none_o

 


Lunedì 8 marzo, sulla pagina facebook di Molina mon amour, è possibile seguire un ricordo di Agitu Ideo Gudeta, una donna dal carattere forte e capace di grandi progetti. La principessa delle capre felici, una storia di Ovidio Della Croce, arricchita dalle illustrazioni di Daniela Sandoni e dalla voce di Daniela Bertini. L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Comune di San Giuliano Terme.

. . . c'è solo un assonanza: i nomi cominciano per .....
. . . . . . . . . . . è breve . . . . . . . dalla .....
La sostituzione di Arcuri è un punto irrevocabile .....
per affrontare dei confronti sul forum, allora meglio .....
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Rosanna Betti
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Consegna mascherine

    Campagna per la consegna della mascherine fornite dalla Regione Toscana per tutti i cittadini di Migliarino.

    Il circolo ARCI aderisce alla iniziativa. Di seguito gli esercizi che hanno aderito dove si possono ritirare e gli orari addetti.

     

    CONSEGNA MASCHERINE PROROGATA FINO A LUNEDI 23 NOVEMBRE (SABATO E DOMENICA COMPRESI)


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


le conchiglie dei ricordi,
affiorano
sciacquate dal battito
sulla pelle riemersa,
dove sale e libeccio s'incontrano.
Dune ed ombra
s'aggrovigliano .....
Fra uno ( leghista ? ), che parla di mercato delle vacche di Conte, come se il centrodestra non l' avesse mai fatto, ricordate Scilipoti e altri, e .....
PISA
I resti del Bagno di Nerone

17/1/2021 - 12:00

GRUPPO CULTURALE "IPPOLITO ROSELLINI"
 
Il Gruppo Culturale "Ippolito Rosellini" propone il riseppellimento delle rovine delle terme romane di Pisa. Unica testimonianza del fasto della città romana, i resti del "Bagno di Nerone" vennero portati alla luce negli anni '40 del Novecento. Si presentarono agli occhi dei pisani gli ambienti costruiti sull'argine dell'Auser, impreziositi da meravigliose pavimentazioni in marmi colorati. Fu miopia il pensare che questi resti portati alla luce potessero conservarsi nel tempo. L'esondazione dell'Arno produsse lo "scollamento" dei marmi dal piano in calce e le lastrine marmoree furono asportate da pisani privi di senso civico, desiderosi di detenere in casa una reliquia dei tempi antichi.
 
Dal 1978 iniziai la mia opera di continua denuncia dello stato di degrado del monumento. In particolare nell'ultimo decennio abbiamo denunciato la continua caduta dei mattoni del paramento murario. Si distaccano dall'edifico del calidarium a causa dei piccioni che beccano la calce tra mattone e mattone, si distaccano dai paramenti degli ambienti circostanti a causa delle piogge. Il riempimento in calcestruzzo, privo del suo rivestimento a mattoni, è destinato a sgretolarsi progressivamente. Nell'arco di una ventina di anni parte delle strutture potrebbero sparire. Nel mentre, le muffe ricoprono le lapidi marmoree applicate sulla facciata occidentale del calidarium, così, anziché avere di fronte agli occhi le auliche celebrazioni del monumento, abbiamo un ulteriore segno di abbandono e di sfacelo.
 
Bisognerebbe salvare il salvabile. Soluzione rapida al problema? Riseppellire il tutto. Si otterrebbe anche uno spazio di parcheggio in più per lo stadio, facendo così contento il cuore di molti che preferiscono le palle e le reti ai vecchi ruderi di un passato il cui cadavere in decomposizione ingombra una parte della città.
 
Il Presidente
Prof. Giovanni Ranieri Fascetti
 
P.S.
Nella foto si vedono, in primo piano, avanzi delle mura delle terme, ormai totalmente privi del paramento laterizio.

 

 
 

 

Fonte: Gruppo Culturale "Ippolito Rossellini"
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri