none_o


La quantità di anidride carbonica che quotidianamente le attività terrestri riversano nell'atmosfera ha ormai raggiunto livelli tali da cui sarà arduo, se non impossibile, tornare indietro, in mancanza di adeguate politiche economiche che prendano seriamente in considerazione questo problema, nonostante i continui appelli degli scienziati sulla salvaguardia del clima.

Arpat Toscana
none_a
Migliarino
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Sistena Nazionale per la Protezione dell'Ambiente
none_a
. . . . . . . . . . . nell'immediato dopoguerra a .....
Dispiace vedere che la Voce pubblichi commenti imbecilli .....
Ma il MONGOLINO D'ORO, il PD lo ha vinto a mani basse. .....
Siamo forti! Abbiamo vinto! Alè! Hip hip! Bravi!. .....
Cinema Lumiere
none_a
Pisa, Presentazione del libro
none_a
Il Fortino,Marina di Pisa,23 marzo
none_a
Pontasserchio, 22 marzo
none_a
Vecchiano 29 marzo
Progetto Libri
none_a
Calci, 23 marzo
none_a
none_a
NICOSIA-Festa di Primavera.
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • Circolo ARCI Migliarino

      Cercasi operatori

    Il  Circolo ARCI Migliarino che gestisce la Ludoteca Comunale in versione estiva presso l'Oasi Dunadonda cerca personale qualificato per il perido di luglio e di agosto. Gli interessati possono inviare una mail alla posta del Circolo   arcimigliarino@gmail.com. Vedi sotto.


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Val di Serchio
none_a
2018/2019 fase interprovinciale.
none_a
Pappiana
none_a
Pisa Beach Soccer
none_a
Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
. . . . . . . . . . . . . . un fatto accaduto quando andavo ancora alle elementari e che ricordo ancora molto bene. . . . . . Ebbene nell'ultimo banco .....
 0
Sono disponibili 15578 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]   [7]  ...  [624] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: del
ino...ino...ino
AUTORE: FRANCESCO
email: -

11/2/2019 - 11:49

Uno dei più noti e qualificati opinionisti della Voce qualche tempo fa, accusava, rivolgendosi ai populisti egoistici, di essere sostenuti da quel popolino ino ino ignorante e sprovveduto, augurando loro di arrivare presto all'autodistruzione per l'incapacità di alimentarsi con l'ignoranza.
Ho sempre ritenuto, personalmente, gli abruzzesi un popolo di lavoratori che hanno sofferto e non poco per il dramma del terremoto che ha colpito la loro terra e non voglio e non posso considerarli un popolino ino ino ignorante e sprovveduto solo perché ha preso a schiaffoni il centrosinistra con solo il 31,3%, con il PD inchiodato ad un mediocre 11,1% e asfaltato i 5 stelle 20,2%, dando al candidato del centro destra il 48% delle preferenze con i barbari della Lega al 27,5%.
Forse qualcuno è abituato a ragionare con le parti basse del corpo o la mancanza di ossigeno al cervello lo rendono incapace di intendere e di volere e non conosce altro che fare sterili offese , rinunciando ad accettare la realtà dei fatti.
Gli abruzzesi un popolino ino ino ha dimostrato che l'incapacità di governare viene pesantemente penalizzata e punita ed anche questa volta nonostante l'ottusità di qualche illustre scribacchino il popolo sovrano ha fatto la propria scelta, che piaccia o no.
Cittadino ino ino questa volta l'hai preso nel fiocchino.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Renzi: l'unico sconfitto del 10/2/2019 - 9:45
vedi un po'...
AUTORE: Filettolino
email: -

10/2/2019 - 19:29

" A questo signore, siccome e' stato sconfitto, si chiede di lasciare definitivamente la politica."
Queste sono le parole che scrive l'amico di Francesco, purtroppo non è che qualcuno ha chiesto a Renzi di lasciare la politica. E' stato lui stesso, insieme alla Boschi, a dire che se perdeva il referendum lasciava la politica, e che se non lo avesse fatto perdeva di credibilità. Appunto.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Hai visto..... del 10/2/2019 - 14:38
Rilassati
AUTORE: VOTANTE
email: -

10/2/2019 - 17:56

Caro lettore della VdS forse ricordi con nostalgia i tempi in cui tu a scuola dietro la porta dei gabinetti scrivevi W la F..A, ma ora dovresti essere cresciuto dovresti essere maturato, anche se non sembra.
Da come ti ergi a paladino della VDS sembri un dirigente o un redattore che non gradisce commenti forse non condivisibili ma meglio dei tuoi W la F..A, sono.
Porta pazienza ci sono già coloro i quali pensano a censurare articoli scomodi.
Rilassati.
----------------  RISPONDI





In risposta a: NOSTALGIA del 10/2/2019 - 14:29
Hai visto.....
AUTORE: Lettore della VdS
email: -

10/2/2019 - 14:38

....caro VOTANTE......
La VdS ti fa da megafono in bella vista, altrimenti dovevi ricorrere all'espediente scialucco che era in uso "alle pipite" tanti anni fa: scrivere nelle porte dei gabinetti chiuso a chiave!
----------------  RISPONDI





In risposta a: Renzi: l'unico sconfitto del 10/2/2019 - 9:45
NOSTALGIA
AUTORE: VOTANTE
email: -

10/2/2019 - 14:29

E' commovente leggere l'articolo dell'amico di Francesco.
Fa ritornare alla memoria i nostalgici comunisti che alzavano il pugno chiuso rivendicativo e anti sistema. Combattenti proletari che, come l'amico di Francesco non accettano l'oblio del proprio idolo Renzi.
Un' immagine romanzata del Che Guevara nostrano che dopo aver lottato a Firenze si impegnò a portare il PD al suo massimo splendore con il famoso 40% alle elezioni europee, grande comandante, ma, c'è sempre un ma, poi il rottamatore per eccellenza è stato rottamato, costretto a dimettersi perché non più voluto e amato dai suoi, sconfitto senza se e senza ma, il 4 dicembre 2016.
Ovviamente, nella difesa, ultra partigiana, non potevano mancare i servizi segreti , chiamati sempre in causa da alcuni, per attribuire ad altri responsabilità proprie. “La colpa è una bella ragazza che non vuole nessuno” . Ma Renzi come l'araba fenice risorgerà a render gioia all'amico di Francesco perché il PD possa raggiungere il 20% dei consensi.
----------------  RISPONDI





In risposta a: PRESIDENTE MATTARELLA del 10/2/2019 - 10:36
Intanto gli Italiani di Vecchiano e.....
AUTORE: Italiano Europeo
email: -

10/2/2019 - 12:29

....questo giornale si riconoscono in questo:

http://www.lavocedelserchio.it/vediarticolo.php?id=29668&page=0&t_a=l-amministrazione-comunale-di-vecchiano-sul-ricordo-delle-foibe

Po U.M ci può ricordare che: si è vietato pescar le cee; però sfido qualsiasi Italiano della Valdiserchio se non sapesse del divieto e fosse invitato da un amico che le ha pescate a mangiarne un piattino cotte bene con la salvia...ci cascherebbe.
...eh si! dopo 2000 anni se venisse una voce che Cristo è morto dal sonno...ci sarebbe subito una vice ministra a dire: Questo lo dice lei.
Cosa si deve fare più che riconoscere le amare verità?
Indietro non può più tornarci nessuno ed il tempo è galantuomo; quindi...
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
PRESIDENTE MATTARELLA
AUTORE: Italiano
email: -

10/2/2019 - 10:36

Le foibe e l’esodo, gli «orrori» commessi contro gli italiani del confine orientale, non furono «una ritorsione contro i torti del fascismo, come qualche storico negazionista o riduzionista ha provato a insinuare». Furono, invece, il «frutto di un odio che era insieme ideologico, etnico e sociale». A dirlo è stato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo intervento alla cerimonia per il Giorno del Ricordo che si è celebrata al Quirinale. Un intervento durante il quale il capo dello Stato ha esplicitamente puntato l’indice contro i «comunisti jugoslavi», che fecero di quelle terre «un nuovo teatro di violenze, uccisioni, rappresaglie, vendette contro gli italiani, lì da sempre residenti», e contro «certa propaganda del comunismo internazionale» che «dipingeva gli esuli come traditori».
Ora l'ANPI e il PD lo definiranno un simpatizzante del fascismo,
non ci sarebbe da meravigliarsi e
Umberto Minopoli cosa dirà?.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Renzi: l'unico sconfitto
AUTORE: Amico di Francesco
email: -

10/2/2019 - 9:45

Dell'amico Francesco Coraggio in risposta a tutti coloro che continuano a parlare della sconfitta di Renzi
(ribadisco la convinzione di tanti, )
Lo pubblico perché merita davvero 90 minuti di applausi:

"Scusate, ho più di 70 anni, e sono ancora ubriaco a causa dei brindisi per le tante vittorie del partito, dagli anni 50 ad oggi. Memorabili vittorie da Togliatti a Berlinguer, da Natta ad Occhetto; naturalmente sempre spumante italiano. Mi ricordo tutti i nostri governi, i presidenti del consiglio dal 1948.
Tutti politici che hanno avuto vita lunga, squadra che vince non si cambia. Poi e' arrivato Renzi ci ha fatto perdere e non vuole lasciare la politica.
Non vuole andare in esilio. D'Alema ha sempre vinto, ecco perche' sono 40 anni che fa politica ed e' ancora li. Minniti, Franceschini, Bersani, e via dicendo, tutti campioni, tutti vittoriosi. A sentir parlare certe persone sembra che la sx abbia sempre governato il paese, e abbia sempre vinto. La realta' invece e' che non ha mai vinto, ha collezionato solo sconfitte, i suoi segretari li ha sempre affondati, compreso Berlinguer. Andatevi a vedere cosa dicevano di Berlinguer quando era vivo.

Poi arriva uno che ottiene una vera vittoria, le europee, e allora bisogna fargli la guerra. Quindi scissione, ergerlo a proprio nemico, e muoia Sansone con tutti i Filistei. A questo signore, siccome e' stato sconfitto, si chiede di lasciare definitivamente la politica. E chi fa la richiesta, gente che non ha mai vinto una mazza. Poi ci sono persone che legittimamente digeriscono le sconfitte con una bottiglia di maalox, ma Renzi deve scomparire.
Ancora oggi c'e' una persona che va in tv, dopo aver bruciato un vantaggio enorme nelle elezioni del 2013 ( Berlusconi azzoppato), e dopo il flop di LeU (estinti), a spiegare quale strategia salvera' la sx. Renzi, per sua convinzione, non partecipa a queste primarie ed ha sciolto la sua corrente. Io sono convinto che, se si fosse presentato avrebbe vinto ancora. Questo per una semplice ragione, e' una spanna sopra gli altri. Un ' ultima cosa, gli scandali di mafia capitale, del Mose, dell' expo, dove erano coinvolti uomini del partito, non erano renziani; per coinvolgere Renzi in uno scandalo, sono dovuti intervenire i servizi segreti e fabbricare prove false eppure, nessuno ha alzato un dito in sua difesa".
----------------  RISPONDI





In risposta a: poveretti del 9/2/2019 - 23:26
Poveretti?
AUTORE: XXXL
email: -

9/2/2019 - 23:42

Poveretti a chi!?
...ma va la...va la, direbbe Nicolò Ghedini.
----------------  RISPONDI





In risposta a: NON CAPISCO del 9/2/2019 - 16:01
poveretti
AUTORE: passante
email: -

9/2/2019 - 23:26

Caro votante se ti sforzi ci riesci anche te : la mia risposta non era per te ma per il duo alas/ultimo.
Come al solito, e come sempre, Ultimo si erge sul piedistallo e sparla senza dire nulla.
Ri-passante è il solito noto della voce che suona il suo disco rotto, gli stanno cadendo gli orizzonti e quindi aspetta un nuovo carro su cui salire.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
vergogna?
AUTORE: italiano
email: -

9/2/2019 - 17:00

Ho aspettato la pubblicazione del mio intervento ma vedo che voi cattocomunisti non ve la sentite di svergognare i vostri soci di partito; vergogna? molta
----------------  RISPONDI





In risposta a: siccome siete due del 9/2/2019 - 15:17
NON CAPISCO
AUTORE: VOTANTE
email: -

9/2/2019 - 16:01

Cosa centrano i sondaggi con la tua risposta.
Tranquillo riprova vedrai che ci riesci.
----------------  RISPONDI





In risposta a: siccome siete due del 9/2/2019 - 15:17
Le pensioni a 19 anni 6 mesi ed un giorno...
AUTORE: Ri/passante
email: -

9/2/2019 - 15:59

...di Mariano Rumor e rinforzate dal governo Andreotti/Malagodi, erano regali pensionistici atti ad accontentare i sindacati dell'epoca che "credevano" così di creare ulteriori posti di lavoro, proprio come danno ad intendere ora.
Bernard Dika, giovane dirigente PD ci dice che il bancario che opponeva i timbri a mano e scartabellava con i fogli, non verrà certamente sostituito da uno o due giovani come vorrebbero dare ad intendere i nuovi governanti che non hanno mai lavorato un giorno.

Matteo Renzi ci rammenta che gli studenti di ora, per tre quarti andranno a fare un lavoro che per ora non esiste.

Io stesso fui interpellato per sentire se ero intenzionato ad andare in quiescenza all'età di anni 44 (quarantaquattro) con i famosi 7 anni di scivolo per gli statali...roba da pigliarli a conigliolate nel groppone, ma sode, sia l'azienda che i sindacati che "accettavano" questa distorsione; però alcuni accettarono ed ora sono 30 anni che fanno un'altro lavoro autonomo; perchè come sosteneva Giacinto Pannella: non si può stare mezzo secolo a grattarsi i coglioni.

La ricchezza diffusa che i più ne godono, viene per primo dalla pace fra i popoli e secondariamente dalla dismissione del lavoro massivo in agricoltura.

...del doman non v'è certezza; disse il sommo poeta, ma, la certezza dindà a caprioli, con il cosiddetto "governo del cambiamento", quello è certo; lo dice l'ISTAT (non eletta da nessuno, vero ministra Lezzi).
nb. Barbara Lezzi ha certezze a 370 gradi; quindi...Gredigi!
----------------  RISPONDI





In risposta a: siccome siete due del 9/2/2019 - 15:17
Amico passante ..............
AUTORE: Ultimo
email: -

9/2/2019 - 15:32

............. parlare con te è come buttare l'acqua in mare ........ non ti sei nemmeno accorto che per contraddirmi hai confermato quello che ho scritto. ......... Ma forse dipende dal fatto che non capisci quello che leggi. ........ Ultimo
----------------  RISPONDI





In risposta a: Sondaggio europee - Pagnoncelli del 9/2/2019 - 11:41
siccome siete due
AUTORE: passante
email: -

9/2/2019 - 15:17

Vi rispondo da solo : gli indottrinati sono quelli come te e alias. Te, perchè parli per sentito dire e ti basta avere un " nemico " di cui parlar male. Lui, perchè pensa di pontificare non sapendo neache di che parla. Le pensioni baby furono istituite nel 1973, ministro Mariano Rumor, già io c'ero, per i dipendenti pubblici, borda, e continuarono fino al 1992 quando Dini mise la parola fine a questo scempio. Sai, caro ultimo, secondo studi fatti da eminenti economisti questa cosa, che riguardava solo il settore pubblico, è costata alle casse dello stato tra i 130 e i 150 MILIARDI di EURO. Raccontaglielo ai nipoti..
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Sondaggio europee - Pagnoncelli
AUTORE: Votante
email: -

9/2/2019 - 11:41

Lo scenario politico, a meno di quattro mesi dalle elezioni europee, fa segnare qualche variazione rispetto a metà gennaio. La Lega si conferma al primo posto con il 34,4% delle preferenze, ma risulta in flessione di 1,4%; segue il M5, stabile al 25,4%, quindi il Pd con il 16,1% (in calo di 0,8%) e Forza Italia con l’8,1% (in crescita di un punto). A seguire due liste prossime alla soglia di sbarramento: +Europa al 4,2% e Fratelli d’Italia 3,6%. Le restanti forze politiche oggi sembrano molto distanti dalla possibilità di entrare nel prossimo parlamento.
L’area dell’astensione e dell’indecisione si mantiene elevata (42,5%), secondo la tradizione delle consultazioni europee. Tenuto conto della contrapposizione tra europeisti e forze sovraniste ci saremmo potuti aspettare una maggiore mobilitazione, ma finora il dibattito è rimasto prevalentemente circoscritto a due soli temi, peraltro fortemente divisivi: conti pubblici e immigrazione. Forse per rinvigorire l’interesse per l’Europa sarebbe necessario parlare anche d’altro. Al momento invece sembra riproporsi il solito copione che attribuisce alle Europee un significato politico nazionale, la classica misurazione del consenso per il governo e la verifica dei rapporti di forza tra i partiti, con le relative ripercussioni nella maggioranza e tra questa e l’opposizione.
PER SEMPLICE INFORMAZIONE
----------------  RISPONDI





In risposta a: invece.. del 8/2/2019 - 23:28
Amico passante ..............
AUTORE: Ultimo
email: -

9/2/2019 - 10:44

........... quelli come te e facile indottrinarli. ......... Se quelli prima hanno sbagliato, questi, invece di aver capito l'errore non solo lo ripetono ma fanno peggio, e se l'Italia è guidata dai vari TonTinelli è perché molti ragionano come te. Prova, se ci riesci, a ragionare con razionalità poi ne riparliamo. ........ Ultimo
----------------  RISPONDI





In risposta a: invece.. del 8/2/2019 - 23:28
Forse non ti ricordi....
AUTORE: alias
email: -

9/2/2019 - 10:01

o non eri ancora nato.
Quelli lì, quelli che hanno erogato le baby pensioni, (1984-85?) sono quelli che a partire dalla caduta del muro di Berlino si sono rigenerati dopo tangentopoli. Chi sono? Sono quelli che sventolavano in parlamento il cappio, erano ex destra e parte DC, e quella DC lombarda e del nord-est che aveva sempre vinto le elezioni; ma poi hanno cambiato cavallo, sono transitati nel leghismo padano e hanno continuato a votare Lega Nord, con il sostegno del Silvio nazionale "questo è il Paese che amo....", 1994-1996, 2001-2006, 2007-2011; sempre al governo e oggi sono il nuovo che avanza...
Il seguito lo vedremo: è materia contemporanea.
----------------  RISPONDI





In risposta a: E' becera politica da bar .................... del 8/2/2019 - 19:14
invece..
AUTORE: passante
email: -

8/2/2019 - 23:28

...quelli che mandavano la gente in pensione con 19 anni di contributi ci pensavano alle generazioni future eh ? Te l'hanno mandata bona vai, e anche senza mutande.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Ultimo
email: -

8/2/2019 - 19:14

.......... quella fra Macron e Salvini ...... e il sempre meno considerato Di Maio (che ormai stenta a tenere la ruota dell'ultimo del gruppo).
I soliti beceri dicevano che lo spread dopo l'approvazione della "Legge di Bilancio" sarebbe calato perché i mercati avrebbero capito ........ oggi a legge approvata lo spread è tornato a sfiorare i 300 punti (infatti i mercati hanno capito bene e chi ancora non ha capito sono i beceri da bar). ........ La politica del NO non paga perché palesa l'incapacità di fare .......... il reddito per i furbi è un incentivo alla disoccupazione ........ quota cento dimostra che vanno in "domo" alle future generazioni. ..... La politica di buon vicinato vacilla nonostante l'impegno e la costante vigilanza del Presidente Mattarella. ....... L'augurio è sempre il solito "speriamo che Dio ce la mandi buona". ......... Ultimo
----------------  RISPONDI





AUTORE: AMERIGO
email: -

8/2/2019 - 15:34

Mai come in questo periodo il Sindaco di San Giuliano con i suoi assessori si avvale della disponibilità della Voce per la pubblicazione dei suoi interventi” Cicero pro domo sua”.
Per molto tempo è sembrato o meglio mi è sembrato che questa testata fosse messa al bando da parte dell'amministrazione sangiulianese, non adeguatamente considerata e non sufficientemente valutata, ma forse è solo una mia impressione che la redazione immediatamente provvederà a sconfessare elencando tutti i comunicati inviati e poi pubblicati dal 2014 ad oggi dal sig. sindaco. Ora sembra, anzi mi sembra, che l'embargo sia stato tolto e quindi con un minimo di umiltà si torni a Canossa.
Conosciamo tutti le qualità comunicative del sindaco e la sua capacità di imbonitore, maestro della comunicazione pubblicitaria. D'altra parte deve darsi da fare non può rischiare di fare la stessa figura fatta alle ultime elezioni dove ha portato il centro sinistra a San Giuliano , per la prima volta nella storia, al ballottaggio, e sopratutto non dimentichiamoci, che, sì , è vero che ha ottenuto poi il 63,13%, ma è andato a votare solo il 36,55% degli aventi diritto, quindi poca attrazione da parte dei sangiulianesi per l'esponente PD.
Immediatamente come studenti attenti e desiderosi di imitare il maestro, altri personaggi della politica locale si sono messi sulle tracce del primo cittadino, pubblicando comunicati a nastro.
I primi, per correttezza, sono stati gli uomini di Barbuti di Rif. Comun. E Comun. Italiani che poi hanno addolcito gli attacchi all'attuale maggioranza e per sconfiggere, almeno così dicono, i barbari, scenderanno a patti (vds assessorato) con la stessa maggioranza fino ad ieri contestata, anche se non mancano grosse divisioni all'interno; poi abbiamo la new entry Masini che come il Ginettaccio Bartali sembra aver arrogantemente copiato il suo detto “ l'è tutto sbagliato, l'è tutto da rifare” , forse nel suo programma un po' di modestia e meno presunzione non farebbe male; poi abbiamo un attempato politicante, Baroncini , buon ultimo alle elezioni del 2014 con il 3,6% ex PD che ci riprova con la sig.ra Mazzarri ex PD, ma che non sembra voler dare spazio alla sua candidata in quanto non rinuncia a proporsi con la propria immagine sui comunicati un po' stantii. Rimangono ancora nell'ombra Parducci che dovrà decidere a chi portare il suo 5,83% di voti, anche se Di Maio si dice gli stia facendo una corte spietata, così come Nicosia anche lui ex PD in attesa di offrire i suoi trecento voti al maggiore offerente, poi c'è Benotto da sempre speranzoso di fare il candidato sindaco per il centro destra a San Giuliano, mentre vive ancora nell'ombra Cini con la sua lista.
Lega, Fratelli d'Italia e i 5 Stelle al momento silenti, anche se un quotidiano fa il nome di Ferri per la Lega, ma noi aspettiamo notizie.
Stretta è la soglia larga è la via dite la vostra (se vi pare) che io ho detto la mia.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Amico Red 2 da come ................ del 6/2/2019 - 18:27
Liè vero, caro Urtimo te siei stato l'ante.....
AUTORE: Primo: lettore assiduo della VdS
email: -

6/2/2019 - 20:57

....signano dei puntini di sospensione e coruna fava hai chiappato ...tre piccioni.

1° Fusti te ad accorgertene del massimo dei caratteri (50) concessi al titolo e quindi i tuoi puntini significavano un accapo.
2° i normali puntini di sospensione debbono essere n°3 ... e non di più, mapperò; i tuoi esagerati puntini sono segno di distinzione da eventuali altri "Ultimo" che in verità ogni due/tre anni c'è un tentativo di bissarti.
3° se tu fussi proprio te il chiamato in causa: cosa risponderesti a chi ti scrive: nei giornali ci deve essere "parcondicio" (pari condizione).

Ora giù! sarebbe come dire che ai suoi tempi il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi minacciasse di ricorrere all'Ordine dei Giornalisti perché l'Unità non pubblicava i suoi discorsi scritti e/o ricopiati sul giornale di proprietà di Paolo Berlusconi.

La proposta dell'ex segretario PD Pierluigi Bersani se dovesse essere recepita al più vicino a lui dei tre candidati la seg naz. PD e cioè da Zingaretti è questa: dividiamo il mio ex partito (non quello ultimo che è andato acquito dopo 8 mesi i LeU).
Dividiamo il Partito Democratico tirando una riga e disconoscendo tutto quel che è stato fatto (poco) da Letta, (tanto) da Renzi, (normale amministrazione) da Gentiloni e si ritorna al dopo Berlusconi et Monti.
Noi scappati di casa si ritorna tutti ed il 70% dei liberaldemocratici che facciano pure un altro partito.

Ma perché non approfitta della quota cento luili (Bersani)?.
Nel 2013 Pagnoncelli lo dava quasi 10% sopra Berlusconi, quindi se non si metteva a pettinar le bambole, smacchiare i giaguari, prendere i passerotti in casa invece dei tacchini sul tetto...ora non c'era l'altro Matteo ad accalappiare i vecchi comunisti con la paure del diverso, il serbatoio dei grillini riempito da chi credeva dindà a chiappà Buti e via dicendo.
Dividere ancora il secondo partito Italiano sarebbe l'ultima porcata fatta da incapaci e rancorosi legati alla seggiola a doppia mandata.
Il povero Fassino un mese prima del 4 marzo c.a inviato da Renzi verso chi si voleva scindere dal PD (Bersani&) gli fu risposto dopo lunga trattativa: ci ritroveremo in Parlamento! e così fu.
Poininini ma si son ritrovati li.
Ora i LeU scissi e riscissi non entrano più "da punte parte" dicono a Vecchiano ed ecco che "vorrebbero" rientrare loro e mandar via gli altri e poi magari accusare Ascani e Giachetti di voler dividere il Partito Democratico.
Poi l'ultima nella cosiddetta "Piazza Grande" non sventola nessuna bandiera PD; è un segale?

Ora, io sono Primo, te siei Ultimo, ma hai capito vero!? e....se artri un capiscino...di chi gliè la 'orpa disse Piero: mia no!
Piesse, poi non è obbrigatorio sapè nniosa, io per esempio, sarò anco Primo ma delle regole del Curling (arricciatura), non ciò mai 'apito una sema, anco xchè un'è ir mi 'ampo (campo), così come artri che un sono allenati ner rcampo politio.
bona.
----------------  RISPONDI





In risposta a: PD di SGT con ZINGARETTI del 6/2/2019 - 14:10
La mia domanda a quanto sotto...
AUTORE: democratico
email: -

6/2/2019 - 20:56

..."quelli che credono ad una sinistra popolare, plurale e larga, che appartengono alla sinistra sociale, ai movimenti, si devono riunire...ecc"

PER FARE COSA? CON CHI? DOVE SONO I PROGETTI? I PROGRAMMI?
ABBIAMO GIA' DATO!!

L'unico progetto di fattibilità e di credibilità secondo quanto ascoltato e letto è l'elaborazione emersa dalla LEOPOLDA 2018.
Non esiste per ora una maggioranza possibile a quel progetto, ma nemmeno ho sentito da Zingaretti e compagnia richiami di dissenso o di contrasto... e allora?
Si sta cercando di superare la Leopolda, ignorando ogni contenuto di quella Assemblea? Così come non emergono comunque altre proposte ne di dissenso ne di consenso... e poi per fare cosa?

Attendo le proposte di Zingaretti, che al momento sta ripercorrendo idealmente quanto esposto sotto alla mia domanda... ma per ora senza contenuti concreti e molto generici.

Se ci si vuole riunire attorno alle cose da fare, alla ricerca del consenso e di alleati, io ci sarò, se ci si vuole riunire attorno ai simboli e alle appartenenze ideologiche, senza obiettivi concreti continuerò a dissentire in minoranza, ma senza fare scissioni.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Pare che il candidato Masini....... del 6/2/2019 - 16:26
Amico Red 2 da come ................
AUTORE: Ultimo
email: -

6/2/2019 - 18:27

............. hai messo il titolo e i puntini sembra che quell'intervento li l'abbia scritto io. ........... Ultimo
----------------  RISPONDI





In risposta a: Pare che il candidato Masini....... del 6/2/2019 - 16:26
A Red 2
AUTORE: ALVARO
email: -

6/2/2019 - 17:58

Scusa ma non ho capito un cavolo nero di quello che hai detto.
Prima parlavi come mangiavi ora mangi i precotti e sei criptico.
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 15578 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]   [7]  ...  [624]