentato. Intanto perché uccidendo i laghi uccide noi con loro. (Ma ci uccide anche senza di loro).
Se dico che l'uso indiscriminato di tali veleni è un problema ovunque, che senso ha ricordarmi che si usano anche all'Isola, al Cotonmoro, alla Storrigiana, a Passignano sul Trasimeno o a Bolsena? Io ho parlato della morte del “nostro” Lago e ho detto che l'avvelenamento chimico della bonifica che lo circonda è stato una delle cause della sua morte. Quindi, se non si vuole che il tentativo di un suo risanamento risulti inutile, anche questa causa va eliminata. E se si elimina anche al Cotonmoro e alla Storrigiana, meglio ancora. E se si elimina anche altrove, perché le pesche i cavoli e gli spinaci noi continuiamo a mangiarli, meglio tre volte.
Quindi che senso ha stare ad impuntarsi su un particolare. O è superficialità o è vana pedanteria.
Se si vuole acquistare un quadro i particolari guardiamoli tutti, poi guardiamone l'insieme, impariamolo bene, e alla fine potremo decidere se spenderci un occhio. Ma se ci s'intesta su un solo particolare si rischia che un occhio si spenda e uno ce lo cavino.
E da ciechi non potremo vedere se sul tubetto della “cremina” c'è scritto lenitivo o lubrificante. Quando ce ne accorgeremo sarà troppo tardi.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Antenna x cellulari del 19/10/2010 - 23:39
cosa mi sarei aspettato dal sindaco del mio Comune
AUTORE: Rivoglio le cabine telefoniche!
email: [protetta]

20/10/2010 - 19:19

Sono un cittadino del comune di Vecchiano padre di due bambini elettore convinto di centrosinistra che ha salutato con gioia la passata elezione del sindaco Pardini.
La mia speranza, dopo una attenta lettura del programma elettorale, era quella di veder valorizzato il territorio dove, con un bel mutuo e tanti sacrifici, ho deciso di metter su famiglia.
Speravo ad esempio in una vera pista ciclabile, in un parco giochi per i bambini nella cava, in qualche marciapiede....
La vicenda dell'antenna mi ha sorpreso ed amareggiato soprattutto in considerazione del fatto che navigando su intenet mi sono spesso imbattuto in vicende che vedono protagonisti: da una parte i cittadini e la loro amministrazione comunale e dall'altra le varie aziende di telefonia.
Spesso i comuni, sotto la spinta dei cittadini, negano l'autorizzazione alla istallazione di antenne e le aziende telefoniche fanno ricorso al TAR (QUASI SEMPRE PERDENDO).
Questi amministratori li ho votati anch'io e mi ripagano mettendosi dalla parte della TIM che tenta di compiere uno scempio paesaggistico rovinando una delle zone piu belle con vista sulla chiesa dell'undicesimo secolo ....e dell'antenna!
----------------  RISPONDI





In risposta a: Ospedale di Eccellenza? forse di 3° categoria... del 20/10/2010 - 11:05
Vizio italiano
AUTORE: Sarchiapone
email: -

20/10/2010 - 18:58

Gli italiani sono molto attenti a rivendicare i loro diritti, ma si dimenticano quasi sempre i propri doveri, di cui uno di questi è pagare le tasse.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
non commento
AUTORE: Massimiliano Telluri
email: [protetta]

20/10/2010 - 16:02

Mi dispiace, caro Simone ma non rispondo a chi non si identifica con nome e cognome. Se vuoi interagire con me identificati correttamente.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Da "La nazione" di oggi. del 20/10/2010 - 14:22
A Geronimo
AUTORE: Snoopy
email: -

20/10/2010 - 15:27

Geronimo, ma che post è il tuo. Qual'è il contributo? Persona educata!? Un motto del ventennio fascista diceva: Educare a più non posso, istruire quanto basta. Medita, vai, e la campagna elettorale lasciala fare a "tradizione e libertà", perché te sei un po' scarsino, mi sembra...
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Da "La nazione" di oggi.
AUTORE: Geronimo
email: -

20/10/2010 - 14:22

Su "La Nazione" di oggi ho letto i commenti e le previsioni sui futuri candidati alle prossime elezioni amministrative e, con sorpresa, ho letto che la lista " Tradizione e futuro" potrebbe candidare a prossimo sindaco l'avvocato Carlo Cavalletti, che conosco poco personalmente ma so essere persona seria, giovane e di notevoli capacità. Ho conosciuto e stimato per la serietà e capacità, molto bene suo padre e conosco altrettanto bene la madre per la serietà e l'onestà dimostrata in ogni occasione. Ho scritto che non lo conosco bene, ma ho la certezza che è cresciuto ed è stato educato come meglio non sarebbe stato possibile. Credo che sarebbe la persona giusta per guidare il Comune con la serietà e la capacità necessarie.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Antenna x cellulari del 19/10/2010 - 23:39
Risposta per l'antenna
AUTORE: Cittadino sotto l'antenna
email: [protetta]

20/10/2010 - 13:59

Salve, partiamo dal presupposto che l'insediamento non è stato autorizzato dal comune ORA !!!, sicuramente è da circa un anno e mezzo che il comune sapeva, le ricordo che il Comune da quando è uscita la legge avevano 10 anni per varare un piano urbanistico per questo tipo di insediamenti, quindi poi le cito un passaggio che potete leggere sulla Regione Toscana in merito:

Competenze comunali
Secondo quanto previsto dal D. Lgs. 259/2003, dalla l.r. 54/2000 e dalla l. 36/2001, al Comune spettano le seguenti funzioni:

pianificazione dell'installazione degli impianti attraverso l'adozione di un regolamento urbanistico che individua le aree idonee agli impianti e non idonee;
IL COMUNE LO HA IL PIANO ?????

svolgimento dei compiti di educazione ambientale e di informazione delle popolazioni interessate.
IL COMUNE A FATTO EDUCAZIONE AMBIENTALE INFORMATIVA ???

FACILE PARLARE SENZA ESSERE COINVOLTI PERSONALMENTE !!!, LE RICORDO SOLO CHE I MIEI FIGLI SONO ESPOSTI 24 ORE AL GIORNO!!,

PAGHIAMO UN MUTUO CON TUTTI I SACRIFICI DI UN SOLO STIPENDIO ENTRANTE IN FAMIGLIA

SA IL RISULTATO:

1 - FA MALE !!!, (AVEVANO ALTRI POSTI)

2) - SVALUTAZIONE DELL'IMMOBILE

3) - INSEDIAMENTO IN UNA ZONA GIA DI PER SE PIENA DI PERICOLI
- PER L'ACQUEDOTTO CHE HA AUMENTATO LA PORTTA DI ESRTAZIONE
- INSTABILITA' E PERICOLOSITA' DEI MASSI DELLA CAVA. Al pallottolaio invece di sanare una caduta massi avvenuta poco tempo fa hanno visto bene di chiuderla la strada si fa prima e si spende meno NO ???.

Le sembra che possa bastare ?, NO !!! mi sembrava giusto arricchire il tutto con l'insediamento dell'antenna NO !!!

PERFAVORE PRIMA DI COMMENTARE, O DISCOLPARE BISOGNA INFORMARSI SUL CAMPO !!!

SCUSATE LO SFOGO, MA ORA

->>>> B A S T A
----------------  RISPONDI





AUTORE: residente
email: -

20/10/2010 - 11:05

Ieri ho chiamato il Cup per prenotare una risonanza magnetica. Dopo un quarto d'ora di attesa in linea, incredibilmente mi è stato detto di richiamare fra una settimana-dieci giorni per prendere l'appuntamento perchè per il momento non avevano disponibilità a prenotare da parte del reparto interessato. Comunque l'attesa sarebbe stata piuttosto lunga.
Se questo è un ospedale di Eccellenza, chissà come sono quelli di 3° categoria...
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Buona la prima
AUTORE: Nativo Baldinacca
email: -

20/10/2010 - 9:57

Il cosiddetto tubone è un operazione “sovietica”. Qualche anno prima del crollo del muro si voleva dimostrare che in quel mondo non esisteva disoccupazione come nei vituperati paesi capitalisti ed il rimedio era semplice: il lavoro di una persona si faceva fare a due persone, dividendo così anche lo stipendio creando immediatamente due poveri.
Si può pensare benissimo a montanti compensativi per economie povere ma…non tutte le ciambelle hanno il buco uguale.
Nel caso levassimo 1500 euro da uno stipendio di un grande menager e li dessimo ad un disoccupato risolveremmo un disagio senza procurare gran danno all’altro.

Il nostro Serchio lo scorso inverno ha “donato” anche troppa acqua al nostro lago ed ha fatto come il sottoscritto quando d’estate gli stravanzano susine, pesche e fichi: ale!!! vai!!! ce n’è per tutti ma…da ora all’estate? migragna!

Vedo che si sta aprendo un bel dibattito già di mattinata sulla questione “lago morto” e la rianimazione è cosa difficile anche per gente esperta nel ramo.
Pensare di vietare pesticidi e diserbanti solo in bonifica è come dare un po di cremina al deretano infiammato, si avrà si un certo sollievo ma è da moderare soprattutto quello che parte dalla nostra bocca lassù in alto ed anche l’acqua che va nel lago con i pompaggi parte dai poderi: Isola, Baldinacca, Cotonmoro, Storrigiana ed anche se non ci sono più i contadini quella terra viene coltivata e…
----------------  RISPONDI





In risposta a: E' morto il Lago. del 20/10/2010 - 0:13
Dragaggio e allagamenti
AUTORE: Meghe
email: -

20/10/2010 - 8:31

Gli allagamenti potrebbero servire per la filtrodepurazione.Inoltre va ricordato che molti terreni intorno al lago sono molto al disotto del livello del mare e che a breve tempo, tornerati allagati da soli,almeno che si facciano opere faraoniche per tenerlo asciutto.
----------------  RISPONDI





In risposta a: E' morto il Lago. del 20/10/2010 - 0:13
Il lago Un luogo meraviglioso
AUTORE: Meghe
email: -

20/10/2010 - 7:04

Condivido pienamente L'analisi fatta.Credo che sia ora di fare veramente qualcosa, anche se è troppo tardi.Il nostro paese è troppo legato al lago non possiamo lasciarlo così.Un progetto ma efficace credo che esista, basta che venga attuato senza se e ma.Viva il lago e la bonifica che tante generazione a fatto rallegrare.
----------------  RISPONDI





In risposta a: E' morto il Lago. del 20/10/2010 - 0:13
sul lago
AUTORE: cittadino n
email: -

20/10/2010 - 0:37

Un paio di parole sul lago. Credo che siano due le cose necessarie per salvarlo: il tubone (eh si, mi sa che non ne può più fare a meno) e vietare l'uso di concimi azotati in tutta la sua bonifica. Questa cosa è molto onerosa per i coltivatori diretti, ma è secondo me la chiave di volta. In misura minore, costosi ma importanti, potrebbero essere il dragaggio di alcune aree (in realtà andrebbe dragato tutto il lago...) e la pulizia dei canali. Per quanto riguarda l'allagamento di aree di bonifica, non so quanto possano aiutare il lago.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Antenna x cellulari del 19/10/2010 - 23:39
ancora antenna (leggete)
AUTORE: cittadino n
email: -

20/10/2010 - 0:32

Premetto che l'antenna la stanno mettendo gli operatori, non il comune. Per il resto riporto un articolo di giornale, buona lettura.

Il sindaco non può bloccare l'antenna di telefonia mobile (da Il Sole 24 ore):
È illegittima l'ordinanza del sindaco che ha disposto la sospensione della costruzione degli impianti di telefonia mobile, motivata con l'allarme suscitato nella popolazione per il pericolo di inquinamento elettromagnetico e con la mancanza dei pareri necessari per il permesso di costruire. Così ha stabilito il Consiglio di Stato, sezione VI, con la sentenza 4889/10, confermando le decisioni emanate dal Tar Puglia-Lecce.
L'iter
Il caso riguardava i lavori di costruzione degli impianti di telefonia mobile del comune, e il sindaco, sulla base di timori espressi da alcuni abitanti, ha emanato un'ordinanza d'urgenza di sospensione dei lavori. Il Tar ha accolto i ricorsi (specie per la mancanza di una congrua motivazione) e il Consiglio di Stato ha confermato le sentenze, sulla base dei seguenti argomenti:
ein materia di emissioni elettromagnetiche, la tutela della salute è affidata in via ordinaria agli organi dello Stato, che la esercitano nel rispetto di norme di rango primario, in particolare della legge 36/2001 e dei relativi decreti attuativi;
rquesta competenza non può essere derogata da provvedimenti extra ordinem del sindaco, che possono essere emanati soltanto se l'autorità competente non può intervenire con i mezzi giuridici ordinari;
tdi conseguenza, l'ordinanza del sindaco è illegittima e ne viene confermato l'annullamento.
La regola generale
Il dispositivo della sentenza è esatto, ma la motivazione indica una regola generale che non collima con l' attuale sistema delle norme. Infatti, il sindaco è pur sempre «autorità sanitaria locale» (articolo 13 della legge 833/1978) e potrebbe quindi legittimamente intervenire, sia nell'ipotesi del superamento dei limiti di inquinamento elettromagnetico stabiliti dal Dm Ambiente del 10 settembre 1998, n. 381, sia nell'ipotesi del superamento dei limiti stabiliti dall'apposito regolamento comunale, previsto dall'articolo 8, comma 6, della stessa legge 36/2001.
Il punto rilevante è però che l' attuale sistema delle norme in materia di sanità è frammentario e disorganico. Le norme attribuiscono sovente identiche competenze ad autorità diverse e sarebbe perciò necessaria, oltre a una semplificazione abrogatrice, una meditata risistemazione di tutte queste competenze.

http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2010-09-20/sindaco-bloccare-antenna-telefonia-080329.shtml?uuid=AYHDxcRC

Spero che abbiate letto fin qua.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
E' morto il Lago.
AUTORE: Osservatore
email: -

20/10/2010 - 0:13

E' morto il Lago, viva il Lago. Si può dire? No, non si può dire, perché avevamo solo quello e non ci potrà essere un successore al quale tributare la nostra acclamazione.
Ha cominciato ad ammalarsi più di quarant'anni fa e il nostro menefreghismo nei confronti della natura e dell'ambiente (magari saremo pronti a scendere in piazza per Ikea) insieme alle colpe dei suoi tutori lo hanno lasciato agonizzare fino ad oggi, che ne è stata dichiarata la morte. Innaturale, violenta, oltraggiosa.
Ora si vorrebbe correre ai ripari, ma la resurrezione non è né opera divina né umana: è impossibile. Il Lago è morto, e la morte è definitiva. Si potrà tentare di crearne un sostituto, una copia, ma l'originale non lo avremo più. Non avremo più quel bene stupendo, vivo, pieno di vita e di tradizioni che conoscevamo. E che ci bastava fosse dichiarato patrimonio nostro.
Ora non ci resta che stare a sentire cosa riusciranno a inventare per rifarlo, ma patrimonio non lo sarà più: quell'eredità l'abbiamo annientata.
Voglio mettermi nel lungo elenco di chi dice cosa fare per dire anch'io, nel modo più semplice, il mio parere. Solo un parere. Ragionando senza il garbuglio di terminologie tecniche e paroloni dai quali spesso non si ritrae né una corretta informazione né una giusta opinione, ma si pensa che se una cosa è detta con tante grosse e belle parole deve per forza essere una cosa positiva.
Voglio dire la mia per sentirmi rispondere che sbaglio e perché. Anche se non serve a niente, perché ormai abbiamo sperimentato che se un semplice cittadino fa una proposta, fosse anche valida, non verrà presa in considerazione perché i governanti le idee vogliono averle da sé, e se uno glie le spiattella bell' e pronte si offendono e le rifiutano perché non le hanno pensate loro. E almeno le avessero, le idee. E non solo non prendono in considerazione le idee dei semplici cittadini, ma non accettano nemmeno quelle degli esperti, a meno che non rispondano ai loro desiderata.
Non mi si accusi di sfiducia se dico questo: di esempi ne abbiamo a bizzeffe, e basta essere al mondo per accorgersene. Perciò credo sia meglio non fidarsi troppo, stare molto attenti e nutrire prima qualche sospetto anziché trovarceli verificati a cose fatte e riempire pagine di giornali a piangerci su).
In questo momento il progetto di cui si parla di più sembra il cosiddetto “tubone”, un canale che porti acqua al Lago per ricrearne il livello e mitigarne l'inquinamento. Se questo è ancora il progetto che si vuole realizzare bisognerà pensare anche al suo costo, e questo a suo tempo lo sapremo.
In questo momento invece bisogna sapere che dovunque si faccia, questo collegamento fiume-lago, sottrae acqua al Serchio e ne riduce la portata con la conseguenza che le acque salse risaliranno buona parte del suo corso. Qualche anno fa furono fatti prelievi dai quali risultò che la salinità era rilevabile fino al porto di Nodica; questo a causa della ridotta portata del Serchio per una serie di motivi che sarebbe troppo lungo elencare. Se con il tubone si riduce ulteriormente la portata del fiume la salinità risalirà più a monte col rischio che l'infiltrazione inquini le falde potabili di Vecchiano. Classico esempio di come per risolvere un problema se ne creino due.
Sappiamo da anni che il forte emungimento degli acquedotti di Vecchiano e Pisa ha estinto le sorgenti che alimentavano il Lago e ne ha abbassato quel livello che contrastava l'afflusso di acqua salsa, che ora ha libero ingresso dal canale Burlamacca, da decenni non più regolato dalle Porte Vinciane.
L'aumento della salinità ha trasformato il bacino lacustre da costiero a lagunare compromettendo definitivamente tutto il suo ecosistema. E questo è il male minore, perché morto un ecosistema se ne forma uno nuovo. Ma se oltre alle acque salse il Lago raccoglie scarichi industriali e domestici non depurati,acque provenienti dal dilavamento delle terre di bonifica e percolati di discariche, come tutti sappiamo, quale altro sistema si può formare se non quello fognario?
Ormai non sarà più possibile riportare il Lago al suo stato originario, ma affinché almeno non resti quello che è: un sistema fognario a cielo aperto, e mortifero, come ci avvertono USL e ARPAT, qualcosa si dovrà pur fare. Forse non basteranno vent'anni, non dico per salvarlo, ma almeno per avviarne il risanamento. Però bisogna cominciarla la terapia, le chiacchiere non sono medicina.
Escludendo il famigerato tubone, quali altre soluzioni ci sarebbero? La mia idea è che il Lago si alimenti con le acque reflue di tutto il suo bacino -ovviamente depurate- anziché dirottarle verso altri comuni che le depurino e le gettino inutilmente in mare. (Ricordo che qualcuno ha molto esultato per questo “grande e intelligente progetto” di dirottare verso Pisa le nostre acque reflue).
Ammesso che l'uso di acque reflue depurate sia possibile, bisognerà costruire depuratori dove non ci sono, far funzionare quelli che ci sono e potenziare quelli insufficienti.
Detto questo resta però un altro grande problema, quello degli sgrondi dei terreni agricoli. Questo è un problema ovunque ma qui è concentrato specialmente nei terreni bonificati dove si fa uso indiscriminato di diserbanti, pesticidi, fertilizzanti e quant'altro. Non mi risulta che sia mai stato attivato un controllo sull'uso di tali veleni in agricoltura. Vent'anni fa, dopo un'incredibile moria di selvaggina, furono i cacciatori a chiedere un esame di questi terreni e il risultato fu che erano contaminati da veleni chimici in misura mille volte superiore al tollerabile. (Che il tollerabile non si sa che misura abbia, ma a essere meno stupidi e più attenti alla salute, il tollerabile dovrebbe essere zero).
Ci sarebbe infine un'ulteriore opera di grande utilità ed efficacia: l'ampliamento del bacino palustre, la cui vegetazione spontanea darebbe un buon contributo al risanamento delle acque. (Questo è parere d'esperti).
Dalla parte di Vecchiano lo si potrebbe fare costruendo un argine-strada sulla via della Costanza -che sarebbe anche un'opera definitiva contro eventuali straripamenti del Lago- e riallagare la fascia di bonifica compresa fra questa strada e l'attuale arginello.
Credo che il costo di tutte queste opere: depuratori, argini-strade ed esproprio di terreni da riallagare costerebbe molto meno di un tubone.
----------------  RISPONDI





In risposta a: incidenti vai del 19/10/2010 - 20:30
a Massimiliano Telluri
AUTORE: simone7002
email: [protetta]

19/10/2010 - 23:51

Caro Massimiliano, condivido in parte il tuo intervento sugli incidenti alle manifestazioni di questi giorni con relativi scontri con la polizia.
E' certo che vi siano personaggi dediti a creare le condizioni di uno scontro con gli agenti, l'esperienza storica che mi sono fatto tuttavia a volte parla di "agitatori" strategicamente posti affinchè le cariche possano eseguirsi, pertanto ci andrei cauto con l'additare centri sociali o quant'altro si possa utilizzare a giustificazione.
Resta il fatto che lo Stato attacca i suoi cittadini nel momento più critico, ovvero quando, non avendo risposte dallo Stato Stesso, cercano visibiltà per manifestare il loro stato di disagio e non aspettano certo in risposta cariche e manganellate.
Il fatto poi che in determinate circostanze, e il riferimento ai fatti di Genova della sera scorsa, nonostante gli avvisi ricevuti, si siano permessi atti come quelli trasmessi in diretta e non solo, non giova certo alla causa che tenti di rappresentare.
Dal punto di vista della vostra professione, partecipare alla tenuta dell'ordine pubblico in certe situazioni è assai oneroso e per questo dovete essere sostenuti ed aiutati dai più, sarebbe utile che certi espedienti sopradescritti venissero denunciati da voi stessi in modo da proferire una maggiore fiducia da parte di tutti che in altre circostanze non manca ma per quanto riguarda il fenomeno delle manifestazioni di protesta sia sindacali che politiche tende a scemare.
A titolo di esempio, se durante la famosa carica in Piazza Navona a Roma per dividere due schieramenti di studenti apparentemente opposti aveste smascherato il gruppo di poliziotti infiltrati al solo scopo di creare le condizioni per la carica stessa, credo che la stima nei vostri confronti salirebbe vertiginosamente, del resto la chiarezza e la trasparenza dovrebbero essere alla base di qualunque individuo onesto.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Antenna x cellulari
AUTORE: Napoltano Francesco
email: [protetta]

19/10/2010 - 23:39

Se, come sembra, il Comune di Vecchiano non ha adottato a suo tempo il piano delle installazione degli impianti di radiocomunicazioni sarebbe grave. Ma lo sarebbe ancora di più, perché non ha imparato dall’errore del comune adiacente, che non avendo adottato prima il piano, si è trovato nel 2009 un impianto in pieno paese: andate a vedere l’antenna in via Lidice di San Giuliano Terme, dove gli abitanti trovano a pochi metri dalle proprie finestre una “bella veduta”.
Con il procedimento di adozione del piano vi è un confronto e una concertazione con persone fisiche, persone giuridiche, gestori impianti, e poi la politica decide prendendosi tutte le responsabilità delle scelte fatte. Quindi non bastano gli ok di Arpat, Usl, Sovrintendenza per dimostrare di essere in regola.
Non mi capacito come il comune di Vecchiano abbia potuto fare un simile errore a poco distanza dalle prossime elezioni comunali.
Mi viene in mente, a proposito, quanto l’ex assessore regionale Agostino Fragai ha predicato invano sulla partecipazione dei cittadini come un nuovo patto tra istituzioni e cittadini.
Le amministrazioni avranno anche le loro colpe, ma le aziende che installano queste antenne hanno un buon senso pari a zero!
----------------  RISPONDI





In risposta a: Un plauso all'amministrazione.... del 19/10/2010 - 15:48
Ringrazio anch'io...
AUTORE: Nodica
email: -

19/10/2010 - 23:35

Abito in via Corta. GRAZIE AMMINISTRAZIONE
Quando uno non sa di cosa parla dovrebbe avere il buon gusto di stare un pò in rispettoso silenzio.
Diminuire di alcuni secondi la durata del verde, più o meno da 15 a 10, non significa ammettere che era il semaforo a provocare gli incidenti (sulla via Provinciale n.d.n.) ma semplicemente a scoraggiare gli automobilisti che imboccavano via Corta, ad accelerare quando vedevano il semaforo verde in lontananza.
Solo i cretini non cambiano mai idea.
Con un solo intervento il tuttologo Ultimo si preoccupa del semaforo di Nodica e del ripetitore di Vecchiano. Magari abita a Migliarino o a Filettole...
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 15700 articoli in archivio:
 [1]  ...  [623]   [624]   [625]   [626]   [627]   [628]   [629]