none_o

La storia degli Usi Civici è lontana nel tempo, quando chi non era nobile o faceva parte della grande famiglia ecclesiastica doveva lottare ogni giorno per sopravvivere alla povertà. Poter sfruttare una parte della altrui proprietà per piccole attività come quella di caccia, di raccogliere legna o erba rappresentava un diritto importante per quelle comunità che è arrivato, con alterne vicende, fino ai giorni nostri. I tempi sono cambiati e anche le problematiche.
Una piccola storia può essere utile per capire.

. . . . . . . . . . . . Baldinacca,
Brasiliano .....
. . . . . . . . . . . per voi e anco per quell'artri. .....
Mancano varie tipologie di sangue. . . https:/ / .....
. . . . . . . . . . . . . . . . . solo cinque azzurri .....
Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


CHI NON RIDE MAI NON è UNA PERSONA SERIA

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


MEGLIO UN GLAP OGGI CHE UN GLU GLU DOMANI

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


CREDO NEGLI ESSERI UMANI

Fratelli d'Italia - An Pisa
none_a
di Renzo Moschini
none_a
SAN GIULIANO TERME
none_a
Vecchiano, 18 giugno
none_a
S'inarca la notte
remota sopra i nostri pensieri
di stelle cosparsi.
Fuliggine d'astri e millenni ;si posa
sul dorso di lucciole ignare
che vagano .....
caro baffuto baffino ricorda che la fantasia se sfocia in diffamazione e calunnia quello e reato e non pregare la Santa Vergine a Roma davanti alla porta .....
Verso le prossime elezioni
L'opinione di EM.MA su fb.

28/2/2018 - 12:44

 

IL GOVERNO-FARSA DI MAIO E TANTA FUFFA SUI GIORNALI

 
Oggi, sul Corriere, Massimo Franco scrive: “Con spregiudicatezza, i Cinque Stelle cercano di accreditarsi come quelli che hanno già vinto. Danno in pasto all’opinione pubblica i ministri. Mettono il cappello sulla Presidenza della Camera. in qualche modo, si portano avanti per prefigurare una situazione nella quale l’incarico di formare il governo sarebbe inesorabilmente orientata su di loro: come se le valutazioni del risultato elettorale e l’analisi delle possibili maggioranze toccasse solo in parte a Mattarella. L’eco propagandistica della scelta di mostrare alcuni candidati ministri in televisione, ieri si è avvertita nettamente”.

Finalmente, anche il Corriere si è accorto che Di Maio e i suoi soci barano e cercano di imbrogliare anche i loro elettori più sprovveduti, con la farsa dei ministri nominati dallo stesso Di Maio. E siccome il Quirinale ha fatto sapere che nessuno, questa volta, nemmeno un funzionario di quarta categoria, lo avrebbe ricevuto il Di Maio, la sua lista di ministri fantasma è stata trasmessa al Quirinale via posta elettronica.

Sarà quindi depositata in computer. Infatti, il Corriere scrive che “il Colle non avrebbe alcuna intenzione di aprire la mail di Di Maio”.

Ridicolo.

E ridicoli appaiono quei quattro ministri-farsa di Di Maio cercano di spiegare quel che farebbero al governo che non c’è e non ci sarà. E non ci sarà perché il M5S dovrebbe ottenere la maggioranza assoluta dei parlamentari alla Camera e al Senato.

Lo stesso di Maio ha infatti dichiarato che in caso di maggioranza relativa “non faremo alleanze e di questi partiti non mi fido”. Insomma, il Di Maio che sa benissimo che non avrà una maggioranza assoluta ed è in competizione con gli altri partiti per una maggioranza molto relativa, vorrebbe voti gratis per il suo governo-fantasma, puntando sulla sua nota e provata grandezza di statista.

Tutta fuffa. Ma fuffa che riempie pagine di giornali. Ecco a cosa questi signori, ma anche giornali e televisioni, hanno ridotto il confronto politico elettorale, in una situazione del Paese che richiederebbe rigore e serietà.


+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

28/2/2018 - 14:52

AUTORE:
Riccardo Maini sempre residente a MdA

Ma doveva intervenire Massimo Franco per definire i Cinque Stelle un grande bluff che cercano disperatamente di accreditarsi agli occhi degli italiani come coloro i quali sono in grado di risolvere tutti i problemi?. Finalmente, anche il Corriere si è accorto che Di Maio e i suoi soci barano e cercano di imbrogliare anche i loro elettori più sprovveduti, con la farsa dei ministri nominati dallo stesso Di Maio.
Mi è arrivato un messaggino riferito a Di Maio che vorrei condividere con voi : “ 5 anni fa lavorava saltuariamente vendendo bibite allo stadio oggi grazie ai privilegi della casta guadagna 250mila euro l'anno e va in giro firmato dalla testa ai piedi. Senza alcuna esperienza amministrativa vuole governare l'Italia, ma la colpa non è sua …..è di chi lo vota!”
Condivido in pieno.