none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
PRESENTAZIONE DI Antonio Giuseppe Campo (per studenti e lavoratori fuori sede)
none_a
IL SEGRETARIO DE LLA SEZIONE DI SAN GI ULIANO TERME
none_a
Di Andrea Paganelli
none_a
IMMAGINA San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Bocca di Serchio-Bufalina
Domenica 15: Giornata di pulizia dell'arenile(Iniziativa rimandata)

9/3/2015 - 12:58

 
In arrivo la Giornata di Pulizia di Bocca di Serchio 2015 e della Bufalina

Vecchiano-

Domenica 15 marzo siamo tutti invitati a pulire l’arenile per migliorare uno splendido patrimonio naturale del nostro territorio. E’ questo lo scopo della ormai tradizionale Giornata di Pulizia di Bocca di Serchio, organizzata dal Comune di Vecchiano e dall’Ente Parco Regionale Migliarino–S.Rossore-Massaciuccoli.

Quest'anno, inoltre, la giornata prevede anche la pulizia della Riserva Naturale della Bufalina, primo evento partecipativo del progetto “Sai cosa ci riserva la Bufalina”, evento che è stato promosso dall'Amministrazione Comunale di Vecchiano, candidandosi tra le iniziative più interessanti selezionate dall'Autorità Regionale per la Garanzia e la Promozione della Partecipazione della Regione Toscana.

L’evento sarà, come di consueto, realizzato grazie alla collaborazione di varie associazioni di volontariato, tra cui Lipu, Legambiente, WWF-Pisa, a cui si aggiungono Ebn Italia e Lo Strillozzo, le Consulte e i Consigli di Frazione del Comune di Vecchiano. Inoltre, la giornata sarà arricchita da un piacevole momento conviviale, grazie ad un buffet gentilmente offerto dal Circolo giovanile Arci Vasca Azzurra di Nodica e Eudania, Società italiana di ristorazione. Le operazioni di pulizia, invece, saranno coordinate da Geofor spa, partner consolidato dell’evento.

Rinnovano la partecipazione all’edizione 2015 anche i volontari della Pubblica Assistenza di Migliarino, il Gruppo Alpini di Pisa, il Circolo fotografico Le Dune e il Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli, la Misericordia di Vecchiano ed il Swift Water Rescue Team Toscana, l’associazione vecchianese operante nel settore della protezione civile e precisamente nel campo del soccorso fluviale ed alluvionale, e Mare Sicuro. L'evento  ha il patrocinio del Parco MSRM, della Geofor e del Consorzio 1 Toscana Nord. Infine, vi è per il 2014 il contributo dell' Autorità Regionale per la Garanzia e la Promozione della Partecipazione della Regione Toscana.

 
Il Sindaco Giancarlo Lunardi esprime grande soddisfazione per questa manifestazione: “L’Amministrazione – esordisce il primo cittadino – è lieta di realizzare anche per il 2015 questo evento che ormai è divenuto un appuntamento fisso per il nostro territorio.

Dopo il successo di partecipanti dello scorso anno, confidiamo, anche per quest’anno, in una massiccia partecipazione di volontari e cittadini a questa iniziativa dal significato naturalistico, che ha, inoltre, lo scopo di educare al rispetto dell’ambiente. Ricordiamo che la “Giornata di pulizia di Bocca di Serchio” è un'iniziativa nata per tutelare un ambiente di straordinaria bellezza e soprattutto per richiamare sul luogo il fratino, uccello nidificante ormai raro”. Inoltre, non bisogna dimenticare che siamo di fronte ad un evento di pulizia completamente manuale che non interferirà con l’habitat naturale circostante “la pulitura dell’arenile attraverso la raccolta manuale dei rifiuti – spiega l’Assessore all’Ambiente, Massimiliano Angori – consente di evitare i mezzi meccanici, e quindi di tutelare un’area ormai divenuta patrimonio naturalistico internazionale.

Le giornate di pulizia degli anni precedenti hanno visto ad oggi la partecipazione di oltre 1.400 persone.

I risultati raggiunti gli anni scorsi sono stati i seguenti: raccolta di circa 750 quintali di rifiuti di vario genere: plastica, vetro, lattine, materiali ingombranti; rinvenimento, durante la stagione riproduttiva, dapprima di nidi con uova e successivamente di piccoli di fratino da parte degli esperti ornitologi. Grande merito senza dubbio va a tutte le associazioni, ai loro volontari ed a tutti i cittadini, piccoli ed adulti che hanno partecipato, in perfetta sintonia, durante tutte le giornate svolte”.

“Domenica prossima”, conclude Angori, “sarà dunque un’importante occasione di educazione ambientale all’aria aperta; invitiamo pertanto i genitori a portare anche i bambini a Marina di Vecchiano, per far arrivare ai più piccoli il fondamentale messaggio che la tutela dell’ambiente che ci circonda ha un valore imprescindibile”.

 

Appuntamento, dunque, domenica 15 marzo 2015, ore 9.00, con ritrovo a piazzale Montioni, a Marina di Vecchiano.

In caso maltempo l’evento sarà rimandato alla domenica successiva previo avviso sul sito web dell’Ente.

Per tutti i dettagli e per eventuali variazioni sull’evento, visitare il sito www.comune.vecchiano.pi.it

Fonte: Ufficio Comunicazione-Foto Luigi Polito, pulizia manuale della nostra spiaggia, edizione 2014
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

14/3/2015 - 18:57

AUTORE:
Lettore pignolo

Caro PG, più la rigiri e più ti intrighi. L'immondizia che viene dal mare non è che lo fa IPOTIZZARE un cattivo comportamento, è un REALE cattivo comportmento come quello di chi la butta sui cigli delle strade ma anche peggio perchè dalle strade si può raccogliere ma in mare uccide tante creature marine.
Ma sopratutto bisogna dire che buttare l'immondizia in giro per il mondo non è semplice maleducazione che fa meritare una romanzina e uno scapaccione, è un comportamento criminale perchè chi è capace di buttare in giro la sua immondizia è una persona malata nel cervello e quindi capace di tutto e pericolosa per l'umanità.

14/3/2015 - 16:30

AUTORE:
P.G_

Il lettore ha perfettamente ragione, la spazzatura è sempre roba nostra.
L'avere fatto una distinzione, sia pur lieve, fra le due serviva a rimarcare la differenza fra l'importanza che si attribuisce alla pulizia del litorale (evento, ripeto, utile per motivi sia di utilità sociale ma anche dal punto di vista culturale e della sensibilità ambientale) e l'indifferenza con cui viene trattata quella diffusa che si trova abbondante lungo tutte le strade.
Eppure,a pensarci bene, quella sul litorale è di provenienza marina, quindi indiretta o se vogliamo, mediata, mentre quella sui cigli delle strade (oltre a godere della più diffusa indifferenza) molto più diretta.
Si apre il finestrino della macchina e, direttamente, si getta la bottiglia sul ciglio della strada.
Oppure mettiamolo così: quella che proviene dal mare fa ipotizzare un cattivo comportamento, una maleducazione, per quella del ciglio ne siamo assolutamente certi.

14/3/2015 - 12:46

AUTORE:
Lettore

Non capisco come PG possa dire che tutto il troiaio che si trova sulla spiaggia di Marina di Vecchiano è INDIRETTAMENTE prodotto dall'uomo "perchè è il mare che lo spinge a riva". Ma in mare come ci è arrivato? Chi ce lo ha buttato? Se non è stato l'uomo sarà stata la donna ma non ci sono attenuanti, la spazzatura è sempre DIRETTAMENTE prodotta dall'umanità ignorante e mai scusabile.

12/3/2015 - 12:07

AUTORE:
P.G_

Lodevole iniziativa, ma io non vi parteciperò. Non getto bottiglie di plastica nè lascio alcun tipo di immondizia nell'ambiente e per tutto l'anno faccio la mia piccola raccolta dei rifiuti degli altri.
Qualcuno che lo faceva in passato è stato anche multato per le strane leggi di questo paese che impongono regole ferree che pare debbano essere rigorosamente rispettate solo dai normali cittadini.
Bene quindi la pulizia del litorale, con una doppia valenza, utilitaristica e culturale, ma vorrei far osservare che la spazzatura raccolta sul marõe è solo indirettamente prodotta dall'uomo perche è il mare che la spinge a riva. Ben diversa è la spazzatura abbondantemente distribuita lungo tutta la strada che da Migliarino arriva fino alla Marina.
Quella è direttamente invece opera umana, sia pure prodotta da un particolare tipo di cittadino, e viene costantemente ignorata.
(Certo chi percorre in macchina a oltre 100 l'ora la via del Mare difficilmente riuscirà a vederla).
Quando qualcuno deciderà comunque di rimuoverla mi troverà (condizioni permettendo) in prima fila.

11/3/2015 - 23:39

AUTORE:
osservatore attento

Vi invito a vedere la terzultima e quartultima foto.
Vedrete bambini, giovani,adulti e anziani che si impegnano con proprie energie a fare una cosa ammirevole.
E qualcuno che sta' li a GUARDARE.
A Livorno avrebbero detto: Guarda Ganzo Luili'!!!!!
Invece sul litorale romano: Ah dacce 'na mano!!!

11/3/2015 - 22:08

AUTORE:
Disoccupato

Chiedo all'assessore Angori se ai partecipanti viene elargito anche un piccolo contributo economico.
Ringrazio anticipatamente per una certa risposta!!