none_o

In questo periodo di grande confusione una guida medica per chi è malato o pensa di esserlo perché ha avuto, o pensa di aver avuto, un contatto con un positivo al Covid. Un contributo della Voce per fare chiarezza.
 

Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
Nell’ultima settimana, mentre alcuni giornali scrivevano .....
Uno dei problemi più seri di molti personaggi del .....
Colpa mia ehhh; mi sfugge il nesso che lega i 300 .....
1. Se leggi i bollettini ufficiali delle ASL il triste .....
Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

....Ci siete? Proviamo ad aprire quella porta e ad incontrarci?
Mandateci un messaggio e noi organizzeremo un incontro.

C’è un’idea strana che aleggia su Migliarino, una sorta di profezia, a Migliarino non c’è niente e non succede niente.Siamo sicuri che a Migliarino non ci sia nulla? Proviamo a fare un inventario...

Di Matteo Cannella
none_a
La bellezza è negli occhi di chi guarda
di Luigi Polito e Sandro Petri
none_a
bit.ly/segre2020-"Il mare nero dell'indifferenza",
none_a
di
Bruno Pollacci
none_a
Elezioni del PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
none_a
Alberto Zangrillo - covid
none_a
Circolo Arci Vasca Azzurra Nodica
none_a
Comelico Superiore, Veneto
none_a
"Che tempo che fa"
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Accade a volte
che in sere con orli d'autunno
il ricordo sovvenga di quando
sul finire di scale e cortili
cosparsi nel vento
folle divenni,
senz'altro .....
Con grande dispiacere e soltanto casualmente in questi giorni sono venuta a conoscenza della morte del Dottor Assanta. Ritengo sia stato un esempio di .....
 0
Sono disponibili 17352 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]  ...  [695] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: Sconcertato pure io del 14/1/2022 - 22:53
Il punto in Italia ( compreso Vecchiano)
AUTORE: Umbertino della Giorgina
email: -

16/1/2022 - 3:37

Nell’ultima settimana, mentre alcuni giornali scrivevano – compiaciuti – di una presunta debolezza di Draghi, il PdC ha raccolto l’unanimità del governo sull’obbligo vaccinale dai 50 anni in su, primo in Europa e che sarà presto imitato da altri Paesi, e le scuole aperte.
La lotta contro la pandemia procede secondo una progressione che tiene conto, innanzitutto, della mutevolezza del virus e della sua rapidità. I dati fondamentali, quelli dei ricoveri ospedalieri, specie delle terapie intensive, e dei decessi, confrontati a quelli di un anno fa e a quelli degli altri grandi Paesi, dimostrano in modo inoppugnabile l’utilità del vaccino e il successo della campagna vaccinale, che deve continuare ed essere intensificata.
Ha fatto bene Draghi, dopo avere informato sullo stato dei fatti e le misure adottate, a sottolineare che quanto si sta facendo accade “al contrario del passato”. Una precisazione doverosa da parte di chi non può sentire senza ribattere che tutto starebbe avvenendo in continuità con l’approccio del precedente governo o addirittura che si stava meglio prima. Solo chi apprezza il teatrino della politica politicante può affermare una tale falsità, che non poteva restare senza una risposta esplicita.
Il tema dell’apertura scolastica è stato agitato da alcuni in modo strumentale, come una bandierina politica.
Qualcuno si è spinto addirittura a definire la DAD come “una misura di sinistra”, dimenticando che la chiusura generalizzata delle scuole, come ha sottolineato Draghi, ha creato nuove e più profonde disuguaglianze, oltre ai danni psicologici e culturali per una intera generazione, che dovranno essere riparati.
Ci sono nuovi protocolli che non escludono chiusure mirate e DAD, ma tutto sarà attuato quando ce ne sarà bisogno, perché non ha senso tenere chiuse solo le scuole quando tutto resta, giustamente, aperto.
I ragazzi vaccinati vanno trattati come gli adulti vaccinati che, se ci sono casi sul posto di lavoro, non vanno in quarantena. Quindi così come è sbagliato chiudere tutto ai vaccinati, è più che sbagliata una chiusura generalizzata delle scuole.
“L’Italia resta aperta, i problemi vengono dai non vaccinati” ed era ora che lo si dicesse con chiarezza.
Il tempo delle perplessità sui vaccini è finito dopo miliardi di dosi assunte, compresi milioni di minori di 12 anni nel mondo. Così come i margini di diffidenza nei confronti della scienza, che non è magia e difronte alla mutevolezza del virus si muove con ovvia circospezione, sono esauriti difronte ai risultati e nascondono solo o profonda ignoranza o, più spesso, un senso di opposizione di sistema che non ha nulla a che vedere con le preoccupazione per gli esiti avversi del vaccino.
Dunque quelle che stiamo vivendo sono contraddizioni in seno alla nostra società, non incertezze del governo impegnato in una inevitabile ricerca di mediazione stante la necessità di fare andare comunque avanti il Paese nella recrudescenza della pandemia e durante il decollo del PNRR, che è la vita per noi tutti.
Dobbiamo fare una scelta. Così come abbiamo scelto di accettare le indicazioni della scienza, con tutte le sue e nostre contraddizioni e problematicità, dobbiamo scegliere cosa sarà della nostra società nel suo insieme, in una partita dove da una parte c’è chi pensa di potersi salvare da solo e dall’altra chi ha capito che ci si può salvare solo insieme.
Questo non vale solo per la pandemia, ma anche per i nostri destini economici e sociali. In una parola politici. Draghi non è “SuperMario”. Draghi è un traghetto per chi ha deciso di non voler restare abbarbicato a una boa pensando di salvarsi galleggiando sul mare in tempesta nell’attesa che arrivino i nostri. Ciascuno pensando ai suoi “nostri”.
Ma a terra ci si arriva su quel traghetto.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Problema serio
AUTORE: Alberto Baccini
email: -

15/1/2022 - 12:21

Uno dei problemi più seri di molti personaggi del nostro tempo è ormai la loro totale incapacità di gestione della maturità o meglio sarebbe dire della vecchiaia. Vale un pò per tutti: sportivi finiti, politici, filosofi, uomini di cultura, giornalisti deliranti e falliti che nessuno legge o ascolta più, comici o cantanti che hanno fatto il loro tempo, professionisti di vario tipo che niente hanno più da dire o da fare, ecc.ecc.
In altre parole quando questa gente si accorge che non se li caga più nessuno viene assalita da un senso di smarrimento e di angoscia che li porta a diventare anche sostenitori delle tesi più assurde e demenziali con il solo scopo di rimanere in qualche modo a galla o comunque di continuare a far parlare di se!
E uso volutamente il maschile perchè le donne in questo senso hanno molta più dignità degli uomini e sanno essere ben più responsabili e intelligenti nella gestione del loro invecchiamento.
Insomma nessuno sa più accettare con serenità l'inevitabile scorrere del tempo e questo rifiuto per molti si trasforma in decadenza spirituale ed intellettuale, nella perdita di lucidità e spesso nel sostegno alle teorie più stravaganti e antiscientifiche.
Una tristezza infinita...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Hai dato i dati non completi... del 14/1/2022 - 18:21
Sconcertato pure io
AUTORE: vecchianese di s. Frediano
email: -

14/1/2022 - 22:53

Colpa mia ehhh; mi sfugge il nesso che lega i 300 morti con l'altissimo numero dei positivi. Per me sempre 300 sono, la vita non è una questione di percentuali.
Siamo tutti stanchi della pandemia, l'importante però è rimanere umani perché la vita è una rota che gira...
Il punto due trascura alcune cosette : ad inizio non eravamo preparati, non c'erano i vaccini, tamponi se ne facevano molto pochi rispetto ad oggi.
Oggi, nostante cicli vaccinali a due, tre dosi abbiamo lo stesso numero di morti dello scorso aprile. Non solo, rispetto al 2 gennaio scorso, 2022, sono più che raddoppiati.
Siamo sicuri che il risultato sia minore ?
Do un dato che probabilmente ai più non interesserà : nel nord della Sardegna, bacino da 850 mila abitanti, ci sono 9, dicasi 9, posti di terapia intensiva. Speriamo che sia solo un raffreddore...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Mi pare..... del 14/1/2022 - 15:09
Hai dato i dati non completi...
AUTORE: Sconcertato
email: -

14/1/2022 - 18:21

1. Se leggi i bollettini ufficiali delle ASL il triste numero dei morti è indicato come "provvisorio" perchè da validare da ISS in quanto comprende chiunque sia morto essendo positivo a un tampone (in questo momento il covid ha una diffusione equiparabile ad una influenza...non come un anno fa... quindi in questo momento il numero dei morti è evidentemente falsato a causa dell'altissimo numero di positivi asintomatici, e quindi in modo non più trascurabile).
2. Ad inizio pandemia la mortalià era a oltre il 2 percento, oggi è circa lo 0,2 percento (o anche meno).

Quindi se aggiorni questi dati nella formula che calcola la paura di andare in giro, non potrai avere lo stesso risultato dell'anno scorso, ma sarà molto, molto minore...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Dati, non opinioni. del 14/1/2022 - 12:38
Mi pare.....
AUTORE: vecchianese di s. Frediano
email: -

14/1/2022 - 15:09

...di averteli dati,i " dati ", ma te chiami pippe mentali 300 morti il giorno. Spero che tu goda di ottima salute, io conosco troppe persone che non se la passano tanto bene. Ma certo, chi ha la pancia piena pensa ad altro...Salute
----------------  RISPONDI





In risposta a: Dilemma del 14/1/2022 - 12:34
Ber - Sani?
AUTORE: E-Lettore
email: -

14/1/2022 - 13:08

Levategli il fiasco!!!!
Poverello, ride di tutto e di tutti e da quando si mise in ginocchio davanti alla delegazione grillina composta da Crimi e Lombardi, non ha avuto più bene.
Credendo di essere Berlinguer di fronte a Moro e Andreotti?....oimmena però, godersi la tensione no eh.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Come... del 13/1/2022 - 21:33
Dati, non opinioni.
AUTORE: Sconcertato
email: -

14/1/2022 - 12:38

Per le persone in buona salute e vaccinate questo virus è un raffreddore, non è un rischio di niete, il resto son pippe mentali dannose a tutta la società!
Dati, non opinioni.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Dilemma
AUTORE: Valeria
email: -

14/1/2022 - 12:34

Finalmente qualchuno parla di problemi etici, grazie Bersani!
----------------  RISPONDI





In risposta a: I dati vanno contestualizzati del 13/1/2022 - 20:14
Come...
AUTORE: vecchianese di s. Frediano
email: -

13/1/2022 - 21:33

.... scrivevo prima è questione di opinioni. Non c'è una ricetta di base. Per me i dati vanno dati così come ora, per alcuni di voi no. Bene.
Vediamo che decidono nella " cabina di regia ".
Ma tornando alle persone da cui sei circondato : pensi che se gli danno i dati settimanalmente starebbero meglio ? Prova a dire a questi che in una settimana si sono contagiati 1 milione e 400 mila persone e sono morti 2100 persone ( ho preso i dati giornalieri di oggi moltiplicati x
7 gg ) e poi vedi come reagiscono.
Facci sapere. Buona serata.
Per lettore, cosa e a chi, soprattutto, dovrei rispondere nel merito ? A Bassetti ? Gli ha già risposto il dott. Crisanti...
----------------  RISPONDI





In risposta a: io... del 13/1/2022 - 18:35
I dati vanno contestualizzati
AUTORE: Sconcertato
email: -

13/1/2022 - 20:14

Il numero dei contagi giornalieri di adesso non ha lo stesso peso di quando non eravamo vaccinati. È meno importante. Si potrebbe dare la stessa informazione a cadenza settimanale, e si eviterebbe il clima di ansia ingiustificata di adesso.
Sono circondato da persone in buona salute che pur avendo fatto 3 dosi stanno chiuse in casa cone un anno fa.
Non è logico!
È dannoso per la psiche!
E su scala nazionale questo fenomeno ha già innescato seri problemi economici a varie tipologie di attività.
Mi sembra sotto gli occhi di tutti...
----------------  RISPONDI





In risposta a: io... del 13/1/2022 - 18:35
Guarda che...
AUTORE: Lettore del Forum VdS
email: -

13/1/2022 - 18:48

...se uno non sa come rispondere nel merito; può anche soprassedere.
Es.Taverna e vari Ciampolillo sono eletti dallo popolo...per, per niente
----------------  RISPONDI





In risposta a: Non hai capito il senso vero? del 13/1/2022 - 15:57
io...
AUTORE: vecchianese di s. Frediano
email: -

13/1/2022 - 18:35

...il senso l'ho capito, ma continuo a pensare che i cittadini abbiano il diritto di essere informati, il terrorismo lasciamolo perdere. C'è un governo che ci rappresenta e come tale si comporti. Il prof. Bassetti per ora non è stato eletto a nessuna carica.
----------------  RISPONDI





In risposta a: basterebbe... del 13/1/2022 - 14:03
Non hai capito il senso vero?
AUTORE: Italiano- Europeo
email: -

13/1/2022 - 15:57

Se basiamo il tutto ai contagi che potevano sfociare in grave malattia come prima delle milionate di vaccini e vaccinati e non ai ricoveri, non facciamo informazione ma " terronismo".
Quanti sono i contagiati asintomatici?
Basta vedere il report che invia il Sindaco di Vecchiano che la VdS pubblica per maggior informazione puntuale e distinguere i numeri che poi sono persone/famiglie interessate.
A Vecchiano su 514 positivi attuali, solo uno ha avuto bisogno del ricovero.
Quindi il "conteggio" non è abbozzato e/o nascosto.

Noi Italiani-europei siamo in tutto diversi dai regimi ed anche dagli improvvidi Jonson e Trump.
E 21 leggi regionali sanitarie sin dall'inizio pandemia si è visto che non sono idonee.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Bastava un SI... del 13/1/2022 - 13:36
basterebbe...
AUTORE: vecchianese di s. Frediano
email: -

13/1/2022 - 14:03

...capire perchè il prof. Bassetti, tanto per fare nomi e cognomi, a cui si sono subito accodati diversi esponenti politici di primo piano, è contrario a che giornalmente venga pubblicato il numero dei contagi e il resto dei dati.
Dice che se no la geeente si preoccupa e ni cresce l'ansia. E' meglio non sapere nulla e fa finta che vada tutto bene ?
Opinioni certo, ma le democrazie si reggono sulle notizie date non su quelle nascoste. Altro che si o no...
----------------  RISPONDI





In risposta a: informazioni del 13/1/2022 - 11:03
Bastava un SI...
AUTORE: Italiano- Europeo
email: -

13/1/2022 - 13:36

...e l'Emiliano ed il Campano sgalluzzavano meno.
----------------  RISPONDI





In risposta a: @ 21 bat del 12/1/2022 - 22:07
informazioni
AUTORE: bat 21
email: -

13/1/2022 - 11:03

e da qualche giorno che su diverse emittenti si parla di questa cosa e anche la politica regionale sarebbe favorevole a questa svolta, non so' chi sia Paolo Fox, ma so chi era Winston Cchurchil ciao !!!!!
----------------  RISPONDI





In risposta a: democrazia del 12/1/2022 - 20:46
@ 21 bat
AUTORE: Lettore
email: -

12/1/2022 - 22:07

Chi lo ha detto?
Paolo Fox a reti unificate?!?
...poi è la somma che fa il totale è se i numeri cambiano, il totale cambia.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
democrazia
AUTORE: bat 21
email: -

12/1/2022 - 20:46

ho sentito che vi e la possibilita che i dati riguardanti i contagi i ricoveri e i decessi non potrebbero piu essere pubblicati se cio fosse vero mi tornerebbe in mente una cosa che diceva un famoso ministro inglese ( nelle dittature le cose vengono taciute, mentre nelle democrazie non si vengono a sapere)
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Ci sono notti lunghe.....
AUTORE: Maria Amadesi
email: -

12/1/2022 - 20:36

....ma poi giorni straordinari.

Palermo visse i suoi momenti più bui e dolorosi con le stragi di Capaci e di via D’Amelio, che arrivarono dopo una lunga scia di attentati, uccisioni, storia che conosciamo, eppure lentamente seppur non nell’immediato, Palermo, i palermitani per bene, i siciliani, alzarono la testa così come le famiglie Falcone e Borsellino e cercarono fra il buono che c’era e andarono per le strade, nelle scuole ad insegnare la cultura ai palermitani e siciliani onesti, un lavoro mai smesso che continua tutt’oggi.
Saviano ha avuto il merito di indagare, di frugare nei luoghi più oscuri e profondi della malavita napoletana, ne esce un libro denuncia “ Gomorra “ sul sogno dell’impero e dominio della camorra, una denuncia che portò ad arresti, processi e lo scrittore ad una vita sotto scorta. Ma Lo scrittore dopo anni di ricerca in quel mondo ha finito, forse, per restarne prigioniero, di qui la sua levata di scudi verso Angela.
Alberto Angela ha indicato ai napoletani e agli italiani ciò che di bello c’è a Napoli, le sue bellezze, ciò che può indicare la strada per guardare e vedere la città, una città di cose belle e illuminanti, e questo dovrebbe essere il messaggio da portare per le strade e nelle scuole, per insegnare ai ragazzi che c’è una strada diversa, onesta, più faticosa, ma bella.
Non può Saviano costringere i napoletani a stare a testa bassa, al buio delle periferie dove ancora un certo malcostume impera, non può insegnare ai ragazzi che tutto è marcio, che Napoli è una città persa, i ragazzi sono il futuro è hanno il diritto di scegliere, hanno il diritto di vedere anche il buono e il bello della loro città se la vogliono cambiare, hanno il diritto di sapere che niente è facile ne regalato ma che poi ne vale la pena se poi alzi gli occhi e ti guardi intorno, e sotto un cielo azzurro vedi quanto è bella la città.
Non ho mai amato particolarmente l’aria cupa che sta sempre sul volto di Saviano, ho apprezzato sempre invece il sorriso aperto e luminoso di Angela, persino quando ti racconta la storia di un sanpietrino e lo tratta come un gioiello.
So vedere anche io le cose brutte, ma so vedere anche le cose belle e so trovare armonia e fascino anche nelle lunghe sere nebbiose delle mie terre, perché amo dipingere con colori, sfumature e curiosità ciò che ogni giorno mi offre.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Non tutte le pistole hanno il proiettile in canna. del 7/1/2022 - 14:03
Tranquillo
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

7/1/2022 - 14:28

È un nucleare di ultimissima generazione a prova di sinistra fucsia, vi piacerà un sacco. Per il cartellino proporrei “comune nuclearizzato fucsia”.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Cambia il vento del 7/1/2022 - 13:17
Non tutte le pistole hanno il proiettile in canna.
AUTORE: E-Lettore
email: -

7/1/2022 - 14:03

Ci son le "pistolle a furminanti" che ha portato la Befana, le pistole ad acqua, le pistole sparachiodi, le pistole scacciacani e non ultimo c'è chi è chiamato "Pistolla" perché le racconta grosse più di Vasco e Dino der Baglini.
Ergo, se i tecnici ci vogliono propinare un nucleare riciclato di vecchia generazione, come la maggioranza del Popolo Italiano votò no al referendum per abolirlo a quei tempi, farà uguale (si spera) perchè la vecchia concezione nucleare ora vien dismessa anche in Germania.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Cambia il vento
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

7/1/2022 - 13:17

Ma il cartellino “comune denuclearizzato” ora che le sinistre fucsia, su ordine del divino, hanno cambiato idea, diventerà modernariato?
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Quelli che pensavano che...
AUTORE: Michele
email: -

6/1/2022 - 9:10

...l’#obbligovaccinale entrasse in vigore in 24 ore a che scuola di sociologia hanno studiato?
E soprattutto quando in tanti lo chiedevamo da tempo e cioè prima della #TerzaOndata a quale polemica stavano pensando?
Io sono, per natura, contrario agli obblighi imposti per legge; ma qui si parla di #Salute e soprattutto si parla con dati alla mano di effetti del vaccino.
Se, come avevo detto giorni fa, c’è uno studio della Fiaso che nei 21 #ospedali sentinella parla del 72% di ricoverati #novax in #terapiaintensiva e se il vero problema non sono i contagi, ma l’occupazione di posti in ospedale, l’obbligo per chi non capisce questi numeri elementari viene da se.
L’#Italia, ancora oggi, è quel paese per il quale la gestione dell’emergenza è presa ad esempio nel mondo; insieme a Portogallo e Spagna abbiamo già ora la percentuale più alta di vaccinati; l’introduzione, prima degli altri, del #greenpass ha consentito di avere numeri più bassi degli altri paesi anche nei contagi; il paese resta aperto per tutti senza alcun #lockdown.
E dopo tutto questo, in un anno, aggiungendo i risultati ottenuti con il #PNRR, si devono sentire polemiche perchè #Draghi non fa una conferenza stampa.
Io lo terrei lì, a non fare conferenze stampa ed a lavorare come ha fatto, per i prossimi 10 anni, altro che #Quirinale.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Obbligo del 3/1/2022 - 9:23
Lo lasceranno sta...
AUTORE: Dottore (in economia & commercio)
email: -

3/1/2022 - 10:34

...come chi si rifiuta di mangià....perchè gni disseno: ce n'hai per tre caaate e tirano a campà per'un caa!
----------------  RISPONDI





In risposta a: LA COSTITUZIONE del 1/1/2022 - 22:38
Obbligo
AUTORE: Dubbioso
email: -

3/1/2022 - 9:23

Scusate è! Ma in tanti parlate di vaccino obbligatorio... bravi, come pensate di realizzarlo in pratica? Se uno no si vaccina che gli fate? Mi garberebbe sentire qualche soluzione, intelligente.
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 17352 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]  ...  [695]