none_o

In questo momento di pandemia siamo di fronte a molte Italie. C’è prima di tutto quella degli addetti alla sanità, impegnata in prima linea nelle corsie degli ospedali a difendere con affanno la salute dei cittadini e un modello di sanità che sembrava perfetto, ma che in effetti non lo era.Il progresso scientifico, tecnologico e farmacologico impone infatti di alimentare in continuazione le risorse da destinare alla salute per stare al passo ...


Siamo giunti quasi al termine dell'anno 2020 che a .....
. . . adesso per i soldi europei vuole assumere altri .....
. . . detto tra noi sono solo un brigante, non un .....
. . . non immaginerebbe mai.
Ho sentito un "uccellino" .....
POSTE ITALIANE
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Recupero delle opere d'arte
none_a
Il Gruppo guidato da Matteo Del Fante ha ricevuto il riconoscimento per la categoria “Grandi imprese FTSE MIB”
none_a
Progetto Libri
Ass. culturale La Voce del Serchio
none_a
di Simona Fruzzetti
none_a
Primo corso online di scrittura per la scena
none_a
San Giuliano Terme
none_a
A breve in libreria
none_a
di Lorenzo Tosa
none_a
Per effetto del DPCM del 3 novembre 2020
none_a
Quarantesimo della morte del Cav. Vittorino Benotto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Consegna mascherine

    Campagna per la consegna della mascherine fornite dalla Regione Toscana per tutti i cittadini di Migliarino.

    Il circolo ARCI aderisce alla iniziativa. Di seguito gli esercizi che hanno aderito dove si possono ritirare e gli orari addetti.

     

    CONSEGNA MASCHERINE PROROGATA FINO A LUNEDI 23 NOVEMBRE (SABATO E DOMENICA COMPRESI)


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Natale 2020

Un angelico coro sopra la capanna
l'amore sviscerato della mamma
il calore del bue e dell'asinello
il vagito del dolce Bambinello
le .....
E' semplice: positivo al 1° e 2° tampone. . dopo 21 gg la asl mi dà la liberatoria. Al 23° giorno, per mio scrupolo, e da privato. . effettuo 3° .....
 0
Sono disponibili 16652 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]  ...  [667] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
AUTORE: Marco Tordiglione
email: [protetta]

2/12/2020 - 12:24

Siamo giunti quasi al termine dell'anno 2020 che a seguito della diffusione del Covid-19 in tutto il mondo, e delle conseguenze che stiamo vivendo, rappresenta un cambiamento del nostro vivere e della nostra quotidianità.
Si tratta di uno "tsunami" che ha investito tutti quanti, dal singolo individuo sino agli Stati, che ha costretto i Governi ad adottare provvedimenti e misure con modalità esasperate e "ballerine", nell'intento arduo di normare e disciplinare aspetti delicati nel campo economico, sociale, sanitario, etc., ma anche più semplicemente per prevenire e contrastare la diffusione del virus, i contagi che sembrano alimentarsi del nostro istinto naturale di stare vicini e non isolati.
L'uomo è stato colpito nella sua dimensione sociale, nella sua libertà di muoversi ed esprimersi in un mondo caratterizzato da una "globalità" che è ormai parte inscindibile e strutturale, il motore della società.
Purtroppo gli strumenti che abbiamo a disposizione e le azioni sanitarie da parte delle autorità competenti in materia, senza fare riferimento ad aspetti scientifici e tecnici che non è possibile approfondire in tale sede, dimostrano chiaramente come attualmente la prevenzione, la distanza, e le misure ormai note a tutti, rappresentano l'arma migliore sia per contenere ed arginare i contagi, sia per i soggetti colpiti e costretti ad un isolamento domiciliare.
Senza trascurare coloro che invece necessitano di cure e trattamenti sanitari ad hoc, nella speranza di evitare conseguenze gravi.
Gli effetti della pandemia, inoltre, non si fermano soltanto al campo medico, sanitario e scientifico, ma sviluppano una sinergia mediante i numerosi interventi pubblici finalizzati a statuire prescrizioni, norme, provvedimenti destinati ai cittadini e che contengono precetti e sanzioni per imporre l'osservanza delle misure adottate a livello nazionale, regionale e locale in materia di COVID-19.
Questo virus rappresenta ormai la condizione e la presa d'atto della necessità di assicurare una protezione dell'uomo mediante strumenti di tutela previsti in ambito internazionale, europeo sino alle realtà più piccole.
L'interesse al bene della salute, intesa nella sua dimensione collettiva ed individuale, esprime la criticità odierna di bilanciare aspetti spesso contrastanti: infatti, ciò che oggi sembra porsi come ostacolo alla nostra libertà, come quella della circolazione di cui la nostra Costituzione (art. 16) ne riconosce una portata fondamentale, è la tutela della salute nell'ambito della c.d. sfera sociale.
Tra i numerosi aspetti pratici che caratterizzano la quotidianità, sono preoccupanti le conseguenze e le ripercussioni a livello economico, nel mercato del lavoro con la perdita di occupazioni o la cessazione di attività produttive, ma anche culturale, civile, etc.
In particolar modo, se riflettiamo sulla condizione in cui vengono a trovarsi i soggetti affetti dal virus e per i quali sono stati disposti provvedimenti di "isolamento domiciliare", non solo per loro ma anche per familiari e conviventi, ci troviamo di fronte a realtà che meritano una tutela efficace.
Proprio il numero dei contagi che viene quotidianamente monitorato e registrato, nelle varie Regioni e comunità locali, richiede di trattare le persone che presentano sintomi o sono affetti dal virus con cure adeguate. Chi ha contratto il virus, considerato che l'isolamento domiciliare è necessario per tutto il periodo occorrente al fine di verificare la guarigione e l'assenza di pericoli per la salute di tutti, non è "autore di un illecito", non ha un "marchio" che lo isola dagli altri. Attenzione, rispetto alla mentalità comune o alla convinzione più elementare di tutti noi, il "malato" non è qualcuno da evitare ma un soggetto che necessita di rispetto.
Ciò rappresenta l'espressione di un rispetto fondamentale che può essere anche implicito, consistente nell'atteggiamento atto ad astenersi da comportamenti, apprezzamenti, valutazioni che possono comportare un pregiudizio o turbare la condizione del malato.
Occorre, inoltre, riflettere sull'esigenza che nei casi di isolamento domiciliare del malato affetto da COVID-19, la salute deve essere tutelata in tutti i suoi aspetti, anche quella del semplice riposo che rappresenta la condizione di base per tutti gli individui, senza distinzione di sesso, età, et. Pertanto, da un punto di vista strettamente pratico si pensi a quei soggetti che vivono in strutture residenziali multiple, condomini, unità plurifamiliari, ove si pone l'esigenza di osservare regole di convivenza civile.
Nella vita di tutti i giorni i rapporti di vicinato non sono semplici, ed anzi è divenuto ormai un dato comune che spesso i rumori, gli scuotimenti ed i comportamenti dei vicini possono realizzare un turbamento al riposo ed alle proprie necessità. Eppure, al tempo del Covid-19 i vicini rumorosi sono, e ciò è ancora più evidente, un problema soprattutto in quei casi ove la situazione è intollerabile e sono superati limiti ed aspetti che la normativa tenta di disciplinare. Le mura domestiche fungono da divisorio tra un appartamento e l’altro, ma ci sono quelle pareti “in comune” che non sempre sono sufficienti a isolare rumori molesti.
Quanto sopra riportato si presta ad una valutazione ed un apprezzamento dettato dal buon senso, e cioè che è giunto il momento di riconoscere che il rispetto ed una convivenza civile ci impone di considerare situazioni a maggior rischio, considerando che l'isolamento è uno strumento di protezione ma che ci costringe a dover vivere più tempo all'interno delle mura domestiche.
Per i soggetti costretti, loro malgrado, a sottoporsi a misure restrittive e che vivono in realtà abitative numerose, il vicino che turbi oggettivamente con rumori o altro la quiete ed il riposo del malato viola un dovere di solidarietà sociale e, purtroppo, specie se intenzionale, rappresenta un vero e proprio illecito.
Non si tratta di argomentare il piano della tutela giudiziale e non da attivare, di richiamare l'attenzione del vicino rumoroso, perché tali situazioni quando si verificano dimostrano che un danno c'è stato oppure è in corso e trovare una soluzione non è semplice.
La convinzione e l'egoismo che purtroppo alcuni e, spesso, molti sono dotati si scontra con il comune buon senso, con delle regole sociali la cui inosservanza è il sintomo di una povertà culturale che in questa società, affetta da un male ed un virus che può colpire chiunque, non può far altro che aggravare chi ha bisogno.
Per esperienza ho osservato casi e situazioni in cui i vicini assumevano atteggiamenti, comportamenti rumorosi ed intollerabili in grado di poter provocare un fastidio ed un danno al riposo del vicino, isolato all'interno della propria abitazione, in mura domestiche che sembrano toglierti il fiato. Che si tratti di un condominio, rispetto al quale è possibile attivare strumenti di tutela più diretti, o abitazioni bi o pluri-familiari, turbare il riposo notturno, e quindi ancora più grave, in fasce orarie dove non è consentito intraprendere attività o comportamenti molesti, assume la connotazione di un vero e proprio "illecito".
Nel caso in cui il vicino/vittima sia stato sottoposto ad una misura e/o provvedimento di isolamento domiciliare, perché affetto da Covid-19, il reiterarsi di turbamenti e rumori molesti realizza una fattispecie che contrasta con le finalità di tutela della salute e la guarigione del malato, quindi un interesse non solo del singolo individuo ma anche pubblico.
Per tali motivi, al tempo del Covid-19, nei casi di vicini rumorosi e molesti, quando si generano delle immissioni acustiche o rumori intollerabili per le loro modalità ed orari, si realizza una una condotta che la legge già definisce «mediante schiamazzi o rumori, ovvero abusando di strumenti sonori o di segnalazioni acustiche ovvero suscitando o non impedendo strepiti di animali, disturba le occupazioni o il riposo delle persone, ovvero gli spettacoli, i ritrovi o i trattenimenti pubblici», ma occorre considerare la particolare e delicata situazione dei cittadini sottoposti a misure di isolamento, nei confronti dei quali il riposo e le finalità di guarigione rappresentano un bene fondamentale.
Il vicino "malato" che si lamenti giustamente di tali atti necessita di una tutela adeguata e della possibilità di far intervenire le autorità preposte alla sicurezza ed all'ordine, anche se la molestia non assume i profili e la rilevanza del disturbo della quiete pubblica. Infatti non è possibile attendere o imporre l'onere al malato di attivare gli strumenti di tutela civilistica, con i costi ed i tempi di una azione giudiziale.
Tra i doveri di solidarietà sociale dei nostri giorni non dimentichiamo, pertanto, il rispetto di noi stessi e degli altri.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Carmen Sansovini
email: -

1/12/2020 - 23:48

...adesso per i soldi europei vuole assumere altri 300, vorrei capire una cosa perché hanno voluto fare un referendum per ridurre i parlamentari?
Non avevano detto che era per un risparmio?
Allora a cosa servono tutti quegli esperti?
I parlamentari cosa ci stanno a fare?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Quello che il sig, poldo (minuscolo) non sa e... del 26/11/2020 - 11:00
si è vero...
AUTORE: poldo
email: -

26/11/2020 - 19:20

...detto tra noi sono solo un brigante, non un Re. Quindi cosa non saprei, che la Voce incamera guadagni per la pubblicità politica e non ? E meno male, sareste poo gonzi a fallo gratis.
Questo non vuol dire che tutti la conoscono, anzi. Diversi articoli che vengono pubblicati sono presi da FB o da altri blog di persone di livello nazionale, e fate bene ci mancherebbe. Basta non millantare quello che non sia ha, ne andrebbe della reputazione della Voce del Serchio.
Quella all'inizio è una cit. da una canzone di Edoardo Bennato, sai io volo un po' più in basso, i Santi mi mettono ansia...
----------------  RISPONDI





In risposta a: il fatto che.... del 26/11/2020 - 9:39
Quello che il sig, poldo (minuscolo) non sa e...
AUTORE: Merlo parlante
email: -

26/11/2020 - 11:00

...non immaginerebbe mai.
Ho sentito un "uccellino" cantare con gola profonda questa estate sotto l'ombrellone e se poi è vero, nessun lo sa ma, può anche darsi benissimo che succeda come nei mercati: chi ha più soldi compra di più ed anche miglior roba.
...e mi raccontava che anche durante le elezioni Regionali&Comunali per apparire con "il santino" i candidati pagavano un tot e quanto più grande era il tot, più grande era la foto e l'articolo pubblicitario a corredo e frequenza doppia se non tripla ed oltre.
Con l'online la voce della Voce arriva in tutta Italia in un battibaleno e fra giornali online, facebook, istagram, e blog vari avviene di essere notati e...per altri per esser notati contribuiscono/sostengono la spesa del giornale che...dice si aggiri su svariati milioni di euro.
...e dice che il maggior contribuente sia FI, FdI, LeU, poi Possiamo di Civati, ConSenso di D'Alema e... i simpatizzanti di Italia Viva che contribuiscono con il baratto (i più vicini alla sede VdS) e sono i più presenti perché un bel cestino di pioppini freschi, un salame, un panforte, un conigliolotto non d'allevamento è molto gradito che poi gli serve per le cene di lavoro, ma ora che son vietate ed hanno il congelatore e la dispensa piena di Brunello di Montalcino, grappa 18 lune, panforti...
ed altri che intervengono da fuori Toscana hanno l'IBAM n° 69692828.610.

...con il lokkedaunne tempo da perdere divì o di là, ce n'è 'n'aveppaura; chi NEL BENE; dato che riunioni sindacali, nelle sezioni dei partiti, consigli comunali aperti, fiere, mercati, compreso le piazze e ritrovi, causa forza maggiore "chiusati come i merli da richiamo" e menomale la Voce c'è e chi NEL MALE...non sporca più il retro delle porte dei WC per dir la sua a cxxo di 'ane.
...vai non so più cosa 'nventà, vado a cavà ll'ova per fare una frittata mista spinaci e bietola.

Ama e fa' cio' che vuoi cit. Sant Agostino
bona
----------------  RISPONDI





In risposta a: guarda del 25/11/2020 - 16:45
il fatto che....
AUTORE: alias
email: -

26/11/2020 - 9:39

...si assuma la responsabilità di esporsi con nome e cognome non è irrilevante.
Se poi quello che scrive non risulti essere "farina del suo sacco" è difficile da comprendere, ma non posso insistere oltre.
Ma siccome Poldo ritiene che dietro ci sia I.V. o loro amici, allora la controversia di Poldo non è rivolta alla Signora, ma al partito e alle idee che la Signora espone sul Forum.
Sul prof. Crisanti non posso che convenire. Una considerazione del Prof. sui vaccini ancora da validare dalle autorità di garanzia, mal interpretata o mal esposta ha generato incomprensioni.
----------------  RISPONDI





In risposta a: ...e no... del 25/11/2020 - 13:08
guarda
AUTORE: poldo
email: -

25/11/2020 - 16:45

Delle idee di questa signora non mi interessa granchè. La signora non scrive qui sulla voce, è solo un contatto di qualcuno che poi la gira nel forum. Difatti non risponde mai, perchè non legge la voce, anzi forse neanche sa che esistiamo . Se leggi abitualmente i suoi scritti vedrai che non porta sue idee originali, si limita a riportare ciò che, da fonte Iv o zone limitrofe, ritiene utili alla causa. Tutto lecito per carità, però alla lunga un po' stucchevole. E senza un minimo di modestia, Crisanti secondo lei è un cazzaro perchè ha espresso perplesità sul vaccino, posso invitarla a farsi un giro ? Inutile quindi il resto.
----------------  RISPONDI





In risposta a: come te del 24/11/2020 - 20:08
...e no...
AUTORE: alias
email: -

25/11/2020 - 13:08

...io non sono d'accordo.
Sono anch'io come tanti, ok.
Ma chi, a tuo dire, si ritiene superiore ed esprime delle opinioni non vuol dire che non abbia delle idee.
Se le idee giuste sono solo quelle di altri con le quali concordiamo si ritorna al regime del ventennio.
Si può accettare che Poldo abbia una sua opinione, su una persona che scrive sul Forum? Si! Sono le idee di Poldo.
Se invece trovi le opinioni altrui non convergenti con le tue, trova gli argomenti (idee) per contrastarle e scriverle sul Forum.
Il Forum a questo serve.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Dopo cena gli darà ............... del 25/11/2020 - 11:03
A PROPOSITO DI STATISTI DIPLOMATICI....
AUTORE: GIO'
email: -

25/11/2020 - 12:02

SI, CI VOLE R TEMPO per collaudare le bottiglie, che devono resistere e non rompersi non tanto nell’impatto con la dura cervice, ma nel rimbalzo sulla faccia di bronzo,,,,,

Attuando nell’operazione un fulgido esempio, ed esemplare promozione dei principi dell’economia circolare.....

NB - il tutto compatibilmente con lo slogan No MES, CIOè andando a vendere i tappi per recuperare il vetro, prima di accorgersi che la gazzosa stappata svanisce,,,,,,
----------------  RISPONDI





In risposta a: Renzi si è rifugiato ............. del 25/11/2020 - 10:46
Dopo cena gli darà ...............
AUTORE: Ultimo
email: -

25/11/2020 - 11:03

.......... la cittadinanza e lo nominerà ministro delle finanze che amministrerà le casse vuote del Principe che ha il debito del 200 x 100 del PIL. .......... Il principe ha offerto in ministero delle gazzose a Di Maio che ha accettato con riserva. .......... Ultimo
----------------  RISPONDI





In risposta a: MATTEO RENZI DEVE LASCIARE IL PAESE. del 25/11/2020 - 9:27
Renzi si è rifugiato .............
AUTORE: Ultimo
email: -

25/11/2020 - 10:46

............ in esilio nel Principato della Baldinacca accolto dal Principe in pompa magna. ........... Stasera per la cena il Principe gli offrirà la pizza all'arselle col guscio .......... poi ha oganizzato, in Suo onore, il balletto delle galline novecompratedapoomafannol'ova. ......... Ultimo
----------------  RISPONDI





AUTORE: Paolo R
email: -

25/11/2020 - 9:27

Tutti i giorni (tutti) il Fatto quotidiano e La verità aggrediscono Renzi, accusandolo di reati kafkiani.
Potete pensarla come volete, ma da quando Renzi ha provato a dare una svolta politica ed economica al Paese (2014) questo sciacallaggio non si placa.
I cosiddetti giornalisti (ma l’avete vista Annunziata con la bava alla bocca?) sono ormai impazziti in questa vergognosa e ingiustificata macchina del fango.
RENZI DEVE LASCIARE IL PAESE PER TUTELARE LA SUA PERSONA E LA SUA FAMIGLIA.
Doveva farlo dopo la sconfitta del 4 dicembre. Renzi non è Josef K. ed è ancora in tempo a tutelare la sua salute, la sua dignità e l’affetto dei suoi cari.
Noi teniamoci Conte e Di Maio con i 50000 morti da Covid e il debito al 160% sul PIL.
----------------  RISPONDI





In risposta a: ma chi è questo poldo... del 24/11/2020 - 11:16
come te
AUTORE: poldo
email: -

24/11/2020 - 20:08

Sono come te, alias, uno dei tanti. A chi e per cosa dovrei rispondere con le mie idee ? A una che crede di essere superiore agl'altri senza per questo portare idee ma solo opinioni personali ? No grazie, a persone così rispondo di andare a passeggio, una boccata d' aria non potrà farle che bene. Magari anche a te.
In Calabria il M5stelle ha preso un mare di voti, alle politiche, alle regionali niente di che. E la Sanità è gestita dalle regioni. In Calabria governa il centro destra, per i disastri chedere a loro.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
non se ne parla
AUTORE: vivo in Italia
email: -

24/11/2020 - 16:48

ma in Calabria per provare a sbrogliare quelle matasse: sanitaria, amministrativa, giudiziaria, legislativa, istituzionale ... sarà difficile venirne a capo in questa legislatura e con questo Parlamento.
I Calabresi nel 2018 hanno votato in massa per i 5 Stelle, questi sono arrivati al 43% in quella regione e il restante è andato alla Lega, FdI e F.I. Il centro sinistra in Calabria non ha "toccato palla".
Leggo, e se ne parla poco, ma lo scandalo calabrese di questi giorni sta tutto in quei voti democraticamente ottenuti.
E chi ha vinto in Calabria ha fatto gli interessi dei calabresi, tra i quali il reddito di cittadinanza e quota 100.
E' certo invece che il Covid e la scomparsa della Governatrice Regionale hanno scombussolato certi progetti, ed ora qualcuno dovrà prendere decisioni impopolari per tutti coloro che nella sanità calabrese, e non solo, hanno votato il governante M5S.
Chi decide il nome del nuovo commissario alla Sanità calabrese?
Per ora dopo le decisioni proposte dal governo nazionale sono arrivate le rinunce regionali.
I gattopardi sono ancora da smacchiare.
----------------  RISPONDI





In risposta a: opinioni a caso del 23/11/2020 - 19:40
ma chi è questo poldo...
AUTORE: alias
email: -

24/11/2020 - 11:16

...non l'abbiamo mai sentito-letto in questo forum ed ora si sente già in obbligo di fare il censore.
Provare a rispondere con idee sue? Noooo!
----------------  RISPONDI





In risposta a: Lo sapevo, anzi ne ero certa che... del 23/11/2020 - 17:05
opinioni a caso
AUTORE: poldo
email: -

23/11/2020 - 19:40

Tranquilla signora, nessuno la prende sul serio, anzi a dilla tutta lei non fa neache ride. Ma non sente il bisogno di un po' di silenzio ogni tanto, deve per forza farci partecipi delle sue idee su tutto quanto passa su questa terra ? Su, ogni tanto faccia una passeggiata anche lei, venga con me la porto a Marina di Pisa.
Non solo qualche beota ha proclamato scioperi, il 7 dicembre lunedì siccome è prefestivo negli ambulatori ospedalieri fanno ponte...dura la vita.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Lo sapevo, anzi ne ero certa che... del 23/11/2020 - 17:05
Signora Marcella ...............
AUTORE: Ultimo
email: -

23/11/2020 - 19:19

.............. evidentemente Lei non letto o non ha capito bene il mio intervento. ...... In parole semplici ho detto che le multinazionali farmaceutiche stanno facendo grossi guadagni su delle promesse. Solo dopo l'autorizzazione da parte dell'EMA e dell'AIFA, che sono le istituzioni decisionali sull'efficacia dei farmaci, sapremo se le promesse delle multinazionali sono veritiere. ....... Se mi accusa di negazionismo si sbaglia di grosso, forse non ha capito che sono una persona razionale. .......... Ultimo
----------------  RISPONDI





In risposta a: Quello che è inconfutabile ............. del 23/11/2020 - 13:42
Lo sapevo, anzi ne ero certa che...
AUTORE: Marcella Bordigoni
email: -

23/11/2020 - 17:05

...alcune affermazioni irresponsabili, provocano le immediate risposte insensate.
E così in questi giorni è tutto un susseguirsi di prese di posizione, nello stile classico...
"Io non farò il vaccino non mi fido"
Ovviamente la spiegazione più utilizzata è che il vaccino può procurare danni, e alcuni ne hanno addirittura la certezza, quindi sono convinti che i danni questo vaccino te li provoca ma non ce lo dicono. Come si fa a essere sicuri che il vaccino provochi danni? Non si sa, visto che per il momento su 44.000 persone che si sono sottoposte volontariamente alle sperimentazioni sino al terzo livello, di conseguenze non ce n'è stata nemmeno una.
Ma ciò di cui possiamo essere sicuri è che la medicina non ti da mai la certezza al 100%, quella te la può dare solo Dio se eventualmente hai la fede.
Nessuno tiene conto del fatto, che ci può andare male anche prendendo qualsiasi farmaco, basta leggere un bugiardino e ci sono controindicazioni a gogò, anche semplicemente prendendo una tachipirina se ti va male, si può addirittura morire. Non parliamo poi degli antinfiammatori che prendiamo a tonnellate, o delle pastiglie della pressione, gli antibiotici o i cortisonici e non diciamo nulla dei chemioterapici.
Oltretutto io credo sia anche pericolosissimo uscire di casa, un vaso che cade dal balcone, un auto che ti può investire, provocare fratture dappertutto e renderti invalido, oppure un meteorite che ti arriva sulla testa.
Insomma credo di averlo già detto, ma io di sicuro renderei il vaccino obbligatorio, perché le malattie gravi che abbiamo debellato ci siamo riusciti con i vaccini obbligatori, con le vaccinazioni di massa, non lasciando che ognuno dicesse le sue caxxate, anzi diciamo la verità ognuno faceva il suo vaccino senza nemmeno aprire bocca, perché altrimenti la scuola te la facevano vedere col binocolo.
Ecco io credo di essere una persona sempre attenta ai diritti costituzionali, ma in questo momento vedendo la maggior parte dei comportamenti degli italiani, utilizzerei i metodi cinesi, fucilati sul posto.
P.S. E non prendetemi sul serio, sono sempre stata contraria alla pena di morte in ogni paese del mondo
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Sciopero fiscale
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

23/11/2020 - 14:28

Non ho ancora visto nulla a riguardo su questa pagina, Confesercenti a nome del presidente Simone Romoli incita i commercianti a non pagare le tasse, iniziativa vergognosa e illegale, con quale faccia questa persona possa ricoprire tale carica mi pare incomprensibile, nessuno della sua associazione ne chiede le dimissioni? Poi ho visto i sindacati proclamare lo sciopero dei settori sanità, scuola e trasporti. In un periodo come questo mi pare un iniziativa aberrante, Lama si rigirerà nella tomba sapendo di che pasta sono i suoi successori. Il virus sta facendo parecchi danni, ma mette alla luce la pochezza di certi rappresentanti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Quello che è inconfutabile ............. del 23/11/2020 - 13:42
Una cosa è certa, maanche no!
AUTORE: Paziente speranzoso*
email: -

23/11/2020 - 14:16

Se il ministro Speranza aspetta e spera nella decisione ultima di Ultimo per dare il via al salvataggio dello popolo Italico intiero; spero che sia mpopò prima del 2047.

*dice che la speranza* (non il ministro Speranza: lunga vita a Roberto) sia l'ultima cosa a morire, e come disse il Benigni Roberto: morì sarà l'ultima 'osa che farò.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Se unlosai sallo del 23/11/2020 - 11:32
Quello che è inconfutabile .............
AUTORE: Ultimo
email: -

23/11/2020 - 13:42

.............. è che Moderna, Pfizer e BioNTech con gli annunci, tutti da verificare, sulla efficacia e sulla possibilità della messa in commercio del vaccino in breve tempo ......... hanno fatto grossi guadagni in borsa. ....... L'unica cosa certa sono i guadagni ........ sul resto ancora non ci sono certezze. .......... Gli investitori rischiano sulla fiducia non su certezze. .............. Ultimo
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
LIFE FIRST....
AUTORE: gio'
email: -

23/11/2020 - 13:19

Il mondo e la ricerca procedono con velocità crescente e oggi riusciamo ad elaborare dati e individuare soluzioni in tempi che sarebbero stati considerati incredibili e assurdi solo pochi anni fa.

il professor Fauci, famoso anche per aver individuato il virus dell'HIV, SOSTIENE CHE i tempi ristretti per la messa a punto e per le verifiche necessarie, non inficeranno con controindicazioni o effetti collaterali e indesiderati, l'azione dei nuovi vaccini....

.... e come lui, sono tranquilli la stragrande maggioranza degli esperti...

... se le tecniche e le innovazioni fossero congelate agli standard abituali, saremmo ancora nelle grotte, aggrottando le sopracciglia, vestendo pelli, con barba incolta, pessime condizioni igieniche, e trascinando per i capelli le donne, con una clava appoggiata sulle spalle...

La situazione di drammatica emergenza, impone tempi rapidi, ma gli organismi di controllo, come la Food and drugs amministration, l'AIFA e gli analoghi organismi mondiali, vigilano e garantiscono da vizi i nuovi farmaci.

il problema semmai si pone per la equa e capillare distribuzione a chiunque necessiti della protezione, evitando speculazioni e ingerenze monopolistiche, ricatti e truffe, ma questo è un altro capitolo....
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Se unlosai sallo
AUTORE: Dei Fatti Informato
email: -

23/11/2020 - 11:32

I tempi per la creazione di vaccini sono sempre variabili in base a vari fattori... Ma minimo servivano 6 mesi per quelli più facili...
Ora la scorciatoia principale che hanno preso (alcuni) per questo è che hanno eseguito le tre fasi in contemporanea e non in sequenza come al solito...che non è una bellissima cosa ma siamo in una forte emergenza... D'altra parte... Con tutti i soldi che ci sono in gioco...
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
C'è POLEMICA e polemica!
AUTORE: gio'
email: -

23/11/2020 - 10:20

Crisanti non hon ha sconsigliato il vaccino, sostiene semplicemente di temere non ci sia stato il tempo per verificarne l'innocuità!

L'OPINIONE E' LEGITTIMA, si inquadra perfettamente nel metodo scientifico , esaltando il beneficio del dubbio e alimentando uno spirito critico utile.

Tuttavia resta uno dei centinaia di pareri espressi da eminenti esperti della materia e va ridimensionato alla giusta considerazione....

Il vaccino resta sullo sfondo come principale strumento e soluzione pandemica, UNA delle poche speranze cui aggrapparsi per un ritorno alla normalità.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Da otto anni ad un anno. del 21/11/2020 - 23:43
possibile ?
AUTORE: curioso
email: -

22/11/2020 - 20:13

La curiosità di sapere come faccia la sig. Marcella Bordigoni a dare giudizi così forti su virologi è grande. Forse dall'alto delle sue tre lauree in comunicazione FB se lo può permettere. Il prof. Crisanti ha espresso le sue perplesità, in questo caso sul vaccino, così come tanti suoi colleghi hanno fatto sul virus da febbraio ad oggi. Ha sbagliato ? Boh, io non posso saperlo, non ho competenze. Penso però che nemmeno la sig. Marcella e la sua claque ne abbiano.
Comunque, per tagliare la testa al toro, come si dice, appena sarà disponibile il vacino propongo che i primi a esere vaccinati siano Marcella Bordigoni e company.
D'altra parte,ci sarà bisogno di cavie, chi meglio di loro potranno essserlo.
allego il parere della Dott. Gismondo del sacco di Milano :

di Maria Rita Gismondo | 21 Novembre 2020

I vaccini che dovrebbero salvarci (?) dal Covid-19 sono solamente negli annunci e i loro effetti nelle Borse. Non è stato un buon segno che proprio alti dirigenti di Pfizer, dopo l’annuncio dei risultati entusiasmanti del farmaco prodotto dalla loro azienda, ne abbiano venduto le azioni. Hanno fatto bene, visto che Moderna ha dichiarato di aver pronto il suo, più efficace e senza la necessità della catena del freddo.

A parte questi eventi finanziari, null’altro di concreto. Le decine di vaccini che si stanno studiando si fondano su due tecniche. Quelli proteici, che inducono la risposta anticorpale, metodica già in uso da tempo con successo. Nuovi sono i vaccini composti da frammenti di Rna o di Dna che inducono le cellule a sintetizzare una proteina simile a quella verso che si vuole combattere.

Su questa nuova tecnica, in molti ci siamo pronunciati, inducendo alla cautela. Già nel 2010 la Food and Drug Administration, in tempi non sospetti, invitava a condurre approfonditi studi per dimostrare l’assenza di effetti collaterali. Il 6 novembre 2020 ancora la Fda ha pubblicato un secondo importante lavoro in cui si conferma un notevole interesse alla terapia genica, ma nello stesso tempo, non si nascondono gli effetti collaterali dell’impiego di materiale genico ancora non del tutto conosciuto. La terapia genica potrebbe modificare il Dna del paziente e i virus inattivati, utilizzati come vettori, potrebbero diventare attivi nei decenni successivi. Pertanto la Fda raccomanda di allungare i tempi di osservazione e di sottoporre i pazienti a rischio di neoplasie a un test di replicazione virale e di sviluppo oncologico per 20 anni per prevenire l’insorgenza anche di malattie auto-immuni. Questi tempi possono essere accelerati, ampliando il numero di volontari trattati? No. La Natura ha i suoi tempi. La replicazione del materiale genetico è un fenomeno non accelerabile. Le mutazioni possono avvenire molto lentamente, alcune eliminate nel tempo, altre conservate e aggiunte ad altre.

Una volta innescato (terapia genica) non è possibile fermarlo, né evidenziarlo in tempi stretti. La tollerabilità che si sta indagando nei vaccini in studio è quella acuta, immediata, non può garantire su effetti a lungo termine. Meglio attendere conferme a lungo termine e, a breve, vaccini meno innovativi ma più conosciuti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Da otto anni ad un anno. del 21/11/2020 - 23:43
Dal/54 al 2020
AUTORE: Bruno Baglini Migliarino
email: -

22/11/2020 - 0:49

...nel /54 disse mia madre: se va bene il raccolto delle bietole, un'antranno si 'ompra anche noi la radio.
...capito? l'anno venturo si poteva sentire il radiogiornale anche in casa nostra e non recandoci dai vicini Tabucchi.
....anno 2020 tre apparecchi TV in casa (uno a testa come in tette le case credo) se uno dei tre si guasta, non è che si porta ad aggiustare, no, si porta in Via dei Salcetti come rifiuto ingombrante poi ci si ferma li in paese a Nodica da Nilo Carnasciali, se ne prende uno nuovo con tre bicci e via. Avvertite il Crisanti di turno che il mondo ha camminato sveltino.
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 16652 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]  ...  [667]