none_o


Evento davvero memorabile a san Giuliano Terme il 25 luglio a partire dalle ore 18, all'interno del Fuori Festival di Montepisano Art Festival 2024, manifestazione che coinvolge i Comuni del Lungomonte pisano, da Buti a Vecchiano."L'idea è nata a partire dalla pubblicazione da parte di MdS Editore di uno straordinario volume su Puccini - spiega Sandro Petri, presidente dell'Associazione La Voce del Serchio - scritto  da un importante interprete delle sue opere, Delfo Menicucci, tenore famoso in tutto il mondo, studioso di tecnica vocale e tante altre cose. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
 0
Sono disponibili 0 articoli in archivio:
 [1] 
In risposta a: del
Il mare
AUTORE: Sofy
email: -

12/7/2024 - 8:11

Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno sciabordio d'onda in più
o in meno
un urto, una spuma in più
uno scoglio in meno
a seconda della posizione
del sole
degli astri delle stagioni
delle maree delle correnti...
dell'interpretazione dei sentimenti
delle sensazioni
che scatenano emozioni
Il mare
calamita e poi fagogita pensieri
sogni desideri...
e li dissolve in un baleno
li nasconde, li cela nell'oblio
mentre lo sciabordio, l'altalenarsi
delle onde
culla blandisce accarezza
dondola ninna lusinga...
Con la più naturale tenerezza
lambisce la pelle
rapisce l'anima
allevia il cuore
Con la complcità delle onde
e della brezza
dissolve delicatamente delusioni
lenisce dolcemente le illusioni
gli affanni i crucci
placa gli umori gli ardori
vibra la speranza
di novelli amori
in uno sguardo lontano...
un tuffo nel profondo
Un cormorano affonda
si sazia
Le ali come mani
protettive distende
spiumaccia riposa
nell'attesa curiosa
del domani




In risposta a: del
Il mattino ha l'oro in bocca
AUTORE: Tonia
email: -

2/7/2024 - 10:17

Alzarmi prestissimo al mattino
è un'adorabile scoperta senile
esco subito in giardino
e abbevero i fiori
Mi godo la piacevole
sensazione
del frescolino
che c'è fuori
il silenzio, lo scambio
di consegne
fra il buio e la luce,
fra Elio e Selene
e quel romantico barlume
che non si avverte
al crepuscolo
quando si affaccia
la timida Luna
e Febo, stanco, la saluta.
I dialoghi cantati
dai pennuti
i convenevoli
i benvenuti
gorgheggiati alle creature
sonnecchiose
sono dolci melodie
ataviche
ripetitive
ma armoniose.




In risposta a: del
Attualità
AUTORE: Cory
email: -

14/6/2024 - 21:33

Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme...
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze
e le diversità.
Se si spartissero le risorse
anche solo di un pochino,
si potrebbe salire tutti
almeno di un gradino
Ma chi ha già tanto
non ammetterà mai
di avere troppo
ecco allora che qui
comincia l'intoppo
Al tanto , al troppo,
ci si aggiunge l'ultra
il super e l'extra
e l'esistenza diventa
un'arena, una corrida,
un ring, una palestra
dove ognuno migliora
le proprie prestazioni
ma non è detto
purtroppo
che siano proprio
le migliori!




In risposta a: del
Poesia
AUTORE: emiliano dalle piagge
email: -

6/6/2024 - 18:38

il richiamo di cose
perdute,stanotte,dilaga
per il chiostro dell'anima
mia vaga,come bruma di seta
che lenta si sfà.
Filamenti di volti,
laceri spettri irrisolti che il tempo
aggroviglia sbuffando
nell'eco di passi mai mossi.
E cosi,sonnambulo
nel dedalo delle ultime ore,
il pensiero s'ammassa
in cerca del bandolo
per sbrogliare la matassa del cuore.




In risposta a: del
Libertà è partecipazione, non imposizione
AUTORE: Dino
email: -

2/6/2024 - 13:42

Ciò che mi inquieta e mi fa molta paura
è che si scivoli subdolamente nella democratura
Non sorella ma sorellastra della democrazia
La miglior forma di governo che attualmente ci sia
Il popolo è sovrano fino a quando una mano
arrogante e prepotente non impone alla povera gente
la legge, e costringe con forza, anche bruta
all'obbedienza passiva, togliendo la dignità
la parità
la giustizia
e la libertà.
Soltanto la democrazia partecipata
riesce a dare all'esistenza collettiva
la facoltà di espressione
di libera opinione
di regolare elezione




In risposta a: del
A Libero nel suo 5 compimese
AUTORE: Sonia
email: -

19/5/2024 - 11:41

Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello del nonno
e del bisnonno
che ti hanno tanto atteso
desiderato
Ma tu sei arrivato
quando l'ha deciso
il fato
Sono però sicura
che dalle nuvole lassù
un coro di nonni
tifano per te
Invece la luna
sorride complice
perche'
conosce la fortuna
che ho ricevuto
nel poterti
ammirare
cullare
vezzeggiare
accarezzare
sognare




In risposta a: del
resterai per me importante
AUTORE: fede e valerio poeta............vers 2/3
email: -

13/5/2024 - 1:18

Credevo di riuscirci mare
Ma non ti potei solcare
Ma è vero giuro è vero
Pur cambiando la vela e mura
Se gira il vento dritta
Al cuore
Per amarti come io posso
E lasciarti andare
Ma non scordarti di me

Avrai la vela che vuoi avere
Fuggendo col tuo vento solare
Ma è vero giuro è vero
Resterai per me importante
Non potrò mai scordare niente
Nemmeno quando la luce
Ti guiderà distante
Ma non scordarti di me

Ci si incontra ci si guarda ci si perde
Scusa se non ho potuto far di più

Tu sei in me,sempre in me
Mare e riva perché
Senza te non mi so abbracciare
Dove sei, cosa fai
In quale mare sarai
Lo spazio tempo non posso cambiare
Di qualu.que delitto ti perdonerei
Io che aspetto un messaggio vocale qui
E poi te................

O non ti avrò mai più accanto
Farai la vita che vorrai
Ma è vero giuro è vero
Non ci riesco a volerti male
Proprio questo vuol dire amore
Restare vivo sapendo aspettare
Più di quanto non riesco a dirti
Con le parole
Per non scordarti di me

I veri amori van difesi
Fino in fondo
Scusa se non lo ho saputo
Fare anche io
Sempre tu vivi in me
Con o senza un perché
Anche se mi hai già fatto morire
Cosa fai senza me
Dimmi il brutto di te
Che così ti potrei già scordare
Io non penso che tu sia senza un anima
Devi solo "impararmi" ad odiarti un po'
......
........sempre tu,dentro me
Mi hai lasciato di te
Quel messaggio che non mi fa rassegnare
Solo tu...............

Ma so già che dovrò lasciarti andare
Perché amore non è mai possedere
Amore è vivere nel rispetto e
Condivisione
Nel comu.icare mai nel subire
Amore è vivere lasciando in pace
Chi vuol vivere lontano da te
Ma non dimenticarti di me
Quando lui ti chiederà di me
Non lasciarti andare a raccontARe
Digli quel che vuol sentirsi dire..............................
Lascia che passato sia banale
È la legge di ogni nuovo amore .............
Ma se un emozione da lontano
Ti dice ancora che ti amo
Io avrò
Occhi per volare
Ed ali per guardare
I tuoi occhi ....
.
Perché il nostro amore è stato
E sarà sempre amore
Come sanno i nostri figli ..........

Anche per questo resterai per me
Importante
...non dimenticarti di me




In risposta a: del
L' Amore materno è totalitario ma non despota
AUTORE: Sofy
email: -

12/5/2024 - 8:58

Vita

La maternità
è un sentimento
profondo
innato
viscerale
presente
nell'umanità
e nel mondo animale
La cura
dei cuccioli
tutti
sia belli che brutti
Sgorga
come acqua di sorgente
irrorando
l'anima e la mente
Perdura
integralmente
durante la vita
e poi
trasmigra
a profusione
col turnover
di generazione
in generazione




In risposta a: del
Primo maggio
AUTORE: Sofy
email: -

29/4/2024 - 9:48

C'è qualcosa, un tesoro
che tutti cercano.
Non è pietra preziosa
ne' scrigno d'oro:
si chiama semplicemente
LAVORO
Se poi al lavoro
si aggiunge la passione
allora diventa professione,
se non addirittura
una missione.
Se però il lavoro
ti leva la dignita
la rispettabilità
limitandone fortemente
la libertà
fino a toglierti la vita
allora è ignobiltà
meschinità
e volgarità
Se poi lo perdi
per licenziamento
ti senti fottuto,
e in un momento
insieme al lavoro,
ti viene tolto
spudoratamente
il sostentamento
col decoro!




In risposta a: del
giorno dopo giorno
AUTORE: fede zarrillo poeta
email: -

28/4/2024 - 3:13

Non cancellerò
Quella foto tua
Come la gioconda
E la rosa gialla
Sulla pelle mia
Stare insieme a te
In quest anni miei
Insieme a tutto il resto
Tu mi scaldi spesso
Ma poi te ne vai
Senza più poesia
So che tornerai
Come neve al sole
In quell acqua e sale
E dirrai good bye

E la promessa se c'è
Da marinai
Amore gia' .....scommettero'
Sulla bugia
Ma il tatuaggio per te
Lo rifarei
Sul cuore respirero'
Farò magia
Su quello sfondo che c'è
Di noi o chi
Con quella creta perché
Ci modellammo così
Senza dirsi ti amo
Né entusiasmo nemmeno
O quel tannto in più

Quella luna lassù
Non sorrise più
Se n'e' andata via
Grammatica e poesia

E me ne accorgo adesso
Giorno dopo giorno
E la fantasia

Di quella rosa gialla
Dentro i respiri
......
Siamo volo nel respiro
E abbiam suoni dentro noi
Come le lacrime di quei bambini
Che combatton come eroi
Oltre il fiume nel deserto
Volan sopra delle fate
Asciugan pianto dalle lacrime
Di rugiada senza favole
Ma è la cruda realtà
La quale mostrerà
Ad ognuno
Oltre la nuvola
Di nebbia e grandine
Di acqua e polvere
Fango
Sotto la luna il tempo nevica
Ora per ora,nota per nota volo per volo
Il vento caldo libera
Fin dentro la grotta un fuoco crepita
Come fosse pioggia e grandine
O forse armi e fulmine
Come un tuono oltre il lucernario
Oltre il calendario dei giorni
Dei mesi degli anni
Che passano pigri e lenti
In orizzonti di verità e fantasia
Come la foto di quella scia senza più
Nuvole
In presepi che vengon pria del carnevale
Che come la neve si scioglie al giunger della Pasqua
Come il ghiaccio nel deserto in acqua
Ove un fiore sbocciera'
Rifiorira'
Da quella terra arsa dal sole ma oggi umida
Priva di diamanti e oro
Ma di sali minerali piena
In una scena vivida piena di ogni forma di vita
Lasciando vuota di malinconia
La disperazione
L'ansieta' del consumismo
Nella maleducazione
E si avvertirà un fremito in noi
Come fossim marinai
Privi di bugia e del troppo
Che giungon verso riva
Quella meta
Del teatro crudo e vivo
Della vita




In risposta a: del
Con Papa Francesco e Sergio Mattarella, sempre
AUTORE: Irene
email: -

25/4/2024 - 6:51

Se oltre a combattere
quotidianamente
Con mille problematiche
legate alla salute
al reddito
al lavoro
alla burocrazia
al ladrocinio
alla frode
alla corruzione
alla prepotenza
alla cattiveria
all'ingiustizia
al destino...
e alla sopravvivenza
della nostra Costituzione
(scritta col sangue
dei nostri Padri)
e dei valori universali
che garantisce...
allora
veramente
non ci rimane che
una seconda
Resistenza!




In risposta a: del
che un altra primavera .....vers due di vivi by St
AUTORE: fede
email: -

12/4/2024 - 5:50

Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per ritrovarsi ancora
Mano nella mano
L'altra parte del cielo

Non pensare al domani
L'oggi e il domani siamo io e te

Vivi che la vita è dura
Ma fai col cuore senza stancarti mai
Tutto ha senso se non ti arrenderai
Nell'armonia

Vivi e carpe diem
Respirami adesso sono qui con te
Che giorno per giorno ogni sera
Arriva domani e Tu

Vivi quanto vuoi
Viviamoci e poi

Che arrivi un altra notte
A regalarci amore
E il tempo non cancelli
Le nostre fantasie
Ogni mattino

Che ilcapellobianco
Ci faccia ricordare
Quelli che eravamo
Ma non con nostalgia
Di ogni passato

Il tempo e i giorni
Son fatti per passare
E meno male che passan da qui

Vivi che la vita è tua
Pretendi un sorriso e un
Fiore se non c'è

Se qualche luce.non si
Accenderà
C'è sempre Dio

Vivi come non mai
Vivi ilvento fra noi


Non aspettiamo che arrivi il futuro
Dopoil passato il presente siam noi

Vivi più di quella rosa
Che si colora specchiandosi in Te
Cammina leggera senza un età
Sessanta anni conpelle di velluto
Non vedere mai ilbicchiere mezzo vuoto
Restiamo contenti di noi

Vivi senza mai dire addio




In risposta a: del
Auguri
AUTORE: Sonia
email: -

31/3/2024 - 9:25

Non c'è una cosa più strana e sorprendente
di un uovo: grande nutriente,
ma se viene ben bene coccolato
regala una scintilla di creato
Può nascere un pulcino
un anatroccolo, un tacchino
un serpente, un uccellino
una formica, una rana,
un pesce o un punguino
pure l'ornitorinco o l'echidna
due mammiferi addirittura,
tanto è variegata la natura
Se però non è covato
ma è di fine cioccolato
al latte o fondente
perche' vario è il gusto della gente
contiene anche la sorpresa
che ahimè, può essere tanto deludente
da far rimpiangere la spesa
Ma la curiosità, si sa,
spinge nonni, zii e genitori
ad acquistarli...con incarti a colori
e molto appariscenti
per rendere i cuccioli contenti
Ve ne sono di artistici e molto costosi
ma alla fine sono tutti cioccolatosi
La sorpresa più bella, però, ce la regala l'uovo vero
ed è infinita:
sa contenere il germe della vita!




In risposta a: del
Insostituibile come l'ossigeno
AUTORE: Irene
email: -

24/3/2024 - 9:40

Il sole nutre
col suo splendore
il croco il bucaneve
la margherita...
Il cuore
cancella il dolore
se alimentato dall'amore
essenza della vita
Quando e dove
l'arma tace
si respira la pace
Quando tutti insieme
si lavora per il bene
dell'intera umanità
c'è benessere
per tutti
e libertà




In risposta a: del
Flora, ineguagliabile inimitabile fata
AUTORE: Sonia
email: -

20/3/2024 - 10:12

Dalle 04:06 ora italiana, e con l'equinozio è iniziata ufficialmente la primavera, poiche' il 2024 è anno bisestile..

Dietro ad una curva
su un poggio solatìo
tremano tre papaveri rossi
così rossi che di più non si può
Sono fiori pionieri temerari
al momento assai rari
Fremono sui lunghi esili steli
ancora leggermente sgualciti
non del tutto dischiusi
Intorpiditi
come ali di neonata farfalla
Accarezzati dal tepore
dei primi raggi di sole
ostentano una fiammante beltà
Sfidano i fiori delle aiole
in completa goduriosa libertà
Si chinano alla brezza leggera
si dondolano orgogliosi
ma già verso sera
le corolle si richiudono
intorno alla coroncina nera
a quel bottone prezioso
ombelico del mondo
che con l'ausilio degli impollinatori
che gli girano intorno
provvede al mantenimento
della vita
insiene all'anemone al giacinto
alla margherita...




In risposta a: del
vivrò ......il giorno prima e dopo............
AUTORE: fede e valerio poeta
email: -

18/3/2024 - 7:08

Vivrò con la faccia che tu amavi
Coi miei giochi sempre nuovi
Col difetto di sognare
Lo so che ho imparato a dirti amore
Quando ormai ci era di andare
Dove vado è da scoprire
Ma vivrò per quuesta vitaaaa
Così nostra e andata via
Perché tu che hai tenpo non lo butti
Via
Rivivro'' senza morire perché è stupido e incoscente
Ricomincero' dal niente e lo farò
Ma giuro che vivrò
E llo devo a te e basta
Alla tua armonia che ho disfatto da
Egoista
E vivrò di più
Con il problema che non vivrò con te

Vivrò più del matto che ricordi
Mi hanno fatto fare tardi
Ma vivrò per ricordarti
Amore e dintorni
Vivrò con la fronte verso il mare
E le spalle alla montagna
Come chi sta per partire
La lavagna del mio cuore
Al tuo ultimo messaggio
Sogni di oro amore mio e fai buon
Viaggio
Io vivrò perché son nato
Dove c'è sempre un altra porta
Per votare quella svolta
Dove ci sei tu
Non inventero' niente più di quel che
È vero
Non deludero' più il cuore contro a un muro
E farò di più
Per la stima che ho di te
Io vivro per te
E dirò di più
Dovunque io vivrò
Tu sarai con me..............


Il giorno prima e dopo nuclear war

Segue...............




In risposta a: del
Voilà
AUTORE: Sonia
email: -

11/3/2024 - 19:46

Pioggia lampi scrosci tuoni
pare un rombo di cannoni
È in arrivo primavera
nube grigia e nube nera
fanno intanto temporale
s'accapiglian mentre il sole
cuculeggia con le viole
Il maltempo la ghermisce
e l'inverno non finisce
per lo meno fino a quando
le sue forze cederanno
Elio è un poco intimorito
ma uscirà ringalluzzito
e una spinta gli darà
per brillare in libertà
Losco inverno
grandinando
mostra i muscoli
imprecando,
ma si sente ch'è in affanno
Toglie i petali dai fiori
ruba ahimè pure gli odori
vento e acqua a catinelle
sciupan tutte le corolle
Qui c'è voglia di tepore
vieni vieni fata Flora
tanta gente già ti adora
con un tocco di bacchetta
al vegliardo metti fretta!




In risposta a: del
Arrangiamento di sonia su...Gianni Rodari
AUTORE: Libera
email: -

10/3/2024 - 9:14

Viva la primavera
che viaggia liberamente
di frontiera in frontiera
senza passaporto
senza lasciapassare
senza la paura
di non ritornare
con un seguito di primule
mughetti e ciclamini
che attraversano i confini
cambiano nome come
passeggeri clandestini
esplode la margherita
simbolo di rinascita
di diritto alla vita
Tutti i fiori del mondo
sono fratelli
e sono incommensurabilmente
tutti belli!




In risposta a: del
solo by claudio
AUTORE: fede
email: -

6/3/2024 - 22:19

Non so chi sia,l'uomo con te
Nel sogno parlava dentro a quel bar
Piangevi già pensando a me
Stamani son ore di nostalgia

Non fuggire dal domani mai
Fa la scelta oggi ,quella giusta
E sul banco fra caffè e la mano
Già son prontoa respirar l'addio

Sento la scia ,profumo di te
Che il vuoto lasciava dentro di me
No ,non lasciare mai,quel sogno per me
È la tua vita in fondo or va da lui

Ma non scendere a patti mai
Cerca solo di volerti bene
E fra i suoni di quel palco e scene
Io piangevo se pur dentro me

Muore un giorno perché senza te
Col pensiero trasformato in tuono
Te ne andavi insieme a quel volo
Senza prose e ne ipocrisie

E laggiù tu dove sei
Se ogni tanto penserai
Che son qui rimasto solo
E chissà se quando vuoi
Con la chiave che tu hai
Tornerai indietro


Molto spesso canto i nostri brani
Quelli scritti a quattro mani al piano
Lei sorride verso me guardando e siede
Che le suoni per amor di lei

Ma un amore resta sempre vivo
Se col pensiero sento il tuo profumo
Non sa delle notti bianche né del progetto
Perché quel giorno te ne andasti via

E laggiù tu dove stai
Tu sei sola e pensi a noi
O mai ti sei voltata indietro
E laggiù gli amici tuoi
Son sinceri o falsi dei
E quel vuoto tu lo hai li

O tornerai indietro
E se lo vuoi davvero
Il sogno continuerà...........


O canterò solo
E scriverò solo
Ds solo per Te Vivrò




In risposta a: del
Eolo
AUTORE: Sonia
email: -

29/2/2024 - 7:58

Eccolo
Come una furia scatenata
è arrivato il vento
a riportare tormento
alle marine
Prima con le piogge
che hanno colpito
la montagna
con smottanento
frane piene slavine
e poi la campagna
allagata impolpata...
e infine se ne andrà
lasciando le rovine
dietro di se'
Noi ottusamente
a chiederci perche'
ancora una volta,
a leccarci le ferite
non ancora guarite
delle scorse sfuriate
Ignorare i lamenti
i segnali evidenti
che la Natura tartassata
ci manda accorata
è quello che
sappiamo fare
dopo la disperazione:
riparare
goffamente
e rimediare




In risposta a: del
il mare tra di noi
AUTORE: fede
email: -

29/2/2024 - 6:07

Non cercherò una scusa
Se la mia strada
È un altra già
Qualcosa ormai è cambiato
E quella luna
Viene e va
Qui cambierà la scena
Domani me ne andrò

Son foglia dentro al vento
Che non si ferma
e volera'
Via da giorni ormai già vuoti
Qui la mia vita
Se ne va
C'è l'aereo che mi aspetta
Per la meta si vedrà

Porto soltanto
La mia voce con me
Ed un immagine di te
Foto in frammenti
Amici e poi

E se domani
Il mio eco da qui
Svelasse al mare
Dove sto'
A quelle sirene
Tendero'
Le mani


Darò ai miei viaggi
Ancora
Voci e silenzi
Che tu dai
Quel muro che divide
Lo costruimmo noi
Ma tu comunque sia
Non lasciarti
Andare mai

Lascio soltanto
Una parte di me
Tanti sorrisi
E sguardi che
Tu fammi un cenno
Ma scegli te

Dentro una casa
Che ti parla di me
Anche se il mare
È fra di noi
Lascia un messaggio
Quando vuoi

...ti resta accanto
Il ricordo di me
Cambio la stada
E vita poi
Ma se hai bisogno
Tu lo sai , che
Io la tua strada
Lo so sempre dov'è
Il mare e vento
Tra di noi
Ma dimmi spesso
Come stai
Se lo vorrai




In risposta a: del
Una minuscola rosa e una grande mimosa
AUTORE: Sonia
email: -

20/2/2024 - 10:54

L'amore è amore
senza se e senza ma
Raggiungerlo
è l'aspirazione
più ambita
desiderata
sentita
a cui tende
ogni creatura...
pur essendo una mistura...
Non è un sogno
ma autetico bisogno
Una minuscola rosa
forse troppo ambiziosa
s'è tanto innalzata
perche' innamorata
di una grande mimosa
che ubertosa
luminosa
l'ha inebriata
di un odore
dolciastro
amarognolo
che diffonde
subdolamente
insieme all'amore
e alla fragranza
in una mescolanza
di gioia e di dolore




In risposta a: del
Gioconda in balia dell'onda
AUTORE: Lisa
email: -

17/2/2024 - 16:18

Mi affascina il tramonto
anche quello che riesco a sbirciare
da casa
lontano dal mare
dagli scorci privilegiati
dalla vette delle montagne
dai paesaggi incantati
Sono ancora allibita
meravigliata stupita
dall'alba rosata
che scorgo di primo mattino
ancor sonnecchiosa
un po' sparuta
scarmigliata
curiosa
tra due edifici
che mi stanno davanti
Un ventaglio
di colori raggianti
mi ammalia e poi
sprizza verso il cielo
dove un velo più pacato
di ceruleo grigio
ancora indeciso
promette il sole
Le viole si sono concesse
e i narcisi iniziano
il turnover
le camelie e le azalee
si son lasciate andare
troppo presto
e ora cominciano a flettere
a denudarsi a sfiorire
lentamente
precocemente
inderogabilmente
sempre in bilico
tra fiorire e avvizzire




In risposta a: del
persone
AUTORE: fede
email: -

15/2/2024 - 6:33

È come quando cammini
Nella nebbia dei tuoi sensi
Provi anche a parlare
Ma si è soli fra la gente
Passanti che per te son come acqua
Verso riva ma di un onda troppo alta

Lo spazio tempo da solo
Non trascorre come i sensi
Il tempo passa comunque
Nel silenzio e in ogni gesto
Nel vivere nascosti da se stessi
Quando la buia luce priva i colori
E non vi è suoni


Vivi la tua età
Nella sobrietà
E non mi angoscerei
Se non sei fra quegli eroi
Ogni persona è importante
Dentro al lampo di una vita
Non assomigliare a gli altri
Prova solo ad accetarti
Il passato tu lo hai
Il futuro lo vivrai
Con quella ruga in più
Di saggezza ed armonia
Quel giudizio ti colpisce
Come taglian le parole
Ed incidono l'umore


Ci sono a volte rancori
Acque chete di memoria
A volte formano crepe
O squarci nella pietra
Fiumi, che si son poi ingrossati
Per piogge di mutanti meteo avversi
O secchi, cone fossero deserti


Vivi la tua età
Nell'unicita'
E non mitizzerei
Le persone come dei
Ogni persona ha dentro se
L'intensità della sua vita
Distinguiti da gli altri
Se si muovon come greggi

Vivi la tua età
Con semplicità
Amando cio che sei
Invecchiando più che puoi
L'Essere Eterno verrà un giorno
Tu non perder l'obiettivo
Senza le rughe Persone Nuove




In risposta a: del
L'amore è senza età
AUTORE: Sonia
email: -

13/2/2024 - 10:29

Confesso
senza alcun pudore
d'essermi nuovamente
innamorata
in età avanzata
di un piccolo grande amore
Mi sciolgo come neve al sole
mi mancan le parole
per esprimere
la profonda emozione
che mi trasmette
questo esserino
È un tenero pulcino
Un orsacchiotto
Un coniglietto
Un cucciolo adorato
che ama il contatto
col babbo...
con la mamma
anzi con la poppa,
quella birba,
che fatica
a far la nanna!




Sono disponibili 0 articoli in archivio:
 [1]