none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
“Pressione fiscale delle imposte comunali sostanzialmente invariata per un mantenimento efficiente dei servizi.
Approvato a maggioranza il Bilancio di Previsione del Comune di Vecchiano

30/4/2022 - 13:10

Approvato a maggioranza il Bilancio di Previsione del Comune di Vecchiano: Angori: “Pressione fiscale delle imposte comunali sostanzialmente invariata per un mantenimento efficiente dei servizi. La seduta ha visto anche un duro scontro con Vecchiano Civica, nonostante nei giorni precedenti il Consiglio fossero state convocate apposite Conferenze dei Capigruppo”

 Vecchiano, 30 aprile 2022 – Approvato a maggioranza nella seduta del Consiglio Comunale dello scorso 28 aprile il Bilancio di Previsione 2022/24 del Comune di Vecchiano. Pressione fiscale sostanzialmente invariata per i cittadini di Vecchiano, per quanto riguarda le imposte comunali, con solo lievi ritocchi per tariffe cimiteriali e i servizi scolastici, con adeguamento Istat, a fronte dell’obiettivo da parte dell’Amministrazione Comunale di un mantenimento di servizi efficienti a beneficio della collettività, e di un loro miglioramento, che vada ad intercettare anche le esigenze di una semplificazione per l’accesso ai servizi stessi, necessità queste messe in evidenza anche dalla pandemia da Covid19.

 “La seduta consiliare dello scorso 28 aprile è stata caratterizzata in apertura dalla mozione d’ordine espressa dal Gruppo Consiliare Vecchiano Civica e letta integralmente dal Capogruppo Roberto Sbragia che, per presunti cavilli tecnici che si sono poi rivelati privi di fondamento, ha tentato di invalidare l’approvazione del documento finanziario, azione questa che avrebbe bloccato l’azione del nostro Ente a danno di tutta la collettività, e tanto più grave perché l’analisi dei documenti sottoposti all’approvazione del bilancio, nei giorni precedenti il 28 aprile, erano stati oggetto di ben  due conferenze dei Capigruppo, specifiche per analizzare i documenti del bilancio, a cui ha partecipato lo stesso Capogruppo Sbragia che in quelle sedi, nel momento in cui era possibile avviare la discussione, non aveva sollevato alcuna osservazione.

Tutto questo quando noi abbiamo messo a punto anche un fitto calendario  di assemblee pubbliche nelle frazioni, piuttosto partecipate anche dalle forze politiche consiliari, e in cui non era stata sollevata alcune obiezione”, prosegue Angori. “Auspichiamo infatti, per una azione amministrativa più snella e soprattutto meno dispendiosa per la stessa collettività, in termini di risorse economiche e umane, che sia stato un caso isolato, e che da ora in poi, attraverso anche la convocazione delle Conferenze dei Capigruppo, non si debba più assistere a eventi come quelli accaduti nell’ultimo consiglio comunale, affrontando piuttosto la discussione e il confronto nelle sedi opportune che vengono messe a disposizione dalla nostra Amministrazione, piuttosto che  strumentalizzare il dialogo per soli fini propagandistici”, aggiunge il primo cittadino.

Vediamo adesso gli elementi salienti contenuti nel documento finanziario.

“La vicenda del contenzioso Asbuc di Vecchiano, Nodica, Avane e Filettole pesa ancora sulle casse comunali, dal momento che è un vincolo per il nostro Ente accantonare risorse in attesa dell'atto transattivo. Tuttavia, dopo mesi di trattative, grazie al proficuo dialogo intessuto con il nuovo comitato degli Usi Civici, contiamo di essere prossimi ad un accordo, che prenderà il via proprio grazie alla  approvazione del documento finanziario da parte del nostro Consiglio Comunale.

Si tratta di un elemento utile da ricordare per sottolineare quanto non sia semplice mantenere i conti in ordine e contemporaneamente un buon livello di servizi proposti ai cittadini, pur dovendo far fronte necessariamente al contenzioso in atto. A fronte di questa situazione, la pressione fiscale rimane pressochè invariata, con la conferma delle aliquote IMU, stabili ormai da molti anni, con una serie di agevolazioni rispetto alla aliquota di base IMU 1,06%, in particolare per le abitazioni in comodato ai figli e gli immobili produttivi. Confermata la non applicazione della tassa di soggiorno, elemento a favore delle strutture ricettive.

Ci saranno lievi aumenti per le tariffe cimiteriali, dovuti sostanzialmente ad un adeguamento ISTAT, e lievi aumenti per le tariffe relative ai servizi scolastici, per le quali però la percentuale di copertura con le entrate delle rette è estremamente bassa, essendo ancora in larga parte a carico del bilancio generale del Comune”, spiega il Sindaco Massimiliano Angori. “Il Piano per la Gestione dei Rifiuti, inoltre, prevede un aumento della tariffa Tari, elemento questo che non dipende direttamente dal nostro Ente, ma dalle scelte compiute da Arera in primis, con interventi a cura di RetiAmbiente. Tuttavia, il nostro Ente, adesso che ha ancora la possibilità di opzionare in quale modo scandire l’aumento deciso da Arera, ha optato per una tariffa proporzionale nel tempo, in modo da impattare nel minor modo possibile nelle tasche degli utenti di RetiAmbiente e delle società competenti il servizio rifiuti”.

“Il Bilancio 2022, inoltre, si caratterizza positivamente per l’ingresso del PNRR all’interno dello stesso, e quindi le richieste e la partecipazione ai bandi da parte dell’Amministrazione Comunale per oltre 6 milioni di euro. Si tratta di una serie di opere pubbliche che riguardano: sicurezza del territorio, dal punto di vista idraulico e sicurezza stradale, come i canali di Filettole e le vie provinciali del Lungomonte;l’ adeguamento di immobili dal punto di vista energetico e sismico, per edilizia scolastica e sportiva; la palestra, la scuola media, le scuole elementari di Vecchiano e Filettole, la scuola dell’infanzia di Avane; la costruzione di un nuovo impianto sportivo coperto a servizio della scuola elementare di Vecchiano; la riqualificazione funzionale degli asili nido di Nodica e Migliarino; la riqualificazione energetica del Teatro Olimpia.

Inoltre, attraverso il fondo pluriennale vincolato avremo la possibilità di finanziare il completamento della sede distaccata della Polizia Municipale a Migliarino, e alcune opere e progettazioni idrauliche e sismiche.

Infine, vi sono i MUTUI, che saranno utili per costruire la nuova sede dei Carabinieri a Vecchiano e la tensostruttura sportiva a Migliarino, per un valore complessivo di circa tre milioni di euro

Attraverso il documento finanziario approvato a maggioranza, dunque, avremo una programmazione molto corposa, che consentirà di avere migliori servizi e più opportunità per il nostro territorio, per il quale siamo a lavoro anche per una sempre maggiore sicurezza”, conclude il Sindaco Angori.

 

Fonte: Sara Rossi Portavoce del Sindaco di Vecchiano
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri