none_o

Tifosi, delinquenti, semplici sprovveduti? Molti giovani manifestano il livello del loro disagio personale sfogando con atti violenti (e razzisti) il loro malessere, fuori e dentro gli stadi. Un ultimo episodio un paio di domeniche fa ad Arezzo, eclatante per la dinamica, ma epilogo di tanti altri piccoli episodi molto significativi, non ultimo quello di Pagani.

L’inutile leggerezza dell’essere
Manca una settimana .....
Un colpo a Cecco ed uno alla volpe?
Ci fu un tempo .....
Probabilmente non mi vedresti e sentiresti da nessuna .....
. . . senza questo giornale dove appariresti: su tikke-tokke? .....
di Valentina Mercanti PD, candidata seg. Regionale del Partito Democratico
none_a
di Roberto Sbragia - capogruppo Vecchiano Civica
none_a
da-IL QUADERNO DI ET
none_a
di Paola Sacchi (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Proposte per la Segreteria regionale del PD
none_a
IO, Medico
none_a
Franco Marchetti
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
none_a
Isabel cercami dove sei
Qui al freddo siamo fragili
Isabel tu lo sai sotto questa pioggia
Se tu vuoi asciugami , amami
Con quel tuo calore , l'Anima
Isabel .....
Buongiorno,

queste mie parole sono per evidenziare il menefreghismo di un ente del Comune di San Giuliano Terme che ad oggi non mi ha risposto ad .....
 0
Sono disponibili 18005 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]  ...  [721] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: del
L’opinione della sera
AUTORE: Maria Amadesi
email: -

1/2/2023 - 0:28

L’inutile leggerezza dell’essere
Manca una settimana a Sanremo, la kermesse canora che per 5 giorni terrà occupati giornali, tv, Talk e ogni fonte di informazione e commenti. Ormai si è già letto di tutto, non sono sicura che la scelta di Amadeus di apparire da tempo al tg1 lanciando e svelando di volta in volta sia una scelta giusta, già si è stanchi prima che cominci.
Inutile dire che non si guarda, che non interessa, tanto la curiosità finirà che tutti una sbirciata la diamo tutti, grazie anche alla scarsa offerta di questa particolare settimana delle altre tv.
Quello che mi indigna in questi giorni è la polemica sulla presenza per altro brevissima di Zelensky, certo noi al caldo delle nostre case, tanti in abiti luccicanti all’Ariston, che fastidioso questo Zelensky che ci parla di morte, di distruzione, di persone al gelo, di bambini rubati, di infanzia negata…
Abbiamo pianto, ci siamo emozionati, siamo rimasti inorriditi dalle immagini e dai racconti della Shoah, l’olocausto degli ebrei, eppure a soli pochi giorni già non ricordiamo più.
Che strano l’essere umano, vuole libertà, democrazia senza comprendere che c’è un prezzo da pagare, difenderle.
Noi facciamo battaglie in Europa perché ci si riconosca confini d’Europa, perché ci sia aiuto e condivisione nell’affrontare gli sbarchi di migranti, gente che fugge da guerre e fame ma anche migranti economici e facili infiltrazioni di persone probabilmente non proprio brava gente, ma per tutto questo non c’è solo Italia, ma il riconoscimento che noi siamo i confini a sud dell’Europa e il mediterraneo è un bene comune.
Però pare che dei confini ad est dell’Europa a qualcuno non interessa e così le aspre discussioni sulla presenza di Zelensky in video a Sanremo.
Con tutto il dovuto rispetto e il condizionale sempre d’obbligo, trovo che ci sia tanta ipocrisia, pensare che l’Ucraina abbandonata a se stessa senza aiuti risolva i nostri problemi è un’enorme sciocchezza e cerco di essere gentile, lasciare sterminare un popolo per i nostri egoismi dopo aver pianto per la Shoah, non ci pone fra la brava gente, e soprattutto immaginare che parlare di resa e rendere così schiavo un popolo, non è pace, è colpevole complicità con l’aggressore.
E soprattutto è stupida illusione che le cose cambino, l’Europa era già ostaggio della Russia quando si è resa completamente dipendente da essa per le fonti energetiche, diventando drammaticamente pigra nella ricerca di fonti più indipendenti e più pulite, pur consapevoli che i tempi comunque erano e sono lunghi. L’Ucraina difende la sua democrazia per salvare la nostra, l’Ucraina è il mediterraneo dell’est che sta fra noi e un regime che ha dato dimostrazione di ciò che è, del male che può fare, di quanto è e sarà comunque pericoloso.
Mi leggo spesso un sermone, sembra sia stato scritto da un pastore tedesco vista l’inutilità del pensiero degli intellettuali tedeschi durante l’ascesa dei nazisti e della loro apatia politica. È un testo da leggere spesso ma soprattutto da ricordare oggi, tempi di cambiamenti veloci e non sempre prevedibili.
----------------  RISPONDI





In risposta a: E te invece ? del 30/1/2023 - 11:50
Quindi?
AUTORE: Oss 1
email: -

30/1/2023 - 13:13

Un colpo a Cecco ed uno alla volpe?
Ci fu un tempo che la Russia aveva sempre ragione e l'America sempre torto; secondo i sinistri-sinistri.
Da piccino (in tutti i sensi) mi convinsi che fosse così sentendo i comunisti paesani.
Ha fatto bene la Russia ad invadere l'Ungheria, la Cecoslovacchia, la Polonia perchè li diceva il Morroni Gino: i signori (padroni) avevano riarzato (rialzato) la cresta e rivolevano le loro tere (terre).
I russi partivano dalla Russia con 60 chilometri di carri armati (come fecero il 24/2/22).
Destituivano i capi del governo, ci mettevano un fantoccio (come auspicava Berlusconi anche per Zelenschy) e cosi non succedeva come in Cecenia, Iemen, Siria che fecero un deserto poi chiamato pace,

Certo che ora difficile distinguere fra Cecco (il cerchio) e la volpe (la botte).
Non esistono più certezze certe date dalle appartenenze politiche.
Ora non esiste più destra e sinistra e basti vedere i vari San-Toro & in TV maanche fra vecchi amici, conviene cambiar canale/discorso, almeno con Gagliano del Bertini sapevi chi avevi di fronte.

I sinistri prima o poi tiran fuori la quantità ed il ricatto atomico. Dovrebbero arrivarci da se perchè non hanno più anni n° 14 come tutti noi si è avuto e non avevamo visto la resa della potenza atomica americana in Vietnam e la resa delle due super potenze in Afganistan.
Dice: ma questa volta non si sa come va a finì.
Io sto con Mattarella, Meloni, Biden, Macron, Rishi Sunnak, Letta, Draghi e Sergio dello Sbrana che vogliono aiutare la Resistenza ucraina.
....di quelilì che le TV invitano per dare un colpo a Cecco non me ne curo; si pensa san telecomando.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Vorrei veder te... del 30/1/2023 - 11:18
E te invece ?
AUTORE: Bertelli
email: -

30/1/2023 - 11:50

Probabilmente non mi vedresti e sentiresti da nessuna parte. Un po' perchè non ne sento il bisogno, ma perlomeno non ho la presunzione di essere sempre dalla parte giusta. Quando posso esprimo le mie idee, giuste o sbagliate che siano. Così si aprono i dibattiti, noo ? E la Voce vive...malgrado noi.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Ma... del 29/1/2023 - 18:08
Vorrei veder te...
AUTORE: Osservatore 1
email: -

30/1/2023 - 11:18

...senza questo giornale dove appariresti: su tikke-tokke?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Povero Luigi del 27/1/2023 - 20:14
Ma...
AUTORE: Bertelli
email: -

29/1/2023 - 18:08

...la signora De Cesaris che competenze ha, in materia, oltre a quelle della presunzione ? Lei, signora, è libera di dire e fare, nei limiti delle leggi cosi come chiunque altro, quello che vuole. Lo stesso, se permettete, vale anche per Di Battista essendo, come lei del resto, un libero cittadino. Se poi a lei dispiace che ci siano giornali, trasmissioni tv o altri media che lo invitano a parlare o a scrivere, beh , cara signora, se ne faccia una ragione, al momento siamo ancora un paese libero. Non condivide quello che scrive o dice ? Pazienza, deve, come sopra, farsene una ragione, o cambi canale quando può, anche perché non è scritto da nessuna parte che sia lei dalla parte giusta. E questione di opinioni e quelle, come spero sappia, sono insindacabili. Può non condividere, ma altro non può fare, ne lei ne quelli come lei che la difendono. E tutto il discorso vale anche per Vauro, Ovadia o chiunque non la pensi come a lei piace. Succede.
Si consoli con FB e Twitter, sono le uniche possibilità che può trovare per fare sapere che esiste, senza di loro abbaierebbe tanto alla luna così come altri che pensano di essere indispensabili al mondo. Siamo tutti di passaggio...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Poverina del 27/1/2023 - 19:04
Povero Luigi
AUTORE: Osservatore 1
email: -

27/1/2023 - 20:14

Si povero Luigi e consolati, non sei il solo.
Così dal niente 12 milioni di italiani si affidarono al duo Grillo/Casaleggio senior.
Ed ora, spariti il Grillo ed il Casaleggio Junior è rimasto con metà grilli il curatore fallimentare di quel MoviMento. Giuseppi 1/2 ma non 3, che con l'ultimo colpo di coda ha mandato a casa uno dei miglior PdC italiani riconosciuto tale in tutto il mondo per avere Lameloni e bada bene che Di-Ba non ci incastra niente perchè si è volutamente messo fuori da tutto.
Mi si nota di più se partecipo alle elezioni oppure...
Il credinciano Di-Ba fece i conti prima dell'oste e sappiamo bene che i conti non tornano mai.
Lui non presentandosi per la seconda volta alle elezioni politiche sperando che l'editto di Grillo fosse "la legge del 2 ma non più di 2 mandati" e quindi tutti i maggiorenti di quel MoviMento compreso il suo sodale Di-Ma sarebbero scaduti come un pacchetto di jogurt alla pera e così il Di-Ba sarebbe diventato il naturale PdC....òra giù, una voltina, due voltine ci sta che "il popolino" italiano ci caschi ma alla terza è difficilerrimo perchè le ere politiche non durano più 500 anni come nel /600/700 o 50 come nel secolo scorso ma meno, molto meno di cinque anni, quindi il povero Di Battista Alessandro è in cerca di autore e te guarda chi trova: un comunista, un attore e...nemmen Luigi che cià da fà.
bona.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Questione di forma? Questione etica?... del 27/1/2023 - 16:28
Poverina
AUTORE: Luigi
email: -

27/1/2023 - 19:04

Povera donna rancorosa! Ce l'ha con tutti e offende, tipico di una certa corrente politica premiata su questo giornalino.
Se potessi sarei anche io a Sanremo: inopportuno, fuori luogo, controproducente trasformare una guerra in uno spettacolo di varietà.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Amico Sandokan sembri ..................... del 23/1/2023 - 8:28
AMICO CARO.....
AUTORE: SANDOKAN
email: -

27/1/2023 - 19:00

Quindi:
i sindacati non servono perchè protestano, ergo che va tutto bene.
Lavoratori sottopagati, con contratti a termine prorogati all'infinito sfruttando tutte le maglie che le norme consentono senza considerare il valore della persona, il merito, le capacità.
Persone costrette ad aprire partite IVA farlocche per ottenere un misero compenso, tutto bene.
Se queste persone sono per te considerate in modo dispregiativo "popolino" bè, pur non facendone parte, sarei orgoglioso di essere additato con quel termine.
Ritengo giusto che chi rischia facendo impresa guadagni di più, ma il suo guadagno dipende molto dal lavoro altrui e dalla capacità delle persone che assume e se la regola del campo e la fossa è ancora valido, tra lo stipendio del datore di lavoro ed i lavoratori cideve essere una giusta proporzione che oggi mi pare assolutamente non rispettata.
Ovvio che non è tutto e per tutti così ma il trend è chiaro.
Nel nostro Paese la ricchezza si è accentrata, è un dato incontrovertibile, in Europa siamo la seconda potenza industrializzata ma abbiamo una situazione sociale paragonabile alla Grecia.
Comunque questo è un grande tema e io sicuramente non ho la ricetta se non considerare la mia personale esperienza.
Magari te che sei parte del "popolone".....
Comunque se chi fa della protesta il proprio punto di forza, beh allora non sarai certo a favore di questo governo composto da urlatori seriali.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Maria De Cesaris
email: -

27/1/2023 - 16:28

Questione di diritto?
Trattandosi di Di battista, l'unica questione che mi viene in mente e che si possa usare con una certa logica, è quella di PRESENZA.
L'esserci, il farsi notare, il ricordare che lui ci sia e che, ahimè, poveri noi, nonostante lo sfoltimento naturale della popolazione, lui esista e riesca anche a parlare. E' fondamentalmente questa la questione che lo costringe, da signor Nessuno, ad intervenire sui fatti della Repubblica, della sua organizzazione, della sua politica e persino dello spettacolo leggero oltre che meritamente partecipare a quei talk show diventati meglio dei film dove la risata è suscitata, non dalla battuta intelligente, ma dalla ridicolizzazione dell'attore che cade a terra per uno sgambetto. Già, Di battista quello solo sa fare.
Così il NESSUNO, insieme a qualche sparuto opinionista, un ridicolo fumettista reduce del regime comunista (Vauro), un intellettuale sinistro, uno storico l'attore Ovadia (che a sua volta imperversa con le testimonianze di violenze sugli israeliani) contestano la presenza, di Zelensky al festival di Sanremo con la seguente dichiarazione sottoscritta: «L'Italia ha lanciato da Sanremo successi planetari che celebrano la vita, la felicità e l'amore.
Abbiamo appreso perciò con incredulità che, in una delle serate clou dell'evento parlerà Zelensky capo di Stato di uno dei due paesi che oggi combattono la sanguinosa guerra del Donbass. Una guerra terribile».
Il comunicato che se non fosse grottesco, denso di bassezza culturale, negazionismo e politica del falso, susciterebbe quasi ilarità piuttosto che sconforto, ma la cosa peggiore deve ancora venire perchè i succitati geni della comunicazione e delle fake ( usate con grande generosità su Renzi, anche se non c'entra nulla bisogna sempre ricordarlo) chiamano a raccolta gli italiani a manifestare con loro davanti al teatro Ariston sabato 11 febbraio data in cui è previsto il videomessaggio di Zelensky: «Invitiamo alla mobilitazione per partecipare a una grande assemblea popolare di piazza».
Bene, questa è la democrazia, quella che, se affidata a degli imbecilli diventa una trappola per tutti gli altri, quelli che posseggono la linearità di pensiero e che della parola non fanno una trappola per gli stolti, come è consuetudine aspettarsi da un ex comunista, un forse politico ed un negazionista storico che nel loro comunicato hanno dimenticato tutto ciò che, ormai quasi da un anno, il popolo ucraino sta subendo per colpa di PUTIN... lo zar
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Dice Travaglio.
AUTORE: Marcella
email: -

26/1/2023 - 19:14

«Il ministro della Guerra Crosetto manda lo scudo anti-aereo Samp-T che costa 800 milioni, l’intero bottino rapinato ai disoccupati col taglio del reddito di cittadinanza»
Dice Travaglio.

Oggi la Russia ha sparato 15 missili su Kyiv, tutti abbattuti dalla difesa aerea.
Perché di questo stiamo parlando, di un miserabile che si inventa una finta connessione fra i soldi tagliati al reddito di cittadinanza e
i sistemi di difesa Italiani inviati all'Ucraina, e poi tace sui missili veri che la Russia lancia sulla popolazione civile ucraina.
Questa roba è merda.
Questa roba fa schifo.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Parlami di Alfredo D'Attorre... del 24/1/2023 - 14:38
Secondo...
AUTORE: Bertelli
email: -

24/1/2023 - 15:12

... Wikipedia D'Attorre al momento insegna filosofia del diritto all'università di Salerno. Altro non so. So che è stato uno dei primi, insieme a pochi altri, a lasciare il PD per i contrasti con il tuo vate Renzi. Ed era il 2015...
Non credo di essere stato suo adepto, nel caso, però, ne sarebbe valsa la pena.
Chissà, forse spariscono quando capiscono chi hanno davanti...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Malattie del 24/1/2023 - 14:27
Parlami di Alfredo D'Attorre...
AUTORE: Amico
email: -

24/1/2023 - 14:38

...che vienze a Migliarino e fece due adepti, te ed il segretario PD UC dell'epoca; corpo di furmine?😍😘🥰
Se ne hai perso le tracce è colui che assunse il ministro Speranza come consulente; boia dhe, dhe boia🤣😂😎.
Caschin tutti vì? lui Marino, Civati, Corradino, Finiguerra e poi sparisceno👻👻👻
----------------  RISPONDI





In risposta a: Quindi hai la renzite acuta? del 24/1/2023 - 9:09
Malattie
AUTORE: Bertelli
email: -

24/1/2023 - 14:27

Più che renzite direi orchite.
Tutto sto minestrone per dire cosa ?
Che Renzi è il più bravo ? Contento te. E si che prima di lui ne hai avuti tanti, quasi tutti. Ma sai passa il tempo, uno si adegua al cambiamento.Il resto della zuppa è la solita tiritera quando non si hanno argomenti veri con cui replicare. Son soddisfazioni...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Se è... del 24/1/2023 - 8:12
Quindi hai la renzite acuta?
AUTORE: Amico
email: -

24/1/2023 - 9:09

Con il tempo maturano anche le sorbe, quindi tocca a tutti, chi prima chi dopo.
Vedi cosa ha fatto l'ostinazione al più grande partito della sinistra.
L'esser stati contro vigliaccamente dopo aver votato si alle riforme costituzionali proposte da Giorgio Napolitano.
Per 5 volte anche Bersani, Epifani, Speranza e quelilì votarono a favore in Parlamento altrimenti il loro governo cadeva e tutti a casa.
Il 4/12/16 invece per di mandare a casa il dimolto più bravo di loro si appattumarono con FI, FdI, Lega, Casa Paund, Camusso della CGIL, e la capa dell'ARCI Francesca Chiavacci (anche a nome mio come iscritto) per riportare l'Italia indietro di 30 anni ed ora forse con il governo Meloni si arriverà al ripristino di quella proposta purtroppo bocciata per acredine ma che era giusta.
L'elezione diretta del PdC porterà stabilità per 5 anni come per i sindaci, come in Francia insomma.
Dopo non ci saranno più PdC chiappati alla lacciaia come Giuseppe Conte che dal niente ha rischiato di presiedere tre governi di seme diverso, oppure un Letta messo li perché vice di Bersani ma che aveva perso le elezioni pure lui ma accettò di fare un governo con chi ci stava, mentre il Bersani disse: con Berlusconi mai!
Non occorre (se uno non ci arriva o è ammalato di renzite) andare contro la sua natura.
Se in tanti sono andati dietro a Grillo/Casaleggio (per niente come si è visto) in tanti sono andati via dal PD causa invidia per il più bravo che portò il loro partito a governare il 90% delle regioni e la maggioranza dei comuni italiani.
Non tutto è perduto perchè sulla via "di Adamasco" ci sta passando anche Lameloni che va in Algeria strada aperta da Matteo Renzi che disse: con una fava si chiappà due piccioni; si aiutano i paesi poveri in casa loro e si avranno mono profughi e nello stesso tempo non saremo sotto ricatto dall'amico di Savoini e Salvini o cosi o vi faccio morir di freddo.

Scrivo queste vere verità non solamente in tua risposta, non siamo su Gmail personale e con i social come vediamo si riaggregano chi prima non aveva altro strumento che la tessera di un partito o di un sindacato per riunirsi e scambiarsi le idee per la crescita sociale ed intellettiva.
Non sarà il vangelo, ma è un modo per i tempi dati.

...e grazie della compagnia, visto che Telluri, Simone 7002, Niccolai, Maini, Ciacchini, Tizzanini e tanti altri forummisti son spariti. Forse dopo aver tentata l'egemonia non sono riusciti o non han capito che "siam tutti vì perimparà a vicenza".
Quindi anche il tuo "non mi leggere, non mi rispondere" è messo li per ripieno come quelli: Eguà io mai avrò internet sul cellulare...poi, ciattano anche durante il pranzo di Natale o alle due di notte se sentono un rumorino dal cell in carica sul comodino.
bona, alla prossima in perfetta libertà.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Evisto? del 23/1/2023 - 23:59
Se è...
AUTORE: Bertelli
email: -

24/1/2023 - 8:12

...per questo, in Afghanistan, anche gli USA e Company, dopo 20 anni hanno fatto la stessa figura.
Quindi te pensi che la finale di Supercoppa Italiana l'abbiano giocata a Riyad per merito di Renzi?
Sono 20 anni che viene giocata all'estero : in Usa, in Cina, in Libia, in Qatar, dove pagano di più.
Pare che dall'anno prossimo si giochi in Qatar, con 4 squadre invece di 2. Come fanno gli Spagnoli. Così aumenta il fatturato.
Comunque se ti disturbano i commenti puoi fare 2 cose : non leggerli e non rispondere oppure togli i banner " rispondi " e " lascia un commento ". Così te la suoni e te la canti.
Salutami i tuoi amici...
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
L'ITALIA E LE ............
AUTORE: BeppeCalesse
email: -

24/1/2023 - 8:03

.......... SORELLASTRE EUROPEE...
Un belga, dalla Germania, ha scritto:
"L' Italia è come quella tipa che ha più talento di tutti, perché è nata bella, più bella di tutte.
È quella più ingegnosa, che si inventa mille cose, perché è piena di risorse. Sa discutere di storia, di mare, di montagne, sa di cibo, di buon vino, di dialetti, di pittori, di scultori, di scrittori, di eccellenze nella scienza, non c'è niente che non sa. E quando questa tipa bella e talentuosa inciampa e cade, la platea delle sfigate esulta. È la rabbia delle povere gelose, quelle al buio, perché lei è comunque bella anche quando cade a terra. L'Italia è una tipa con stivale tacco 12, che nessuna sa portare meglio di lei... solo il tempo di rialzarsi.”
(Copiato dal web)
----------------  RISPONDI





In risposta a: Già, perché ? del 23/1/2023 - 23:30
Evisto?
AUTORE: Amico di Maria e di Beppe Calesse
email: -

23/1/2023 - 23:59

Eri in sonno ma a darti l'alzino poi ti giri come un biacco in una damigiana vuota.
nb: l'Afghanistan fu invasa anche dall'Unione Sovietica e dopo 10 anni i russi "perseno".
nb: 2 ripeto; la super coppa Milan-Inter l'han giocata a Milano?
----------------  RISPONDI





In risposta a: La Senatrice Giulia Bongiorno... del 23/1/2023 - 20:08
Già, perché ?
AUTORE: Bertelli
email: -

23/1/2023 - 23:30

La senatrice Bongiorno opera nel suo paese, nell'ambito della sua professione primaria, secondo regole stabilite. Il senatore Renzi, per quello che ci è dato sapere, siede nel board ( che parolone), oltre ad altre cosucce sparse per il mondo, dietro un lauto compenso, di un fondo sovrano Saudita gestito dal principe Bin Salman, secondo la Cia è il mandante dell'omicidio del giornalista Khasshohgi, che chiaramente opera nell'interesse del suo paese, di certo non per il nostro. Ecco, c'è da chiedersi come il nostro Senatore si comporta in caso di decisioni che riguardino l'Italia. Farà come il Cavaliere, che diceva di uscire dalla stanza del Consiglio dei Ministri quando il governo prendeva decisioni sulle tv ? Ah, saperlo...
E... già che ci sei, caro cognato di Giovanni, dì alla Maria che è vero che la libertà, la democrazia, l'autodeterminazione dei popoli vanno difese. Sempre. Ma vale anche per paesi come l'Afghanistan e l'Iraq, a suo tempo invasi da Usa e Nato, Italy compresa. Oppure quelli non contano ? Fatemi sapere.
Poi ci sarebbe anche quel bel tomo di calesse, che straparla e pontifica di sindacato dall'alto della sua presunta cognizione di causa. Avvertitelo che la metà dei lavoratori dipendenti italiani, alcuni da diversi anni, sono in attesa dei rinnovi contrattuali. E da quello che si sta palesando, sembra che la controparte datoriale voglia rinnovare si, ma a cifre irrisorie nonostante l'inflazione a due cifre. Ma si sa, noi siamo il popolino, mica persone intelligenti come lui, che sanno tutto della vita. Della loro, quella degl' altri può aspettare. Magari il rinnovo del contratto...
----------------  RISPONDI





AUTORE: Maria Amadesi
email: -

23/1/2023 - 20:29

... ogni cosa a suo tempo!
C’è un aggressore e un aggredito.
Un aggressore che si rifornisce di armi ( esaurite le sue, rimanenze 1945) da stati satelliti e simpatizzanti, per altro pochi ma tenaci in stile dittatoriale.
C’è una comunità democratica internazionale enorme che aiuta l’aggredito con l’invio di aiuti bellici, per difendere democrazia e libertà.
In realtà è un discorso complesso e complicato, dove si intrecciano tanti elementi.
Tutti i condizionali sono d’obbligo.
Però mi sembra che se si finisce ostaggio delle minacce arroganti di un aggressore, se gli si permette di appropriarsi indebitamente di altri paesi, torniamo indietro di due secoli, quando tanti stati entravano a piacere e per interessi dentro ad altri stati spadroneggiando e cambiando di decennio in decennio le carte geopolitiche.
Le libertà, le democrazie, le autodeterminazioni a governarsi dei popoli vanno difese ogni giorno, perderle è un attimo, riconquistarle diventano sacrifici enormi di vite umane, dolori, rancori lunghi ad essere quietati.
La pace è un obiettivo irrinunciabile, la resa e l’asservirsi a padroni che distruggono popoli e la loro storia è inaccettabile.
C’è un tempo per ogni cosa, ogni cosa a suo tempo.
Adesso è tempo di difendere democrazie e libertà per arrivare alla pace .
Ecco, l’ho detto!
----------------  RISPONDI





AUTORE: Cognato di Giovanni di Batone
email: -

23/1/2023 - 20:08

... è Presidente della Commissione Giustizia, al Senato.
Svolge, legittimamente, la sua attività di Avvocato. In tale veste, stamattina difendeva il suo cliente Matteo Salvini, ex Vicepresidente del Consiglio dei Ministri all'epoca dei fatti per i quali è imputato di reati molto gravi. In quel periodo, ed in quel Governo, la Bongiorno fu Ministro per la Pubblica Amministrazione.
All'udienza, è stato prodotto un filmato girato da un sottomarino della Marina Militare Italiana, 'casualmente' presente.
TUTTO LEGITTIMO.
A testimoniare che nel nostro Paese ai Parlamentari è concesso svolgere altre arti e professioni, indipendentemente dal loro incarico parlamentare, a condizione che lo facciano ufficialmente e che paghino le tasse sui compensi percepiti.
E allora perché tante voci contro l'attività di conferenziere di Matteo Renzi come fa il "giovane" Ber-Telli?
nb, se loroli durano la loro vita parlamentare come Pierferdinando Casini sarebbero persone utili/utilizzate per metà.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Benvenuto sulla terra! del 22/1/2023 - 20:56
Amico Sandokan sembri .....................
AUTORE: Beppe Calesse
email: [protetta]

23/1/2023 - 8:28

............... molto preparato sul tema ma ti esprimi con i soliti slogan che fanno presa sul popolino. ........... Io sostengo che le persone capaci è giusto che percepiscano guadagni superiori alle persone incapaci di agire da sole e procurarsi qualcosa da mettere in tavola per sfamare la famiglia. ........ I lavoratori dipendenti, spesso, dovrebbero ringraziare chi gli offre il lavoro e gli da lo stipendio. .......... Troppo spesso il sindacato è impegnato a chiedere aiutando i fannulloni. ............ La fortuna dei lavoratori dipendenti è quella di avere i " Lavoratori datori di lavoro " capaci di affrontare i problemi aziendali nonostante gli ostacoli sindacali. ....... I sindacati spesso sono guidati da ex operai ( Vedi Landini ) che per mostrarsi capaci palesano un incazzatura perenne ripetendo gli slogan che fanno presa su quel popolino fatto di persone come te amico Sandokan. ........... Beppe Calesse
P.S Landini nel sindacato è equivalente a Toninelli o Di Maio nella politica se si capisce questo è tutto molto più chiaro.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Ma i sindacati lo sanno .................. del 22/1/2023 - 14:32
Benvenuto sulla terra!
AUTORE: Sandokan
email: -

22/1/2023 - 20:56

Ma per caso viene da un altro pianeta?
Lo sa che nelle aziende medio piccole, (ma anche in quelle grandi) che poi in Italia vanno per la maggiore, i sindacati non li vorrebbero nemmeno sentire nominare?
Il nostro bel Paese è tra i più ricchi del mondo, la ricchezza non sarebbe un problema, purtroppo è mal distribuita perché i vari governi, di ogni colore, anziché creare regole di redistribuzione delle risorse economiche ha preferito liberalizzare, delegando i privati che ovviamente hanno capito subito come procedere.
Oggi ci sono dirigenti che senza meriti particolari guadagnano quanto se non di più della sommatoria dei loro dipendenti ed hanno pure una cospicua buona uscita, di contro i dipendenti non hanno più la contrattazione collettiva ma quella individuale, restando di fatto da soli e quindi deboli.
Risultato la ricchezza prodotta in Italia non è diminuita, tutt'altro, si è solo accentrata e i risultati sono davanti a tutti.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Beppe Calesse
email: [protetta]

22/1/2023 - 14:32

Bonaccini avvia il confronto: senza impresa non c’è lavoro.

............. che per distribuire la ricchezza prima bisogna crearla. ........... Da come si comportano e agiscono i sindacati si ha l'impressione che la ricchezza sia una cosa scontata, una specie di manna caduta dal cielo. ........ Invece la ricchezza è frutto dell'intelligenza, dell'intuito, del coraggio di molti impresari ( Lavoratori datori di lavoro ) che, spesso rischiando, distribuiscono ( ai lavoratori dipendenti ) lo stipendio. .......... Le pretese dei sindacati sono spesso un ostacolo al mantenimento di un azienda in salute ........... e se l'azienda non gode buona salute ha difficoltà a distribuire la ricchezza. .......... Credo che i sindacati meglio farebbero ad occuparsi della salute delle aziende e contribuire a renderle solide perchè possano continuare a distribuire la ricchezza ai lavoratori. ........ Ma questo tutti i Landini d'Italia sembra che non lo capiscano. ........... Beppe Calesse
----------------  RISPONDI





In risposta a: Per un futuro migliore del 14/1/2023 - 21:44
Auto elettriche.....
AUTORE: Sandokan
email: -

20/1/2023 - 21:44

Le auto elettriche non saranno mai green, basta vedere gli studi seri in merito.
Anche create infrastrutture in grado di sostenere questo tipo di locomozione hanno un grande impatto ambientale, per non parlare dei costi.
Per quel che ne so io sono già un flop commerciale, auto di 2 3 anni con pochissimi chilometri costano da usate meno delle equivalenti termiche con più strada sotto le ruote.
Purtroppo l'inquinamento è in gran parte dovuto ad altro ma non conviene a nessuno contrastarlo.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Invito
AUTORE: Aldo Del Gratta
email: [protetta]

16/1/2023 - 11:17

SABATO 4 FEBBRAIO ORE 17,30
PRESSO IL CIRCOLO ARCI DI CAMPO
PRESENTAZIONE DEL LIBRO

L'ORO DI SASSETTA
DI ALDO DEL GRATTA

FRA REALTA' E IMMAGINAZIONE IN UNO DEI BORGHI PIU' SUGGESTIVI DI TOSCANA

COORDINA: MATTEO CECCHELLI – ASSESSORE AL COMUNE DI SAN GIULIANO TERME

PRESENTANO IL LIBRO E DIALOGANO CON L'AUTORE:
- FRANCESCO PALETTI (giornalista del TIRRENO)

DURANTE LA PRESENTAZIONE SARANNO LETTI ALCUNI BRANI A CURA DEL "Gruppo di Teatro e Cittadinanza LIBERI DI…"

COORDINATO DA:
Letizia Pardi e Fabrizio Cassanelli
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 18005 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]  ...  [721]