none_o

E’ una frase tratta da “Una storia come questa”, canzone del 1971 interpretata da Adriano Celentano su testo e musica di Goffredo Canarini e Miki Del Prete. Una realtà che molti di noi hanno vissuto e che sembra appartenere ad un passato così lontano da essere quasi dimenticato. Ma forse….

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
Di Claudia Fusani
none_a
Di Umberto Mosso ( a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Lorenzo Gaiani (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
San Giuliano Terme, 3 luglio
none_a
Di Umberto Mosso(a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
 2
Sono disponibili 17567 articoli in archivio:
 [1]  ...  [6]   [7]   [8]   [9]   [10]   [11]   [12]  ...  [703] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: Versus PdR del 29/1/2022 - 12:35
Si però....
AUTORE: Curioso
email: -

29/1/2022 - 12:52

...ho visto dei cambiamenti anche da parte del nuovo segretario ad interim* de PD (nominato capo senza elezioni primarie come da prassi consolidata*).
E...alle volte porta gli occhiali ed alle volte no 🤓🥺; sarà per via della mascherina?😤
...lo scopriremo vivendo.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Versus PdR
AUTORE: Mau Rizio
email: -

29/1/2022 - 12:35

Stamattina ho avuto un orgasmo politico vedendo un Salvini in grandissima difficoltà proporre il Mattarella bis.
Speriamo sia la fine della lega a trazione Salvini e anche la fine politica di questo ominicchio.
Un grandissimo grazie al Matteo Renzi che (ingoiando un rospo enorme) prima bloccò l’ascesa del capitano e poi ci diede Draghi.
Ricordo che gli altri pseudoleader (Zingaretti, Calenda è soci) dopo il Papete sarebbero andati tranquillamente al voto consentendo al capitano di diventare PdC.
Non oso pensare dove saremmo oggi se dopo il Papete ci fossero state le elezioni anticipate.
Oggi credo si porti a compimento la mossa del cavallo. Il centro destra è in frantumi come i cinque stelle e il PD non può pensare di puntare ancora sull’altro ominicchio Conte.
Si apre uno spazio enorme al centro nell’ottica delle prossime elezioni e speriamo che Calenda abbia capito da Renzi come si fa politica e smetta di fare il primo della classe senza averne titolo.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Europa: ci e' o ci fa?
AUTORE: Sergio
email: -

28/1/2022 - 12:55

A tutti coloro che,con a mio parere una buona dose di dabbenaggine si sono compiaciuti della concessione a Navalny del premio Sacharov da parte del parlamento europeo, vorrei fare notare che Navalny e'un noto filonazista e razzista. Un minimo di documentazione sarebbe utile ad evitare figure barbine.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Il popolo lascialo stare .................. del 27/1/2022 - 15:32
Della serie: aridateci Berlinguer e Pertini?
AUTORE: Osservatore 1
email: -

27/1/2022 - 16:23

Il mondo va avanti e le genti pure, nel bene e nel meno bene, ma indietro nessuno di noi può tornare.
Grillo è stato una meteora che di norma si presentano in momenti di crisi: Giannini docet.
I nostri rappresentati son figli dei nostri voti, così come nelle amministrazioni locali.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Renzi sostiene che... del 27/1/2022 - 9:33
Il popolo lascialo stare ..................
AUTORE: GigiDiTeglia
email: -

27/1/2022 - 15:32

........... un t'è bastata la lezione a 5 Stelle? ....... Il popolo vota sempre gente come Barabba. .......... Piuttosto oggi alla 4a votazione 166 parlamentari hanno votato Mattarella ........anco se Lù dice no .... ma con il suo senso di responsabilità e per amore del Paese sono convinto che accetterà il reincarico .......... nessuno può incarnare l'Italia meglio di Lui e con Draghi presidente del Consiglio. ....... Una volta tanto che abbiamo le persone giuste al posto giusto sarebbe da sciocchi cambiarle. ....... GigiDiTeglia
----------------  RISPONDI





In risposta a: Clamoroso! del 27/1/2022 - 8:10
Renzi sostiene che...
AUTORE: Italiano 2
email: -

27/1/2022 - 9:33

...nel 2029 il PdR debba esser eletto direttamente dal popolo come i nostri sindaci.
----------------  RISPONDI





In risposta a: DA HUFFPOST del 26/1/2022 - 17:57
Clamoroso!
AUTORE: Italiano
email: -

27/1/2022 - 8:10

Da rimanere a bocca aperta. La TV sta trasmettendo notizie sulla farsa delle votazioni: ieri i politici (?) hanno lavorato fino a tarda sera! Boia deh! In cava li manderei!7
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
DA HUFFPOST
AUTORE: GigiDiTeglia
email: -

26/1/2022 - 17:57

Il suicidio della politica che tenta di ammazzare Draghi.

Un omicidio – quello politico del premier – alla baby gang, senza nemmeno la grandezza del cinismo, pensando solo al proprio ombelico

Doveva essere l’elezione del presidente della Repubblica più facile di tutti i tempi, in coda a una legislatura oligofrenica, inaugurata col massimo dell’incompetenza, dell’inconsapevolezza e della boria della coppia Salvini-Di Maio, passata attraverso l’etilica estate del Papeete e il matrimonio riparatore fra Pd e grillini, e infine redenta nella rivoluzione copernicana del massimo della competenza e della tecnocrazia di Mario Draghi, resa necessaria dalla clamorosa serie di carnevalate messe in fila dal Conte uno e dal Conte bis in un Paese affogato nella crisi economica e soffocato dalla crisi pandemica, e ritirato su per la collottola da un piano di soccorso europeo di oltre duecento miliardi – soldi in parte regalati, in parte prestati a tasso agevolato.
----------------  RISPONDI





AUTORE: GigiDiTeglia
email: -

19/1/2022 - 9:36

................ è il mio suggerimento per l'insediamento del prossimo inquilino del colle ............ spostando la sede dal Quirinale in Filiosa. ........... Circondato dalle stelle ( non più di cinque ).
----------------  RISPONDI





In risposta a: Se dici a me... del 17/1/2022 - 17:57
Dico a te, ma direi dettagliatamente...
AUTORE: Osservatore 1
email: -

19/1/2022 - 8:42

...ancor di più se avessi il tuo indirizzo mail, così potremmo giocare a carte scoperte...cosa che non possiamo fare lavando i nostri panni in pubblico.
Bona.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Quindi? del 17/1/2022 - 9:05
Se dici a me...
AUTORE: vecchianese di s. Frediano
email: -

17/1/2022 - 17:57

...t' accontento. Una cosa giusta l'hai detta : libero arbitrio. Non do lezioni a nessuno, figurati ho fatto la 5a elementare, esprimo il mio pensiero, piaccia o non piaccia, condiviso o meno. Non è questo il problema. Libertà, come cantava Gaber, è partecipazione. Ma non vuol dire che dobbiamo tutti pensare allo stesso modo. Così come non tutti possiamo credere alla propaganda da tg o giornali unificati.
E come sempre lode al sommo Matteo, portatore unico di verità...
Ps. Visto che dovremo conviverci, col virus, è bene capire che a chi tocca un pianga...
Salute, buona gente.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Questa poi... del 16/1/2022 - 20:52
Quindi?
AUTORE: Osservatore 1
email: -

17/1/2022 - 9:05

Un vecchianese; un pole di la sua ricalcando un pensiero nobile e libero?
Mentre altro vecchianese " pole " con libero arbitrio s'intende, ma alla carlona, dare lezioni ai dottori in medicina nostrali e virologi mondiali.
Nb, la differenza: sulle nostre piste da sci mancano i russi, che il loro "sputinik" non é riconosciuto dall'AIFA, le fabbriche hanno addirittura più lavoratori oggi di due anni fa, la scuola vien fatta nelle aule, le partite ed altri giochi son viste anche senza schermo, la via del mare è aperta le autostrade pure e...come ha detto Renzi Matteo: bisogna imparare a convivere "con il maledetto bachino" non possiamo star chiusi in casa per quattro anni ad aspettare Maria per avere...LO HA INTESO DRAGHI MARIO ED ANCHE MACRON, BIDEN, MERKEL
----------------  RISPONDI





In risposta a: ................... DAVIDE SASSOLI ............... del 16/1/2022 - 20:28
Questa poi...
AUTORE: Rasputin
email: -

16/1/2022 - 20:52

Ma pensa te..Gigi di teglia che si permette di criticare Vladimir Putin..da Vecchiano con furore...al Cremlino saranno preoccupati
----------------  RISPONDI





AUTORE: GigiDiTeglia
email: -

16/1/2022 - 20:28

È l’aprile di quest’anno.
Sono giorni roventi, dopo che l’Unione europea ha varato nuove sanzioni alla Russia per il caso Navalny.
Vladimir Putin, per tutta risposta, ha appena chiuso le porte a una lista di otto alte personalità europee, tra cui anche il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli, giudicato da Mosca “persona non grata”.
La risposta di Sassoli, allora, è semplicemente monumentale.
“A quanto pare, non sono il benvenuto al Cremlino. Lo sospettavo un po’. Nessuna sanzione o intimidazione fermerà il Parlamento europeo o me dalla difesa dei diritti umani, della libertà e della democrazia. Le minacce non ci zittiranno. Come ha scritto Tolstoj, non c’è grandezza dove non c’è verità”.
Non esiste riconoscimento migliore in vita che essere considerato “persona non grata” da Putin.
Non esistono parole più chiare per raccontare cos’è (o cosa dovrebbe essere) l’Europa.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Il punto in Italia ( compreso Vecchiano) del 16/1/2022 - 3:37
invidia
AUTORE: una mamma
email: -

16/1/2022 - 17:27

sono invidiosa di questa signora Giorgina che ha messo al mondo un tal figlio. Vorrei che parlasse con il mio che sta blaterando con amici personali e illusori della rete sulla insulsa questione di sì-no vax. Non ne posso più di tremare al suo ritorno con il terrore di vedermelo contagiato e a nulla vale se anche qualcuno dei suoi pseudoamici sono in terapia intensiva. Bravo Umberto, grazie per questo tuo scritto che andrebbe divulgato, stampato e fatto girare anche nelle scuole.
Queste sono le parole che fanno sperare in un ripensamento sia politico sia sanitario. Non ci resta altro che la speranza.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Sconcertato pure io del 14/1/2022 - 22:53
Il punto in Italia ( compreso Vecchiano)
AUTORE: Umbertino della Giorgina
email: -

16/1/2022 - 3:37

Nell’ultima settimana, mentre alcuni giornali scrivevano – compiaciuti – di una presunta debolezza di Draghi, il PdC ha raccolto l’unanimità del governo sull’obbligo vaccinale dai 50 anni in su, primo in Europa e che sarà presto imitato da altri Paesi, e le scuole aperte.
La lotta contro la pandemia procede secondo una progressione che tiene conto, innanzitutto, della mutevolezza del virus e della sua rapidità. I dati fondamentali, quelli dei ricoveri ospedalieri, specie delle terapie intensive, e dei decessi, confrontati a quelli di un anno fa e a quelli degli altri grandi Paesi, dimostrano in modo inoppugnabile l’utilità del vaccino e il successo della campagna vaccinale, che deve continuare ed essere intensificata.
Ha fatto bene Draghi, dopo avere informato sullo stato dei fatti e le misure adottate, a sottolineare che quanto si sta facendo accade “al contrario del passato”. Una precisazione doverosa da parte di chi non può sentire senza ribattere che tutto starebbe avvenendo in continuità con l’approccio del precedente governo o addirittura che si stava meglio prima. Solo chi apprezza il teatrino della politica politicante può affermare una tale falsità, che non poteva restare senza una risposta esplicita.
Il tema dell’apertura scolastica è stato agitato da alcuni in modo strumentale, come una bandierina politica.
Qualcuno si è spinto addirittura a definire la DAD come “una misura di sinistra”, dimenticando che la chiusura generalizzata delle scuole, come ha sottolineato Draghi, ha creato nuove e più profonde disuguaglianze, oltre ai danni psicologici e culturali per una intera generazione, che dovranno essere riparati.
Ci sono nuovi protocolli che non escludono chiusure mirate e DAD, ma tutto sarà attuato quando ce ne sarà bisogno, perché non ha senso tenere chiuse solo le scuole quando tutto resta, giustamente, aperto.
I ragazzi vaccinati vanno trattati come gli adulti vaccinati che, se ci sono casi sul posto di lavoro, non vanno in quarantena. Quindi così come è sbagliato chiudere tutto ai vaccinati, è più che sbagliata una chiusura generalizzata delle scuole.
“L’Italia resta aperta, i problemi vengono dai non vaccinati” ed era ora che lo si dicesse con chiarezza.
Il tempo delle perplessità sui vaccini è finito dopo miliardi di dosi assunte, compresi milioni di minori di 12 anni nel mondo. Così come i margini di diffidenza nei confronti della scienza, che non è magia e difronte alla mutevolezza del virus si muove con ovvia circospezione, sono esauriti difronte ai risultati e nascondono solo o profonda ignoranza o, più spesso, un senso di opposizione di sistema che non ha nulla a che vedere con le preoccupazione per gli esiti avversi del vaccino.
Dunque quelle che stiamo vivendo sono contraddizioni in seno alla nostra società, non incertezze del governo impegnato in una inevitabile ricerca di mediazione stante la necessità di fare andare comunque avanti il Paese nella recrudescenza della pandemia e durante il decollo del PNRR, che è la vita per noi tutti.
Dobbiamo fare una scelta. Così come abbiamo scelto di accettare le indicazioni della scienza, con tutte le sue e nostre contraddizioni e problematicità, dobbiamo scegliere cosa sarà della nostra società nel suo insieme, in una partita dove da una parte c’è chi pensa di potersi salvare da solo e dall’altra chi ha capito che ci si può salvare solo insieme.
Questo non vale solo per la pandemia, ma anche per i nostri destini economici e sociali. In una parola politici. Draghi non è “SuperMario”. Draghi è un traghetto per chi ha deciso di non voler restare abbarbicato a una boa pensando di salvarsi galleggiando sul mare in tempesta nell’attesa che arrivino i nostri. Ciascuno pensando ai suoi “nostri”.
Ma a terra ci si arriva su quel traghetto.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Problema serio
AUTORE: Alberto Baccini
email: -

15/1/2022 - 12:21

Uno dei problemi più seri di molti personaggi del nostro tempo è ormai la loro totale incapacità di gestione della maturità o meglio sarebbe dire della vecchiaia. Vale un pò per tutti: sportivi finiti, politici, filosofi, uomini di cultura, giornalisti deliranti e falliti che nessuno legge o ascolta più, comici o cantanti che hanno fatto il loro tempo, professionisti di vario tipo che niente hanno più da dire o da fare, ecc.ecc.
In altre parole quando questa gente si accorge che non se li caga più nessuno viene assalita da un senso di smarrimento e di angoscia che li porta a diventare anche sostenitori delle tesi più assurde e demenziali con il solo scopo di rimanere in qualche modo a galla o comunque di continuare a far parlare di se!
E uso volutamente il maschile perchè le donne in questo senso hanno molta più dignità degli uomini e sanno essere ben più responsabili e intelligenti nella gestione del loro invecchiamento.
Insomma nessuno sa più accettare con serenità l'inevitabile scorrere del tempo e questo rifiuto per molti si trasforma in decadenza spirituale ed intellettuale, nella perdita di lucidità e spesso nel sostegno alle teorie più stravaganti e antiscientifiche.
Una tristezza infinita...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Hai dato i dati non completi... del 14/1/2022 - 18:21
Sconcertato pure io
AUTORE: vecchianese di s. Frediano
email: -

14/1/2022 - 22:53

Colpa mia ehhh; mi sfugge il nesso che lega i 300 morti con l'altissimo numero dei positivi. Per me sempre 300 sono, la vita non è una questione di percentuali.
Siamo tutti stanchi della pandemia, l'importante però è rimanere umani perché la vita è una rota che gira...
Il punto due trascura alcune cosette : ad inizio non eravamo preparati, non c'erano i vaccini, tamponi se ne facevano molto pochi rispetto ad oggi.
Oggi, nostante cicli vaccinali a due, tre dosi abbiamo lo stesso numero di morti dello scorso aprile. Non solo, rispetto al 2 gennaio scorso, 2022, sono più che raddoppiati.
Siamo sicuri che il risultato sia minore ?
Do un dato che probabilmente ai più non interesserà : nel nord della Sardegna, bacino da 850 mila abitanti, ci sono 9, dicasi 9, posti di terapia intensiva. Speriamo che sia solo un raffreddore...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Mi pare..... del 14/1/2022 - 15:09
Hai dato i dati non completi...
AUTORE: Sconcertato
email: -

14/1/2022 - 18:21

1. Se leggi i bollettini ufficiali delle ASL il triste numero dei morti è indicato come "provvisorio" perchè da validare da ISS in quanto comprende chiunque sia morto essendo positivo a un tampone (in questo momento il covid ha una diffusione equiparabile ad una influenza...non come un anno fa... quindi in questo momento il numero dei morti è evidentemente falsato a causa dell'altissimo numero di positivi asintomatici, e quindi in modo non più trascurabile).
2. Ad inizio pandemia la mortalià era a oltre il 2 percento, oggi è circa lo 0,2 percento (o anche meno).

Quindi se aggiorni questi dati nella formula che calcola la paura di andare in giro, non potrai avere lo stesso risultato dell'anno scorso, ma sarà molto, molto minore...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Dati, non opinioni. del 14/1/2022 - 12:38
Mi pare.....
AUTORE: vecchianese di s. Frediano
email: -

14/1/2022 - 15:09

...di averteli dati,i " dati ", ma te chiami pippe mentali 300 morti il giorno. Spero che tu goda di ottima salute, io conosco troppe persone che non se la passano tanto bene. Ma certo, chi ha la pancia piena pensa ad altro...Salute
----------------  RISPONDI





In risposta a: Dilemma del 14/1/2022 - 12:34
Ber - Sani?
AUTORE: E-Lettore
email: -

14/1/2022 - 13:08

Levategli il fiasco!!!!
Poverello, ride di tutto e di tutti e da quando si mise in ginocchio davanti alla delegazione grillina composta da Crimi e Lombardi, non ha avuto più bene.
Credendo di essere Berlinguer di fronte a Moro e Andreotti?....oimmena però, godersi la tensione no eh.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Come... del 13/1/2022 - 21:33
Dati, non opinioni.
AUTORE: Sconcertato
email: -

14/1/2022 - 12:38

Per le persone in buona salute e vaccinate questo virus è un raffreddore, non è un rischio di niete, il resto son pippe mentali dannose a tutta la società!
Dati, non opinioni.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Dilemma
AUTORE: Valeria
email: -

14/1/2022 - 12:34

Finalmente qualchuno parla di problemi etici, grazie Bersani!
----------------  RISPONDI





In risposta a: I dati vanno contestualizzati del 13/1/2022 - 20:14
Come...
AUTORE: vecchianese di s. Frediano
email: -

13/1/2022 - 21:33

.... scrivevo prima è questione di opinioni. Non c'è una ricetta di base. Per me i dati vanno dati così come ora, per alcuni di voi no. Bene.
Vediamo che decidono nella " cabina di regia ".
Ma tornando alle persone da cui sei circondato : pensi che se gli danno i dati settimanalmente starebbero meglio ? Prova a dire a questi che in una settimana si sono contagiati 1 milione e 400 mila persone e sono morti 2100 persone ( ho preso i dati giornalieri di oggi moltiplicati x
7 gg ) e poi vedi come reagiscono.
Facci sapere. Buona serata.
Per lettore, cosa e a chi, soprattutto, dovrei rispondere nel merito ? A Bassetti ? Gli ha già risposto il dott. Crisanti...
----------------  RISPONDI





In risposta a: io... del 13/1/2022 - 18:35
I dati vanno contestualizzati
AUTORE: Sconcertato
email: -

13/1/2022 - 20:14

Il numero dei contagi giornalieri di adesso non ha lo stesso peso di quando non eravamo vaccinati. È meno importante. Si potrebbe dare la stessa informazione a cadenza settimanale, e si eviterebbe il clima di ansia ingiustificata di adesso.
Sono circondato da persone in buona salute che pur avendo fatto 3 dosi stanno chiuse in casa cone un anno fa.
Non è logico!
È dannoso per la psiche!
E su scala nazionale questo fenomeno ha già innescato seri problemi economici a varie tipologie di attività.
Mi sembra sotto gli occhi di tutti...
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 17567 articoli in archivio:
 [1]  ...  [6]   [7]   [8]   [9]   [10]   [11]   [12]  ...  [703]