none_o

Servono forse convegni interminabili, ospiti illustri e location spaziali per ottenere partecipazione e divertimento? Servono mezzi illimitati, spazi dedicati, progetti faraonici per riunire persone e Associazioni per un progetto comune di alto livello? Talvolta, come è successo questo sabato, basta un piccolo spazio ed una piccola occasione per ottenere risultati eccellenti e oltre ogni aspettativa. 

. . . . . . . . . . . . . per nascondere la strizza. .....
Salvini era al governo nel posto che voleva, si è .....
E' una regola: due volte al mese, primo e terzo lunedì .....
A parte il fatto che appare assai singolare mandare .....
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
Dal mondo
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
FIAB Pisa
none_a
Con le “De Soda Sisters”
none_a
Presentazione libro-24 gennaio
none_a
Confcommercio
none_a
Molina di Quosa, 25 gennaio
none_a
Pisa, 24 gennaio
none_a
Pisa
none_a
Pontasserchio, 16 gennaio
none_a
CSI -Centro Sportivo Italiano
none_a
Le squadre di ValdiSerchio
di Marlo Puccetti
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Le squadre di Val di Serchio
di Marlo Puc
none_a
Nella notte fredda e bianca
la Befana un poco arranca
urge ormai di farsi l'anca
e per questo sembra stanca.

Befanotto suo marito
è davvero inviperito
dice: .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
di Moschini
none_a
Gli Amici di Pisa esprimono mo
none_a
di Renzo Moschini
none_a
 2
Sono disponibili 15977 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]   [7]  ...  [640] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
AUTORE: Ultimo
email: -

20/10/2019 - 14:18

............ sanno, credo, che io non sono mai stato un renziano doc e spesso ho messo in evidenza il Suo agire un po' sopra le righe e questo lo ribadisco adesso. ........ Non prendo per oro colato quello che scrivono i giornali e, per quanto possibile, non mi lascio indottrinare né condizionare dai giornalisti faziosi e prezzolati ( e lo sono quasi tutti ). Ho sempre considerato il leader di Italia Viva un politico vero e capace, certamente non becero come altri. .......... Poco fa ho ascoltato il Suo intervento, sul canale " La sette ", dalla " Leopolda " ed ho ascoltato un politico con le idee chiare che ha spaziato a tutto tondo sulla situazione politica italiana senza cercare gli argomenti che mirano alla pancia e non alla testa. Sinceramente non ero più abituato ad ascoltare un vero politico .......... da tempo i politici sono urlatori beceri che sostengono argomenti che portano i voti e non quelli che affrontano i problemi veri. Non è mia intenzione paragonarlo a De Gasperi o Togliatti a Nenni o La Malfa ad Almirante o Pertini sarebbe ingeneroso .......... ma è certamente un gigante politico se confrontato a Salvini o alla Meloni per non parlare di Di Maio che probabilmente non avrebbe avuto nemmeno il coraggio di prendere in mano il microfono. ......... Ultimo
----------------  RISPONDI





In risposta a: Moderi i termini.....per favore del 19/10/2019 - 18:58
Amico Sandokan non infierire ................
AUTORE: Ultimo
email: -

20/10/2019 - 8:58

............. è come sparare sulla croce rossa. Oppure è come rispondere ai giornali faziosi di Berlusconi .......... in quello che scrive c'è niente di suo ....... fa il megafono della propaganda becera. ....... Ultimo
----------------  RISPONDI





In risposta a: Egr. sig. Sandokan del 19/10/2019 - 14:18
Moderi i termini.....per favore
AUTORE: Sandokan
email: -

19/10/2019 - 18:58

Caro Maini, non mi pare di aver massacrato nessuno, tanto meno lei che mi pare vivo e vegeto e alquanto arzillo nonchè prolifico di parole a ruota libera.
Tengo a precisare che difficilmente rimango condizionato, in genere cerco di documentarmi tenedo conto anche dei contesti storici.
Non sto qui a dare un giudizio nello specifico sulle Foibe che hanno origine e responsabilità che un attento conoscitore della questione qual'è lei certamente avrà individuato.
Dal mio punto di vista le repressioni sulla popolazione condotte da regimi autoritari quali che siano, sono atti vili e da condannare senza tentennamenti al pari delle reazioni che frange di resistenza a tali regimi operano quando la morsa del totalitarismo viene meno, esattamente ciò che è accaduto in quell'area e in quel determinato periodo storico.
Detto questo e spero di essere stato chiaro, venendo alla sua lunga requisitoria difensiva dalla quale non colgo il senso di un riferimento cronologico ma sarà lieto di spiegarmelo, se vuole.
La tranquillizzo sul fatto che non leggo solo Repubblica ma come lei sopratutto giornali di destra quali Libero e Il Giornale, il Fatto Quotidiano i locali La Nazione e il Tirreno, a volte Il Sole 24 ore etc., ma non ho preferenze a differenza di lei (presumo).
In quanto alla sua preferenza nei confronti della Lega ed in particolar modo verso Salvini, sia onesto, faccia outing, ammetta che per lei è una musa ispiratrice, lo si denota dai toni anche nella sua risposta e negli scritti precedenti.
Rispondere con velate offese e girare le questioni su altre tematiche per non restare nell'argomento trattato è tipico del sistema salviniano.
Mi dice che avere atteggiamenti critici verso la Lega e Salvini li fortifica, che dire, siamo ancora in una Repubblica con libero pensiero, la critica è ancora ammessa?
Sarebbe utile che anche i leghisti ogni tanto facessero autocritica.
Infine per rispettare il suo ordine delle cose, sono molto preoccupato delle condizioni in cui versa questo martoriato Paese ma delle situazioni interne al governo poco posso dire o fare, anzi esattamente nulla mentre lei immagino sogghigni nella speranza che tutto precipiti nell'interesse nazionale vero?
Per come intendo io la politica al posto di Zingaretti, a rimediare alle magagne fatte dal precedente esecutivo avrei preferito ci fosse ancora Salvini, eroe nazionale e campione del tira il sasso e nascondi la mano, ma era impegnato a organizzare la manifestazione contro il governo che lui stesso ha contribuito a formare per contestare norme anche da lui volute e sopratutto ai tentativi di rimediare ai suoi stessi guai.
Come la vede la cosa dall'alto del suo sapere?
Manifestare a braccetto con Casapound e Berlusconi che ha deciso di aderire in difesa degli evasori fiscali vero dramma italiano altro che 20 o trenatmila immigrati/anno su oltre 60 milioni di abitanti italici.
La saluto cordialmente
----------------  RISPONDI





In risposta a: Dice l'anonimo Francesco T..... del 19/10/2019 - 8:25
S.T.
AUTORE: ***
email: -

19/10/2019 - 17:46

… E a micci? … Legnate!
----------------  RISPONDI





In risposta a: Informati meglio.... del 19/10/2019 - 9:19
Egr. sig. Sandokan
AUTORE: Riccardo Maini sempre residente a MdA
email: -

19/10/2019 - 14:18

L'articolo che è stato pubblicato sulla VdS il 18.10.2019 alle ore 20,57 nella sezione PARTITI&POLITICA scritto dal “fascista” Fausto Biloslavo dal titolo “A Trento si aggirano gli spettri degli anni di piombo” è stato scritto il giorno 17.10.19 alle ore 17:14, come è possibile verificare. Se lei avrà la compiacenza di guardare a che ora risale il mio modestissimo intervento che lei ovviamente giudica dettato da condizionamenti psicologici a cui lei forse è avvezzo, si accorgerà che è del 18.10.19 ore 14:54.
Solo ad una persona condizionata negativamente mentalmente come lei, è sfuggito che prima di scrivere il mio modesto (lo ripeto a scanso di equivoci) intervento, per evitare di essere massacrato da persone come il sig. Sandokan cerco di informarmi e leggere, non solo Repubblica, di cui lei deve essere un assiduo affezionato sostenitore, testata e giornalisti di sicura fede sinistroide, ma, se mi è possibile, gran parte delle altre varie testate, per ampliare il mio misero bagaglio culturale.
E se lei avrà ancora la pazienza di leggere si accorgerà che le Foibe sono state menzionate nel testo di Biloslavo :” Un altro grave indizio di fascismo è aver presentato un fumetto dedicato a Norma Cossetto, la martire istriana delle Foibe decorata alla memoria dal presidente Ciampi con medaglia d'oro al valor civile”.
Non mi meraviglierei affatto,( ma posso sbagliarmi e ne sarei contento), se lei con la sua profonda, immensa apertura mentale e formidabile cultura fosse un negazionista dell'eccidio delle Foibe da parte dei comunisti titini di migliaia di nostri connazionali.
Peccato che ancora una volta abbia versato l'acqua fuori dal bicchiere , per non dire che l'ha fatta fuori dal vaso, quando dice che il mio faro ispiratore è Salvini. Ancora una volta dimostra la sua assoluta mancanza di conoscenza, non mi permetto di usare la parola ignoranza, nei miei confronti. Le persone come lei, esaltano,
con il loro presuntuoso ottuso atteggiamento aggressivo e offensivo, la Lega e Salvini.
Ma si rende conto quanto stupido è questo comportamento?.
Se posso permettermi di darle un consiglio pensi ai tantissimi problemi che i suoi amici di governo hanno, che ancora oggi, pochi minuti fa, sono stati evidenziati da Zingaretti che si è dichiarato molto preoccupato per i dissidi interni all'esecutivo.
Con inestimabile ammirazione nei suoi confronti, la ossequio.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Fausto Biloslavo del 18/10/2019 - 14:54
Informati meglio....
AUTORE: Sandokan
email: -

19/10/2019 - 9:19

E' vero, un gruppo di studenti di dichiaratisi di estrema sinistra ha impedito al giornalista di partecipare all'università di Trento ad un dibattito sulla Libia (che c'entrano le Foibe?) dalla caduta di Gheddafi ad ora, incontro tra l'altro chiesto da studenti di sinistra evidentemente più democratici di quanto il buon Maini pensi, visto che Biloslavo scrive per "Il Giornale" la cui linea editoriale su questo punto lascia molto a desiderare.
La informo che il rettore di quell'università, scusandosi per l'inaccettabile situazione, ha reinvitato il giornalista, per cui le suggerisco di criticare qualora ciò non avvenisse e lasci alla sua onestà intellettuale di prevalere sulla tecnica sensazionalistica ma tendenzialmente e parzialmente bugiarda del suo evidentemente faro ispiratore Matteo Salvini.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Mah... del 19/10/2019 - 1:03
Dice l'anonimo Francesco T.....
AUTORE: BdB: alias Bruno Baglini
email: -

19/10/2019 - 8:25

...di certo sono sicuro di essere superiore a lei. Almeno culturalmente, mi faccia capire, ma, per caso lei, ha mica la coda di paglia in fatto di pensioni?

Eppoi stanotte al tocco e tre minuti (1.03) il sig. Francasco T. invia alla VdS questa riflessione semplicistica che è in voga da anni perché furono le ultime parole che mi dissero i miei dirigenti del Reparto FS toscano.
Se lei non va in pensione, quando lo diamo il lavoro ai giovani? e...quindi anche al mì figliolo? all'epoca aveva sei anni.
Altri tempi; noi contadini alla tenera età di 6/7 anni si "principiava" a far dei lavoretti per poi esser pronti per pareggiare con gli adulti in tutte le mansioni del lavoro nei campi e nella stalla con vitelli da carne e mucche da lavoro ed avveniva regolarmente all'età di anni 12 (dodici) e quindi per me correva l'anno 1959.
Nel giugno del /61 l'azienda agricola -La Storrigiana- dei duchi Salviati; comprendente anche il podere Baldinacca, attaccò le prime marchette al mio libretto di lavoro.
Quindi i due anni persi li ho recuperati in lavori disagiati (lavoro notturno) che per contratto sindacale le FS riconoscevano un anno di anzianità pensionistica ogni 10 di lavoro che in fondo alla carriera lavorativa "pareggiai".
All'età lavorativa del massimo impegno che un uomo può dare (sui 45 anni) fui interpellato se volevo andare in quiescenza con 7 anni di scivolo che tanti miei colleghi accettarono per poi metter su un'altra attività in proprio o fare il cosiddetto lavoro nero; perché non si nasce ferrovieri come poteva essere il mio caso; prima contadino esperto, poi specializzato in florovivaismo e quindi richiestissimo per piccoli lavoretti data anche la mia "notevole possanza fisica ed eclettismo* innato".
Dissi di no! per la prima volta.
Poi mi richiamarono al Reparto di Firenze nel /98 dicendomi: devi andare in quiescenza perché ci risulta che è due anni e mezzo che hai superato il limite massimo pensionistico che all'epoca, per tutti i ferrovieri era di anni 37 e mezzo.
Dissi di no per la seconda volta con questa motivazione: mio figlio crescerà male; perchè vedrà sù pà non fare un sembola a giornate.
Si ma noi vogliamo dare lavoro ai giovani, quindi mi dissero le stesse parole del sig. Francesco T.
Ma incoscientemente e/o coscientemente parlarono con lingua biforcuta.

Nel mio primo lavoro non fui sostituito da altri contadini che lavoravano la terra con le vanghe o con il bestiame da tiro, ma con i trattori che trainavano le mietileghe o con macchine composite che trebbiavano il grano direttamente nei campi, così come "cavavano" le barbabietole senza toccarle, o la vendemmia senza toccare con mano una pigna d'uva.

Nel secondo lavoro il "mause" fece "terranera" di tutte le stazioni FS e nel mio reparto un solo operatore comandava la linea da Roma Ostiense fino Torino-Pisa Firenze e viceversa.
A quel tempo, quando pagava Pantalone le FS rimettevano 1 miliardo di lire al giorno, così come le PT (Poste Italiane) che ora comprano quote Alitalia ed altro.

Ergo quando mi dice di girare il mondo e va bene anche la nostra italietta...ebbene si; sono in marcia! e la mia licenza elementare "forse" mi impedisce una perfetta sintassi, ma dire: io sono più intelligente di te perché ho studiato...posso al limite rispondere come ho già fatto a chi con prosopopea andante ostentava due o più lauree: bada che io non ho perso tempo andando a "scola".
Ripetere le parole di un intero libro letto una sola volta è segno di buonissima memoria, non di grande intelligenza.
bona.
...........................................
... di certo sono sicuro di essere superiore a lei. Almeno culturalmente. Mi faccia capire, ma, per caso , lei, ha mica la coda di paglia in fatto di pensioni?
Saluti saluti
......................................
Questa sua affermazione l'ho digerita non bene! es. come una pottaccia di cipolloni cotta non benissimo e servita al posto del caffè/latte con biscotti al mattino alle sette meno un quarto.


Provaci ancora Sam!
...non vuol essere un invito a giocare a carte scoperte perchè quando 12 anni fa facemmo questo giornale, il direttore ed i redattori furono d'accordo che qui sulla VdS si doveva svolgere la lotta sulle idee e non sulle persone, quindi io unilateralmente oggi ho giocato a carte scoperte (per quel che può valere) ma la regola dice che se c'è accordo fra i due giocatori come nell'ultimo mano "a briscola" si può "anche" buttar giù le carte.

BdB alias Bruno Baglini, nato alla Baldinacca il 21/2/47 alle nove dopocena.
bona bis.

nota:
eclettismo*
Atteggiamento di pensiero che sceglie e accetta dai varî sistemi filosofici alcune dottrine, e le coordina armonicamente (....)
----------------  RISPONDI





In risposta a: Francesco: un poco di confusione... del 18/10/2019 - 11:51
Mah...
AUTORE: Francesco T.
email: -

19/10/2019 - 1:03

E sarei io in confusione ?
Ha scritto tutto e il contrario di tutto. Chi è andato con il retributivo ha " acquisito " dei diritti, chi, eventualmente, ci va con quota 100 è un privilegiato. Bello. Se non si va in pensione, quando lo trovano lavoro giovani?
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Fausto Biloslavo
AUTORE: Riccardo Maini sempre residente a MdA
email: -

18/10/2019 - 14:54

Quale finimondo sarebbe successo, se all'Università di Pisa o alla Normale di Pisa o alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, si fosse impedito al divino Renzi di svolgere un suo intervento, ovviamente a pagamento?. Si sarebbe chiamata in causa la libertà di espressione, impensabile che non ci sarebbe stato un pensierino al periodo fascista, alla democrazia bistrattata offesa e violentata.
Ma che ancora una volta l’università – stavolta quella di Trento – debba essere teatro delle scorribande e delle intimidazioni dell’estrema sinistra, non è questione da far passare sotto silenzio. Fausto Biloslavo, inviato di guerra, esperto come pochi della questione libica, ha dovuto rinunciare ad intervenire alla conferenza a cui era stato invitato. Una conferenza proprio sulla Libia. Perché “Biloslavo non deve entrare all’università” . Forse anche perché il giornalista è uno dei più qualificati conoscitori del massacro delle Foibe, argomento assolutamente inaccettabile alle sinistre e quindi da censurare?. Tutto ciò che non è gradito alla sinistra deve rimanere fuori dall'università, la vera assoluta democrazia e cultura è quella che loro professano.
Vorrei tanto che i miei anonimi agguerriti critici che sostengono la sinistra una volta tanto, solo una volta per carità, dichiarassero pubblicamente il proprio sdegno per quanto accaduto a Trento e che condannassero il comportamento dei loro simili. Difficile da sperare ma un minimo di dignità questa gente la deve pur avere.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Caro It/Eu del 17/10/2019 - 20:10
Francesco: un poco di confusione...
AUTORE: Italiano-Europeo
email: -

18/10/2019 - 11:51

1) Q.100 è rimasta perché scade come una conf di biscotti.
2)La Germania non ha i pensionati baby che sono in pensione retributiva da 30 anni, bontà loro, e nemmeno un debito pubblico come il nostro.
3)Chi oggi percepisce una pensione retributiva avendo avuto i requisiti per arrivarci non è un privilegiato, ha solamente acquisito dei diritti, i quali progressivamente spariranno.
4)L'Italia può vantarsi di essere una Nazione ai primi posti nel mondo per l'erogazione di servizi essenziali e diritti acquisiti, e senza il lavoro tra qualche lustro li perderemo.
5)Ai giovani serve un lavoro per garantirsi una pensione al 60 % della retribuzione, ma senza un lavoro arriverà forse la pensione minima-sociale, e con molti diritti socio economici oggi acquisiti, cancellati.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Mi permetta del 17/10/2019 - 22:45
Durela...
AUTORE: XXXL
email: -

17/10/2019 - 23:25

...'n'antropopò vai....!
piesse: vedi cosa scrive il prof Luigi Marattin su PARTITI&POLITICA sulla VdS.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Starnazzano? del 17/10/2019 - 20:31
Mi permetta
AUTORE: Francesco T.
email: -

17/10/2019 - 22:45

A parte che Berlusconi disse " coglioni ", di certo sono sicuro di essere superiore a lei. Almeno culturalmente. Mi faccia capire, ma, per caso , lei, ha mica la coda di paglia in fatto di pensioni?
Saluti vivissimi.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Ultimo
email: -

17/10/2019 - 20:39

.......... una costante nei millenni ........ decise dalla sete di potere politico ed economico degli Erdogan di turno ( tanto per fare un nome ), e non certo dal popolino, ma in tutto il mondo l'egoismo accende focolai. Un fiammiferino è stato acceso anche in Italia nel SudTirolo/AltoAdige ....... speriamo che non diventi un focolaio e poi un incendio. E' comunque vero che chi provoca l'incendio poi sta a guardare e il popolino innocente soffre e spesso muore. Ed è sempre il popolino ingenuo che crede alle promesse di politici avidi e senza scrupoli che seminano odio e il popolino si lascia convincere che l'odio è cosa buona e giusta. E sono sempre i politici avidi e senza scrupoli, ed in Italia ne abbiamo avuto un esempio recente, a mentire e mentire ancora ed è risaputo che le menzogne dette insistentemente possono essere scambiate per verità. Oltre alle guerre vere che sono di una dannosità incredibile per il genere umano adesso c'è l'esaltazione delle guerre economiche in tutto il mondo e non ne è esente nemmeno l'UE che era nata, dopo l'ultima guerra mondiale, con i principi di unità e solidarietà si sta trasformando in una divisione su tutto. Molto altro potrei dire ma a me piace scrivere conciso e dire l'essenziale ....... perchè non serve scrivere paginate per non dire niente. .... Queste ultime righe avrei potuto evitarle ma ho voluto scriverle nella speranza che qualcuno si renda conto. ......... Ultimo
----------------  RISPONDI





In risposta a: Caro It/Eu del 17/10/2019 - 20:10
Starnazzano?
AUTORE: XXXL
email: -

17/10/2019 - 20:31

Ma come si permette!
Crede di essere superiore a Silvio Berlusconi che ci disse: chi vota a sinistra son dei citrulli.
----------------  RISPONDI





In risposta a: A Francesco T. del 17/10/2019 - 16:14
Caro It/Eu
AUTORE: Francesco T.
email: -

17/10/2019 - 20:10

Non so se ha capito che adesso c'è un altro governo, che proprio ieri a varato il Def. Quota 100, rimasta, quindi ora è anche una somma giallorossa, è una norma, come lo è opzione Donna ,per andare in pensione saltando la legge Fornero e, ribadisco per la 3° volta, servono due requisiti di base.
Altrimenti si continua a lavorare. Chiedo anche a lei, quanti anni dovrebbe lavorare una persona prima di accedere alla pensione ? Lo sa,si , che oggi si va col sistema contributivo e non con il retributivo, come ci sono andati tanti che oggi starnazzano sulle pensioni degli altri ?
Lei che guarda oltre le Alpi, sa che in Germania andranno in pensione a 67 anni...si ma dal 2030 però. Noi ci siamo messi avanti, con tanti saluti a chi dovrà lavorare una vita con una pensione che, se va bene, sarà il 60 % della retribuzione. Ci pensi, quando vede le opportunità per i giovani.
----------------  RISPONDI





In risposta a: sarei curioso di sapere del 16/10/2019 - 19:47
A Francesco T.
AUTORE: Italiano-Europeo
email: -

17/10/2019 - 16:14

Scrive il Sig. Francesco:
“E non è colpa di Quota 100 se tanti lavoratori non hanno i requisiti, l' eventuale responsabilità sarà propria o di datori di lavoro mendaci……”

Egr Francesco, Quota 100 è il risultato, e il risultato di una addizione la si ottiene dalla somma degli addendi: come dire….Giallo + Verde = Quota 100.
Le responsabilità sono politiche, e molto ben pensate per garantire a coloro che l’hanno proposta un certo sostegno elettorale, così come la flat tax per tutti era per una certa destra, o il reddito di cittadinanza per abolire la povertà, per una certa sinistra. Poi i conti non tornarono e allora….eccoci qua!
Sono da sempre per una Europa Unita, e qui sto benissimo, mentre i proponenti Quota 100 hanno espresso qualche perplessità per la moneta unica, e l’Europa Unita.
Ho quindi la sensazione che sia Lei ad avere qualche difficoltà ad attraversare le Alpi ed affrontare le molte innovazioni che L’Europa cerca di offrirci o che offrirà ai nostri giovani.
----------------  RISPONDI





In risposta a: La verità ti fa male......; lo so. del 16/10/2019 - 20:06
Già
AUTORE: Francesco T.
email: -

17/10/2019 - 0:22

La verità fa male a chi si nasconde.
Poi, forse, trova un po' di coraggio
e parla a vanvera. L' inflazione sul dl/66 non c'entra nulla, adesso, a seconda delle retribuzioni, gli euro sono 66. Brutta bestia pensare di saper tutto e intervenire su tutto, anche quello che si ignora.
----------------  RISPONDI





In risposta a: sarei curioso di sapere del 16/10/2019 - 19:47
La verità ti fa male......; lo so.
AUTORE: BdB
email: -

16/10/2019 - 20:06

Scrive il sig. Francesco T:
Sa benissimo anche lei che gli 80 euro, tra l'altro adesso sono meno.

No! ora sono 81, l'inflazione è al minimo ma un gocciolino persiste.
Quindi al mi figliolo vengono tagliate tasse per 972 euro spiccioli ogni anno ed è la cosiddetta mancia elettorale Renzi, l'altro Matteo l'ha lasciata e non si è azzardato a ri/farmi pagare la tassa sulla MIA casa fatta con sudore e sangue negli anni /70.

Poi Francesco T scrive: so però che l' Istat ad agosto scorso ha certificato il dato dei disoccupati al 9,5 % in calo e ai minimi dal 2011.

Ma, non sarà mia (mica) merito dell'odiato "giobatte" fatto dal governo Renzi Matteo/Alfano Angelino!?

Poi c'era l'APE social e la flaxtas estesa già ad 850.000 aventi diritto a quella misura, così come la riduzione di permanenza sul lavoro per lavori usuranti già in atto con i governi precedenti e già che ci sono dico: provate a proporre quota 100 a Bruno Vespa, Giancarlo Magalli, Renzo Piano, Tronchetti Provera (quest'ultimo guadagna 1850 ero l'ora, anche quando dorme) come disse il Tolaini!
----------------  RISPONDI





In risposta a: A Francesco T. del 16/10/2019 - 13:30
sarei curioso di sapere
AUTORE: Francesco T.
email: -

16/10/2019 - 19:47

Sarei curioso di sapere dove ha vissuto, lei, con le sue granitiche certezze e saccenze varie.
Vede, posso essere imbarazzante, nessun problema, però nella mia risposta alla sig. Amadesi ho fatto degli esempi, veri, se vuole possiamo metterci di buona lena e farne altri. Sa benissimo anche lei che gli 80 euro, tra l'altro adesso sono meno, non hanno risolto, lo ripeto, granchè. Possiamo trovare tante persone daccordo e tante altre contrarie, basta girare, ecco perche chiedevo dove ha vissuto.
E non è colpa di Quota 100 se tanti lavoratori non hanno i requisiti, l' eventuale responsabilità sarà propria o di datori di lavoro mendaci. Così come la norma non è in esclusiva per...ripeto, servono 62 anni e 38 di contributi e si può andare, certo non è obbligatorio, quindi. Sinceramente se ci sia stato turn over non lo so, so però che l' Istat ad agosto scorso ha certificato il dato dei disoccupati al 9,5 % in calo e ai minimi dal 2011.
In conclusione la rassicuro, MR non è un mio incubo, tranquillo. La manovra a cui alludevo, targata MR, era riferita agli 80 euro, certo non a quella attuale.
Mi stia bene, e giri un po' il mondo, va bene anche la nostra Italietta, non potrà che farle bene.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Renzi immenso uomo politico del 16/10/2019 - 16:04
Alla grazia di Lucia Annunziata al maschile...
AUTORE: Bruno della Baldinacca (alias Bruno Baglini)
email: -

16/10/2019 - 17:47

...abitante sempre a MdA.
La sig.ra. Lucia ebbe a dire all'ex ministro degli affari interni: ma cosa ci vè a ffa a rischià di fatti marzagra da Renzi (come poi è avvenuto).
Lui cià ir 4 e te ir 4 collo zero ghietro, uncindà deretta!
Ecco non sapere come funzionano le regole democratiche porta a dire queste baggianatelle; il 4 non può "pareggiare" con il 40.
Intanto un de' due Mattei governa e l'altro? soppone! hai voglia di be' ova!

Umberto Bossi era il solo eletto in tutta Italia e dopo fu quello che su richiesta di D'Alema, dette barta al governo Berlusconi/Bossi. Poi venne Dini...come venne Monti dopo il solito capriolo del governo Belusconi- Salvini- Meloni e la gente gira....

La DC dette i voti a Giovanni Spadolini che deteneva il 2,5% di voti degli Italiani e divenne PdC.

Matteo Renzi ha vinto e perso come NON succede dove i dittatori sono al potere perpetuo e sono più che convinto che passata questa ondata bugiarda ed ignorante, poi saranno Meloni e l'altro Matteo con la loro richiesta di elezione diretta del PdR a portare il vostro odiato (per niente) sul colle più in alto di Roma.
Scommettiamo!?

Auguri di pronta guarigione a Matteo Salvini (senza un minimo di ironia)
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Renzi immenso uomo politico
AUTORE: Riccardo Maini sempre residente a MdA
email: -

16/10/2019 - 16:04

La mia personale antipatia nei confronti del sen. Renzi è risaputa e sicuramente è insignificante, ma, per quanto può valere, mi piace puntualizzare che dopo il suo intervento a Porta a Porta di ieri sera, questo mio sentimento si è duplicato, anzi triplicato. La negativa sensazione che ho provato nel sentirlo parlare è stata quella del “pierino” della classe, del “ciccio bello” presuntuoso che alza sempre la mano per farsi notare dalla maestra e che non permette al compagno meno preparato di scopiazzare qualche dato. Un antipatico compagno di banco e di giochi che nessun bambino intelligente vorrebbe avere.
Ho seguito con la massima attenzione tutto il dibattito e quello che è rimasto impresso nella mia modestissima mente sono solo le parole del sen. Salvini : “io rozzo barbaro ancora oggi posso vantare, ovviamente per quel che può contare, su un 33% di consensi a mio favore, tu uomo acculturato, ma presuntuoso ed arrogante, navighi ad un insignificante 4,3%”. Tradotto nello slang, gergo paesano del mio amico B.B. “sei una cagatina di mosca su di uno specchio che con un kleenex imbevuto di sputo di posso eliminare”.
Ieri sera ho capito, sempre con la mia mediocre capacità intellettiva, quanto grande sia stato il sollievo del Partito Democratico nell'essersi tolto dai sacri bronzi il sen. Renzi. Purtroppo il boy scout fiorentino stringe le parti basse del PD dei Cinque Stelle e dell'insignificante LeU e fino a quando non saranno distribuite le 400 poltrone nelle società pubbliche che tra breve si renderanno vaganti, saranno alla mercè del pinocchietto fiorentino.
Evitiamo di essere ipocriti, questa è la triste realtà che gran parte dei giornalisti di tutte le testate hanno reso palese e serenamente rivelato.
Il Sole 24 Ore scrive che ci sono in ballo 70 poltrone da assegnare a breve in una decina di società i cui vertici sono già scaduti, mentre l'anno prossimo ci saranno più di 300 caselle da spartire in una sessantina di società tra le controllate dirette del ministero dell'Economia e le aziende controllate indirettamente. Il quotidiano finanziario riporta: “scadono nella prossima primavera e quindi saranno da nominare i vertici delle società pubbliche più importanti Eni, Enel, Leonardo e Poste, Terna, Enav, tutte quotate in borsa”, ed ovviamente Renzi vorrà mettere i propri paggetti sul maggior numero possibile di poltrone, sempre e solo pensando al bene degli italiani.
Sinceramente mi auguro che il sen. Renzi, eccezionale politico che ha portato prima al 40% e poi al 18% il Partito Democratico continui in questa sua arrogante e presuntuosa operazione disgregatrice della sinistra che ha iniziato creando Italia Viva.
Dire liberamente quello che penso non mi crea alcun imbarazzo o timore, disponibile a ricevere tutte le invettive possibili, e a quei mediocri personaggi che criticano in maniera becera rimanendo nell'anonimato, come sempre, invio il mio più rispettoso saluto e dico loro con il massimo ossequio possibile “ ma non vi sentite un po' vigliacchi nel rimanere nel vostro stupido anonimato?”.
A quale categoria dell'umanità di Leonardo Sciascia vi sentite di appartenere ? Non certo a quella degli uomini o mezz' uomini, a voi la scelta rimanente.
Con immenso rispetto e enorme ammirazione.
----------------  RISPONDI





In risposta a: permetta una domanda del 15/10/2019 - 23:21
A Francesco T.
AUTORE: italiano vissuto
email: -

16/10/2019 - 13:30

Scrive Francesco: “ i famosi 80 euro, anche questo provvedimento costa alle casse dello stato poco più di 9 miliardi annui senza risolvere granché.”

Francesco, le sue certezze sono imbarazzanti. Ha mai provato a sentire ciascuno dei 10 milioni di italiani che hanno ricevuto gli 80 € se sono stati utili a risolvere? (80€ x 12 o13 mensilità = 1000€)

Scrive Francesco. ”Almeno Quota 100, per averla, ha bisogno di requisiti validi, 62 anni e 38 anni ( minimo)di anzianità lavorativa”

Conosco tanti lavoratori che hanno più di 60 anni e che non hanno tutti i contributi pensionistici versati o periodi di disoccupazione ecc. e quota 100 se la devono scordare. Molti di questi lavoratori hanno lottato per ricercare nuovi lavori, alcuni dei quali usuranti, o sottopagati, o part time ecc. In verità Francesco ha una parte di ragione… quota 100 è una norma pensionistica di breve durata in esclusiva a chi già percepiva un reddito ininterrotto, essendo lavoratori garantiti o dallo Stato o dalle grandi aziende private. Mentre il turn over alla pari non c’è stato, e la disoccupazione resta sempre alta.

Scrive Francesco: “Non la sento indignarsi, sarà mica perché la manovra è targata MR” ?

MR è ormai l’incubo dei sogni notturni dei nuovi alleati o dei suoi oppositori. Le critiche a MR sono mistificatorie, si fanno critiche al nuovo MR di Italia Viva senza alcun riscontro oggettivo, solo opinioni dei soliti opinion maker nei soliti dibattiti tv, quasi sempre senza contraddittorio.

Come scrive Francesco: “la manovra economica è targata MR”.

Ma in parlamento e nel governo la maggioranza è dei M5S e in parte del PD, ma per Francesco la manovra l’ha imposta MR. Suvvia Francesco…ridiamoci sopra.
MR ha le idee chiare e obiettivi ambiziosi, l’altro…M(S) ieri si è avvalso, da B. Vespa esclusivamente del consenso elettorale e dei sondaggi politici. MR per ora non partecipa alle competizioni elettorali, per ora ha assicurato all’altro M(S) l’opposizione parlamentare.
----------------  RISPONDI





In risposta a: permetta una domanda del 15/10/2019 - 23:21
La risposta è stata una risata
AUTORE: Osservatore 1
email: -

16/10/2019 - 0:42

Proporre quota cento a Bruno Vespa et simili?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Quota cento non si tocca dicono gli estremisti... del 15/10/2019 - 13:12
permetta una domanda
AUTORE: Francesco T.
email: -

15/10/2019 - 23:21

Cara sig. Amadesi, forse lei si è svegliata ora dal suo letargo estivo, ma tengo a farle sapere che gli Italiani lo sanno benissimo che la legge Fornero è sempre in vita. Quota 100, tanto bistrattata da lei che immagino sia già pensionata, probabilmente dopo un lavoro garantito, ha permesso a tante persone di uscire dal mondo del lavoro ben prima di quanto permetta la Fornero. Oppure lei è di quelle persone che 40/41/42 anni di lavoro siano pochi ? Certo, per chi fa lavoro di ufficio, ma pensi a chi fa lavori disagiati e usuranti. E comunque il 2021 è vicino non si arrabbi. Oppure provi a spostare la sua rabbia e indignazione sul famoso Dl/66, i famosi 80 euro, anche questo provvedimento costa alle casse dello stato poco più di 9 miliardi annui senza risolvere granchè. Almeno Quota 100, per averla, ha bisogno di requisiti validi, 62 anni e 38 anni ( minimo)di anzianità lavorativa.
Gli 80 euro sono dati a pioggia a chi ha uno stipendio inferiore ai 1500 euro, creando disparità assurde : famiglia di 4 persone, padre e madre che lavorano con stipendi sotto 1500 € e che si prendono, tutti e 2, la cifra.
Stessa famiglia di 4 persone, solo il padre lavora, con moglie e figli a carico, stipendio oltre la soglia fatidica, e, guardi, bastano pochi euro in più e niente bonus.
Non la sento indignarsi, sarà mica perchè la manovra è targata MR ?
----------------  RISPONDI





In risposta a: bloccare l'export di armi del 15/10/2019 - 17:54
HE si si, sembra facile!!!
AUTORE: gio'
email: -

15/10/2019 - 21:39

MI PERMETTO DI SEGNALARE che la situazione nell’area medio orientale in questione è un po’ più complicata di come viene dipinta e coinvolge non una porzione, ma l’intero globo terracqueo… minacciando equilibri consolidati e non, ed è suscettibile di un’escalation letale, difficilmente controllabile….

Per prima cosa, l’Italia ha già dal 1990, una legge che vieta la vendita di armi all’estero, a paesi coinvolti in conflitto.
L’esportazione di armi in Turchia, del nostro paese, ammonta tuttavia a 360 milioni di euro nel 2018, (elicotteri Agusta Westland) Contro i 2, 6 miliardi complessivi dell’Unione.

Il conflitto principale della regione è etnico, religioso, ma diventa anche campo di battaglia al e del terrorismo internazionale islamico, e vede contrapposti gli sciti appoggiati dall’Iran, ai sunniti arabi, appoggiati da Arabia saudita; Egitto ed alcuni emirati, in un gioco geostrategico in cui anche la Turchia cerca di imporre la sua egemonia, e vede quale massimo protagonista nello scacchiere, la Russia di Putin, che giocando abilmente le sue carte, ha colto finora i maggiori successi strategici.
Facendo un efficace gioco di sponda con l’Iran, appoggiando da sempre la Siria di Assad, da cui ha ottenuto basi navali ed aeree, missilistiche, fin sul mediterraneo, è riuscita ad estromettere gli U.S. dai giochi nella regione, avvicinandosi alla Turchia, da sempre avversario naturale …

La Turchia del resto, già ai tempi di Ataturk, ha sempre vessato e combattuto i Curdi, culminando in ferocia, nel primo dopoguerra, quando attuò un vero genocidio ai loro danni, quando non ostante la firma di trattati favorevoli, furono traditi una prima volta dagli occidentali, che dopo averli cancellati come entità statuale, li abbandonano al loro destino….

Avvenimenti ripetutisi più volte in seguito, ad opera degli americani, che li usano nelle contingenze sfavorevoli e li lasciano in balia degli eventi, una volta superate le varie crisi, per non inimicarsi il potente alleato ANATOLICO….

La Turchia non ha solo un esercito potente, ma il secondo per numero ed armamenti dell’intera NATO, ed è stato usato dagli USA per contenere l’ex URSS, PRIMA E LE MIRE di Putin in seguito, ma oggi non può essere definito propriamente un alleato fedele dell’occidente, da quando è salito al potere il premier Erdogan, infatti ha sviluppato una politica diplomatica e militare spregiudicata, avvicinandosi a settori nazionalisti estremistici, e all’integralismo religioso, appoggiando di fatto i combattenti dell’ISIS, nonché alle posizioni dei russi, acquistando batterie missilistiche incompatibili con gli f35 occidentali, ed armi pesanti estranee agli standard atlantici, e facendo temere trasferimenti di tecnologia dai propri arsenali, a vantaggio dei nuovi amici di Mosca..

Ambigua anche la vicenda relativa ai migranti siriani, trattenuti con vantaggio economico, spremendo le casse europee, e la recente minaccia di consentire il il loro transito indisturbato….

La Turchia, poi gioca anche direttamente con i nostri interessi nazionali, una partita cruciale in Libia, dove gode di sempre maggiore influenza, ai nostri danni, e conduce azioni vigorose intorno a Cipro, già invasa per metà, impedendo trivellazioni dell’ENI, con interventi militari navali ed aerei, e rivendicando i propri diritti di estrazione abusivamente in spregio del diritto internazionale… anche ostacolando lo sfruttamento di riserve petrolifere scoperte dalla nostra compagnia in Egitto.

Per quel che riguarda la politica estera recente degli Stati Uniti, meglio stendere un velo pietoso sulle gaffes dell’attuale commander in chief, che con una sola mossa, ritirando un migliaio di truppe speciali. è riuscito a far incavolare i propri vertici militari e influenti politici connazionali pro e contro la sua amministrazione, dividere il campo occidentale, tradire i curdi, eroici nell’ ultimo conflitto, mettere in crisi la NATO, incrinare i rapporti con i maggiori alleati , ridare vigore all’azione delle potenze regionali, consentire a migliaia di terroristi di essere liberati, aumentare esponenzialmente il rischio di attentati in Europa….
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 15977 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]   [7]  ...  [640]