none_o

Gioia e picconate, abbracci e idranti, sbarre che si alzano e fiumane di vessati che sfociano nella libertà, l'euforico stordimento prodotto dall'onda d'urto del treno della Storia quando passa sferragliando e fischiando così sonoramente da rendere impossibile non accorgersene: la notte della caduta del Muro di Berlino, 30 anni fa, fu tutto questo e definirla 'storica' è quasi riduttivo. Era il 9 novembre del 1989. ..

Circolo ARCI Migliarino
none_a
Sezione Soci Coop Valdiserchio-Versilia
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Nella primavera del 2008 Rifondazione comunista, Partito .....
L’attuale deriva della crisi di sistema paese, .....
. . . . . . . . . . . ha avuto un enorme potenziale .....
Faccio ammenda volevo scrivere Cascina , ma non mi .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Cosa fare per evitare i fastidi causati dall'acaro autunnale
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
Parrocchia di Migliarino.
none_a
FIAB di Pisa.
none_a
Casanova di Terricciola, 9 novembre
none_a
Pisa, 30 novembre
none_a
Pisa, 7 novembre
none_a
Da Zero a Mille.
none_a
Circolo Il Fortino-Marina di Pisa
none_a
Lucca Comics & Games.
none_a
Val di Serchio
none_a
Val di Serchio
none_a
Cs campionato petanque
none_a
Situazione delle squadre della Val di Serchio
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
"Così a Dio piacque,
l'uovo da cielo cadde
e la gallina nacque!"
"Ora la destra è più forte"
Carlo Calenda contro Matteo Renzi

3/11/2019 - 15:10

Carlo Calenda contro Matteo Renzi: "Ora la destra è più forte"
Carlo Calenda ha contestato duramente i contenuti dell'intervista rilasciata da Matteo Renzi al Messaggero e ha ribadito che ora la destra è più forte di prima della nascita del Conte-bis

Carlo Calenda torna a tuonare contro Matteo Renzi. Il leader di 'Siamo Europei' ha contestato duramente i contenuti dell'intervista rilasciata dall'ex premier al Messaggero, rilaciati in buona parte sul suo profilo Twitter.

Matteo Renzi rivendica"l'operazione di igiene istituzionale" attuata dando vita al 'governo giallorosso', presieduto da quel Giuseppe Conte che, sempre in quella stessa intervista, lascia intendere di voler estromettere da Palazzo Chigi. "Con elezioni anticipate avremmo avuto aumento Iva, pieni poteri a Salvini, un capo dello Stato No Euro e tensioni sui mercati", dice il leader di Italia Viva. Una posizione fortemente contestata da Calenda secondo cui oggi la destra è più forte di due mesi fa, mentre l'Iva"(come sempre accaduto)" sarebbe stata sterilizzata da qualsiasi altro governo fosse subentrato a quello gialloverde. E, infine, arriva il vero e proprio atto d'accusa nei confronti di Renzi, reo di trascorrere le giornate a "sparare" sul governo che ha promosso. "Se lo avessi fatto per la salvezza del paese non avresti fatto la scissione dopo giuramento ministri", conclude Calenda che aveva lasciato il Pd già prima che lo facesse Renzi.
L'ex ministro è sempre stato contrario ad ogni tipo di alleanza o collaborazione col M5S. Concetto ribadito anche all'indomani della sconfitta in Umbria dopo la quale, in un tweet, definisce Renzi "senza vergogna" proprio per essere stato il "promotore" dell'accordo. In quell'occasione era toccato al deputato di Italia Viva, Luciano Nobili, difendere il suo leader. "Ma quanto sei in malafede Carlo? Renzi come sai bene ha proposto un governo per evitare che l’Italia, come l’Umbria, finisse nella mani di Salvini. Certo non alleanza con M5S", scrisse Nobili in un tweet in cui ribadiva che, in caso di elezioni anticipate, ora ci a Palazzo Chigi ci sarebbe proprio il leader della Lega.


 

Fonte: Francesco Curridori
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




3/11/2019 - 20:30

AUTORE:
Elettore prossimo

...pessimo politico.
Matteo Renzi non ha mai proposto un governo organico (politico) con la 5*, lui era per un governo tecnico che fosse poi appoggiato da chi ci stava e va da se che senza la nuova posizione di Grillo rimaneva lettera morta.
Zingaretti è il seg. PD e a lui spettava la decisione che poi si è presa in accordo con Renzi ed i LeU eran di contorno.
1° il no di Renzi detto al segretario Maurizio Martina tramite "che tempo che fa" per un governo PD-5* era motivato dal: no alleanze governative, no TAV, no TIP, no VAX del primo Grillo che poi ha invertito l'ordine dei fattori già firmando insieme a Renzi la rinuncia no VAX e mandando un bel vaffa a chi era contrario all'accordo di governo con il 2° partito Italiano.
Il leader della seconda scissione PD è roso dall'invidia perchè il "suo" siamo Europei dopo mesi si è fermato intorno all'1% un zinzinino in più ed uno meno dopo mesi dalla nascita.
Ora si rigira come un biacco in una damigiana vuota messa in fondo ad un capanno polveroso che nessuno nota più.
Lo sbaglio del non politico Calenda Carlo è di stare a rimorchio ed andare da Zingaretti a dirgli: or che sono in Consiglio Europeo con i vostri voti, posso fare un partito in appoggio al tuo?
Renzi in quei giorni scrisse: le rivoluzioni si fanno; non si annunciano ed ora il politico mancato Calenda Carlo sta a limosinà sulle tempistiche dei 50 deputati di Italia Viva che sembra, ma non è! che tutti i giorni stiano a far bausette al PdC indicato da Di Maio e...conteso dallo Zingaretti perchè non ha nessun leader, compreso lui che vuol cambiare lo statuto PD perchè non vuol saperne di presentarsi candidato premier e allora son li a mendicare con meno dignità di Lazzaro.

Affrontate anche in TV l'altro Matteo ordiavanti; se ne siete capaci.
A Bruno Vespa non interessa quota 100, Lui vi aspetta, ma nisba!

nb, Zingaretti ha sempre da chiudere "il Nazareno" promessa fatta da lui medesimo dopo che "vinse" sul precedente confronto elettorale perdendo 130.000 voti ma...in percentuale aumentò.
Vai nuovo segretario PD, porta la direzione PD nella nuova sede romana gli iscritti PD di tutta Italia aspettano soprattutto quello(?)

3/11/2019 - 15:19

AUTORE:
Giulio

.... fanno la gara a chi le spara più grosse; fare proposte per migliorare la legge di Bilancio, non vuole dire essere contro il governo, cmq la tassa sulla plastica è veramente ridicola, mi piacerebbe sapere chi è colui che ha pensato questa ridicola misura.
Legge di bilancio, tutta da riemendare.

...eppoi: Calenda, visto che ti fanno tanto schifo sia il Pd che Renzi perché non rinunci ai loro voti e ti dimetti da parlamentare europeo?