none_o

E’ una frase tratta da “Una storia come questa”, canzone del 1971 interpretata da Adriano Celentano su testo e musica di Goffredo Canarini e Miki Del Prete. Una realtà che molti di noi hanno vissuto e che sembra appartenere ad un passato così lontano da essere quasi dimenticato. Ma forse….

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
Di Claudia Fusani
none_a
Di Umberto Mosso ( a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Lorenzo Gaiani (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
San Giuliano Terme, 3 luglio
none_a
Di Umberto Mosso(a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
 3
Sono disponibili 17567 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]   [7]  ...  [703] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: Ragionevolezza! del 7/5/2022 - 17:26
Averlo saputo prima...
AUTORE: Nativo Baldinacca
email: -

7/5/2022 - 17:45

...lo disse anche Fredo del Lelli che ndede a mazzacchera, ma ir Serchio era troppo arto e ll'anguille un toccavino e disse: averlo saputo iersera nvece di vienì a mazzacchera, portavo ir fieno sotto ir portiho e ummelo bagnava ll'acqua di stanotte.

Caro/carissimi già Catalano sosteneva che la pace è meglio della guerra.

Poi un'antro più accurturato sostenne: del doman non ve' certezza!
Ergo: se lo stupratore la fa sempre franca, il nostro/vostro destino sarebbe viaggiare SEMPRE rasente il muro perchè a pilliallo ner baghe dice che sia un amme.

E quanta pochezza si va cercando con il sondaggino giornaliero.
Italiani: volete più soldi per la salute o per la difesa?
Italiani: volete la pena di morte?
Le risposte cercate così sono scontatissime; ma vediamo che il PdC Giuseppe Conte promise a Trump che l'Italia come tutti i paesi aderenti alla NATO avrebbe portato da qui al 2028/30 il bilancio di spesa dall'1,6 a 2% ed in piena pandemia il suo governo rinunciò ai 36miliardi del MES.
Poi ancora; si mette in dubbio che il Presidente ucraino non avesse la maggioranza dei suoi decisi a sostenere la lotta armata di liberazione, se era al contrario essendo un paese democratico che non ha abolito i social, lo mettevano in minoranza con un semplice cinguettio.

Meglio non fare previsioni ma Putin non prenderà il Nobel per la pace come Gorbaciov e di Zelesnki che nessuno di noi conosceva la sua esistenza fino ad "orellanno" e così come l'esistenza della due regioni contese e...della Transnistria poi qui sulla VdS dal 2007 che cominciò le pubblicazioni non è apparsa "machi" come disse Palmiro.
bona.
----------------  RISPONDI





In risposta a: L'opinione del 7/5/2022 - 9:43
Ragionevolezza!
AUTORE: Lettore 5
email: -

7/5/2022 - 17:26

Fialmente anche Zelenky comincia parlare di pace. Non dice più che lo farà quando avrà vinto la guerra. Sarà stato convinto dagli orrori di ogni giorno oppure qualcuno nel suo paese comincia a dubitare che questa sia la strategia giusta.
Ed è già tardi. Fin da subito era evidente che bisognava trattare e i termini della questione erano
1) indipendenza dell'Ucraina
2) autonomia o integrazione dei territori del Donbas.
Lì ci sono due etnie con lingua , costumi e tradizioni diverse ed è inutile volerli fare diventare tutti ucraini proibendo il russo e mitragliandoli quando serve.
Qualcuno lo ha detto fin dall'inizio ed è stato subito allontanato od offeso definendolo putiniano. Un modo facile per avere ragione e continuare a discriminare chi la pensa diversamente. Su questo giornale poi non si fa che dileggiare questi pacifisti solo perchè hanno un'idea diversa dal pensiero comune. Che poi comune non è visto che la maggiornaza degli italianoi è contro l'invio delle armi e cerca altre alternative per raggiungere l'obbiettivo della pace.
Al momento dal dileggio si salva solo il Papa ma se continua così presto qualcuno (U.M.?) se al prenderà anche con lui.
Firmato: pacifista non putiniano che odia la guerra e aspetta con ansia un po' di ragionevolezza.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Non capisco del 7/5/2022 - 15:52
Non ci stai più a capire niente vero?
AUTORE: BdB
email: -

7/5/2022 - 16:27

L'unico presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana votato direttamente dal popolo fu Benito Mussolini; gli altri, anche se Berlusconi andava dicendo che lui avendo vinto le elezioni politiche come capo della sua coalizione, era stato eletto dal popolo (suo) ma poi fu il Presidente della Repubblica a dargli l'incarico per la formazione del suo governo e divenne PdC effettivo non con il giuramento, ma con i voti della maggioranza del Parlamento: uguale a Dini, Scalfaro, Monti, Ciampi, Renzi, Conte e Draghi.

Le cosiddette cariatidi le volevano mandare via dal Parlamento i seguaci del comico Giuseppe detto Beppe Grillo, sostituendoli con i bibitari e con i raccontatori di barzellette nei campeggi estivi di montagna di Lago è di mare.
W Pierferdi Casini &.

nb; dai miei media informativi sento che 5milioni di ucraini son venuti ad Ovest di Paperino e pochissimi si son diretti ad Est e non voglio credere fino in fondo che con i trattori, mietitrebbie, cassoni di grano rubati e diretti ad Est ci siano anche mescolati qualche virgulto da rieducare alla loro dottrina che una volta era rossa, poi dallo scureggiallo son passati direttamente alla brutta copia del nero seppia.
----------------  RISPONDI





In risposta a: L'opinione del 7/5/2022 - 9:43
Non capisco
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

7/5/2022 - 15:52

Di quale democrazia sta parlando? Di quella che mette Draghi al governo senza che nessuno lo abbia votato o dei politici che ci ritroviamo che incapaci di assumersi qualsiasi responsabilità si piazzano in fondo al pullman e lasciano lo stesso Draghi al volante come se niente fosse? La Democrazia in cui si chiama lavoro quello a 3 euro l’ora? Oppure la democrazia che vuole epurare dalla tv chi presenta una voce contraria? Che Putin sia antidemocratico è chiaro a tutti, che le nostre democrazie siano molto incompiute è chiaro a pochi, grazie in particolare alla disinformazione a reti unificate. Sono ottimista, esiste un altra strada e se le coscienze più avanzate saranno in grado di organizzarsi si manifesterà e sarà un nuovo movimento civile da presentare alle prossime elezioni al posto degli attuali cariatidi.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Dal /61 all'/89, cambiare opinione si può! del 7/5/2022 - 14:18
Troppa TV
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

7/5/2022 - 15:16

All’ammasso c’è finito chi si fa infinocchiare dai media di regime o democrazia del controllo dove lei pensa di dire il suo pensiero senza rendersi conto di essere stato condizionato da informazioni fasulle. Inizi a buttare la TV dalla finestra e si informi da entrambe le fonti vedrà che era nel giusto prima e lo è ancora. La NATO è in particolare gli Stati Uniti sono rimasti gli stessi esportatori di democrazia tramite la guerra, chi non accetta questo capitalismo in vena fa molto bene a difendersi, in ogni modo. Lo spieghi anche ai suoi amici con l’elmetto del PD.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Bruno Baglini, Migliarino
email: -

7/5/2022 - 14:18

Nel /61 parteggiavo per Nikita Kruscev ma non seppi mai bene a quei tempi (anni n°14 senza TV e internet) che fu colui che in una notte di giugno di quell'anno divise i "due mondi".
Nell'/89 essendo mpopò, anzi assai più maturo parteggiavo con chi, con i picconi, mazze ed altro buttavano giù quel muro che con il passare del tempo divenne orrendo e divideva in due Berlino e i due mondi.
Sbagliare è lecito, perseverare è dimorto diabolico.

Se ora dopo questi due mesi e mezzo alcuni di noi del mondo libero son sempre della stessa idea presa prima della notte del 22 febbraio ad ora, vuol dire che il loro cervello è stato portato all'ammasso.
Di guerre orribili ne abbiamo viste tante nei nostri schermi a colori e nei telegiornali duravano 5/7 minuti poi si passava "alla vita di tutti i giorni" tanto noi non correvamo pericoli; anche per i nostri risparmi.

Oggi, anche su questo giornale fanno capolino "i ma se".
Dice un tal Massimo o se avesse ragione la giornalista Sud Africana Laura Logan? (che sia poi filo trumpiana al Massimo gli va a fagiolo credo).

Poi tal Paolo Ferrero dice alla mia e vostra televisione: la continuazione della guerra (che rischia di diventare mondiale) è di "Giobiden" che se lui volesse la guerra termina in due giorni(?)

Ergo: a che serve spulciare fra le guerre (guerricciole a questo punto) che sono avvenute nelle regioni ucraine come fra i separatisti spagnoli, del Regno Unito; si dolorose per quei popoli, ma mai come ora si è paventato e si spaventa con scenari apocalittici del tipo "zunami" del mare inglese che si alza di 500 metri o di un sol missile con testate atomiche plurime che annienterebbero a distanza di pochi secondi Parigi, Londra, Berlino, Lisbona, Roma....così tanto per provare l'effetto che fa.
...e dice che "colui ed altri due possessori di valigette con il bottoncino" per il giorno 9 (nove) corrente mese faranno vedere nei cieli sopra la sfilata della ricorrenza della fine della guerra mondiale il super aereo preparato per assistere da lassù alla fine del mondo.

....il giorno 25 o 26 febbraio, il mio amico (?) Vladimiro di Pappiana in ciat mi dice: ma te....sei per
Volodomir Zelenski o per Vladimir Putin?
Io lo meleggiai mpopò adducendo che per antonomasia (per nome simile di battesimo) lui mi par che avesse deciso tutto lipperlì come fosse un giochetto scemo fatto prima e dopo i TG sulle TV.
Roba da conigliolate nel groppone, ma sode!
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
L'opinione
AUTORE: Maria Amadesi
email: -

7/5/2022 - 9:43

Il mondo si è veramente rigirato, si parla ormai più del 9 maggio che della guerra.
Posto che certamente l’aggressione della Russia all’Ucraina era prevista con un termine brevissimo, ma le cose sono andate e stanno andando diversamente, per cui mancherebbe il tempo di dedicarsi ai preparativi per i festeggiamenti del 9 maggio, la vittoria della Russia nella seconda guerra mondiale. Invece con estrema indifferenza si fanno i preparativi, si fanno le prove della grande parata, mentre al fronte si combatte aspramente e con massima aggressività dell’invasore, incurante dei massacri, degli orrori, di morti e disperazione quotidiana, ma facendo un macabro conto a rovescio di quanto più si può portare come trofei alla grande festa.
E l’informazione fa binario tra i preparativi per la grande festa e le nefandezze che continuano sui territori occupati.
Vedere le immagini di tanta distruzione mirata, perché non massacri civili, non butti bombe su ospedali, scuole, case, villaggio inermi, inventandoti storie di nemici ovunque, non bombardi un teatro con centinaia di persone rifugiate all’interno, ignorando le scritte “ bambini” che poi fai sparire opportunamente per propaganda interna, non spari sulle macchine di chi cerca di salvarsi da quell’orrore, non spari su autobus o qualunque cosa civile che si muove, non nascondo in fosse comuni, centinaia di poveri cristi, uccisi, giustiziati, torturati, magari la guerra la fai contro chi si può difendere, magari un esercito.
Sinceramente della grande festa non mi interessa proprio niente, mi fa orrore che si pensi di farla in pompa magna, anche nei luoghi conquistati ( al momento), con i morti sotto le macerie a cui non dai possibilità di sepoltura dignitosa, mi fa orrore immaginare sfilate in una terra che non appartiene all’invasore, magari con la pretesa di gente che accoglie, dopo tanta sofferenza e devastazione.
Ci vuole un cuore di latta e un buco nero al posto dell’anima, pensare ad una festa per mostrare al mondo… che cosa mostrare poi , solo il momento più basso di sfrenate ambizioni, di una cattiveria e arroganza mai viste, sinceramente il mondo ne farebbe volentieri senza.
E non posso perdonare, quella stampa che continua a fare il paio fra i disastri di una guerra assurda, e i preparativi di una festa altrettanto assurda di questi tempi , in questa situazione.
Mancano due giorni, saranno i due giorni più duri, temo vedremo il peggio di quello che già oggi ci appare difficile da raccontare.
Non dovrei, ormai abbiamo visto di tutto, mi sorprende , nonostante tutto i saccenti opinionisti, esaltati da una stampa compiacente, che continuano a trovare argomenti per giustificare l’invasore.
La pace e c’è lo insegna la storia, si raggiunge combattendo, diventa un dovere aiutare chi si difende, non si possono mandare le fionde e i sassi di Davide, le trattative per la pace si fanno in due, non certo con chi insegue un nefasto sogno imperiale e non sente ragioni.
Questa è una guerra che riguarda tutti, perché in realtà si contrappongono le dittature alle democrazie, non capire questo è la vera vittoria dell’aggressore.
Il 9 maggio temo sarà il giorno più lungo e più brutto della storia contemporanea, mi auguro una severa riflessione da parte di tutti, sopratutto di quei pacifisti nostrani che dalle loro poltrone e dai salotti dispensano consigli vuoti a perdere.
Le democrazie sono conquiste da difendere ogni giorno.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Beppe Calesse
email: [protetta]

5/5/2022 - 11:28

.............. e un dio artro. .......... Beppe Calesse
----------------  RISPONDI





In risposta a: Amico Cittandino come pochi ............. del 4/5/2022 - 20:20
Libro
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

4/5/2022 - 23:19

Non venduto a chi ha il vello bianco candido da tosare frequentemente.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Libro consigliato del 4/5/2022 - 17:58
Libro edito...
AUTORE: Lettore
email: -

4/5/2022 - 20:51

...Quadrizzoli? pagine diciassei ? (16)
----------------  RISPONDI





In risposta a: Libro consigliato del 4/5/2022 - 17:58
Amico Cittandino come pochi .............
AUTORE: Beppe Calesse
email: [protetta]

4/5/2022 - 20:20

.......... insistisci? Nel giro di poche ore sei riuscito tirar fuori tanta cacca e saltellarci sopra da essere fortunato a vita. ........... Beppe Calesse
----------------  RISPONDI





In risposta a: Capuozzo del 4/5/2022 - 8:02
Amico Cittadino come pochi ..........
AUTORE: Beppe Calesse
email: [protetta]

4/5/2022 - 20:12

............ hai detto cose giuste fino a un certo punto ma è stato nel finale che te la sei fatta addosso. E' sempre la conclusione finale quella che conta. ....... Beppe Calesse
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Libro consigliato
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

4/5/2022 - 17:58

“IL DIRITTO DI ESSERE CONTRO – Dissenso e resistenza nella società del controllo
----------------  RISPONDI





In risposta a: C'è chi cià e chi non ha... del 4/5/2022 - 9:13
Un po’ pochino
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

4/5/2022 - 16:19

Come dettaglio di quello che sta succedendo, ma non mi aspettavo molto di più. Se va a rivedersi la storia degli ultimi 15 anni capirà che Putin sebbene sia in errore a scatenare una guerra, ha avuto tutti gli stimoli dalla NATO (vedi Stati Uniti) perché questo accadesse. I politici Italiani ormai alla canna del gas non possono fare altro che allinearsi sperando in una futura prebenda. Il Letta filo atlantista è la scoperta più interessante di questa stagione, ha superato anche il tanto odiato Renzi. Cosa non si farebbe per la carriera personale…..altro che partito.!!!!
A questo punto come diceva Gaber cosa è la destra, cosa è la sinistra, si può concludere che sono sparite sostituite dal Draghismo onnipotente. Grazie Giorgia di esistere!!!!
----------------  RISPONDI





In risposta a: Capuozzo del 4/5/2022 - 8:02
C'è chi cià e chi non ha...
AUTORE: Osservatore 1
email: -

4/5/2022 - 9:13

...."punta" simpatia per i vari Capuozzo et Orsini vari.
Questo succede nella nostra Italia Democratica dove le voci non allineate non vengono poloniate.
Come vediamo "odiernamente" se al posto di Draghi al parlamento Europeo a dire le ragioni del governo italiano, toccava andarci a Luigino di Maio o peggio ancora al suo successore Conte "Giuseppi", Giuseppi come lo chiamò Trump quando lo vide la prima volta ed aggiunse : chi "melo" ha mandato luilì?
Certo che in un Italia del recente passato quando i giornalisti si chiamavano Enzo Biagi, Andrea Barbato, Zatterin era "facirmente" non vedere il ministro degli esteri russo fare il suo comizio politico senza che il giornalista gli facesse qualche domanda (anche sulle previsioni del tempo in Ucraina, che come sappiamo i carri russi si mpantanano).

Nel recente passato pandemico si sono avuti il Grillo che ha quasi vinto le elezioni politiche con i suoi no gas, no vax etc..ed ha partorito i vari Montesano, Freccero contro i Sileri, Burioni e li la prova provata è alla portata di tutti.

Che il papa debba fare il papa è fuor di dubbio, ma già in altra occasione il PdC Renzi disse che aveva giurato sulla Costituzione e non sul Vangelo ed ora vedo ed intendo che: il PdC in carica e il PdR rieletto fanno intendere al padre santo: stai sul tuo ...e se riesci a far smettere Putin di fare l'ennesima guerra, l'intero popolo mondiale, europeo, italiano, toscano, pisano, sanfredianesi di Vecchiano e i cittadini come poininini te ne saranno grati.
amen.
----------------  RISPONDI





In risposta a: LE TECNICHE DI CAPUOZZO. del 12/4/2022 - 13:53
Capuozzo
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

4/5/2022 - 8:02

A differenza di lei ha fatto l’inviato di guerra più volte, è una voce libera , nel senso che non deve allinearsi a Letta e compagnia cantante per continuare a lavorare e le dice molto chiaramente che in guerra la propaganda viene fatta da tutte le parti, anche dai giornalisti allineati al main stream, per il resto come stanno le cose l’ha spiegato benissimo il Papa nell’ultimo intervento, anche lui grande e libera persona, che in quanto tale non è molto amata dal duo Mattarella-Draghi, quelli bravi secondo l’opinione diffusa.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Parlare male, pensare peggio! del 26/4/2022 - 10:50
La metafora forse è stata capita male...
AUTORE: Simpatizzante del Grande Enzo Biagi
email: -

26/4/2022 - 12:02

...e si riferiva a chi preferisce candidati provenienti dalla cosiddetta società civile, mai cercati da nessuno insomma
1• Come ci disse Tolaini Mauro: io che sono da anni iscritto ad un partito, sono un incivile?
Poi se ci fate caso e non a caso e per caso che a Vecchiano la sinistra unita o riunita come nel caso di IPV oltre vincere sempre le elezioni anche perché i candidati a Sindaco non li prende con la lacciaia e se vedete bene; mai al di fuori del CC precedente: da Spinesi, Lunardi, Pardini, Lunardi bis e Angori 1° e 2°.
Se un candidato sindaco non era nel CC precedente vuol dire che: o è un 18enne e non è il caso (per ora nostro) oppure un portento ed allora veniva "cercato" per cariche elettive regionali o nazionali saltando la scaletta, ma, un ma c'è sempre: la 5* che ha candidato "i famosi sconosciuti" mai cercati da nessuno neppure per un consiglio di frazione e li han mandati nel senato della Repubblica vedi le varie Lezzi e/o son diventati "dal dilaffare" onorevoli per far le "fegure" del duo Di-Ba/Di-Ma che scambiarono i gilet gialli francesi come autisti in panne in autostrada.

Poi le donne; come ci disse il Benigni Roberto alla nostra Casa del Popolo migliarinese alle 9,01 dopocena il 21/2/76.
"Le donne seondo me son'omini come noi".
..e se 'n'omo unlà cercato nissuni (per ffà quarcosellina) prima dei 30 varanta anni della su vita si torna d'accapo alla metà/fora 😤
----------------  RISPONDI





In risposta a: eppure non è difficile del 21/4/2022 - 17:37
Parlare male, pensare peggio!
AUTORE: gio'
email: -

26/4/2022 - 10:50

Fateci caso!

Evocate la donna d’altri, oppure bruttina o anche catorcio, finanche zitella… o… come ebbe già a dire un noto Tycoon nostrano e t(r)ombeur des femmes… “intrombab…..”

Oppure per contraltare, è “bona”, una gran “fia” e anche “mia”,
(come fosse una proprietà esclusiva, permanente e inalienabile).

…non è comunque un individuo indipendente e autonomo, con una dignità propria e pari a quella dell’uomo, ma appare al massimo, come una sua semplice estensione, una proiezione esterna, definita e circoscritta dalla sua psiche, in un comodo contesto arcaico e patriarcale.

PESANTE E MONOLITICO IMMUTABILE, SOTTACIUTO E REALE, PERVASIVO E CONDIVISO, BEFFARDO E INATTACCABILE.

Uno sconcio e una vergogna, un ‘ingiustizia anacronistica, una menzogna palese e un crimine ingiustificabile…
----------------  RISPONDI





In risposta a: Un aneddoto ed una costatazione del 21/4/2022 - 16:40
eppure non è difficile
AUTORE: Edo
email: -

21/4/2022 - 17:37

La donna d'altri è donna d'altri ( e qui se le donne si incazzano hanno ragione perchè sono di se stesse ) per la religione cattolica, quella cui forse faceva riferimento Biagi era una donna zitella, magari bruttina.
Non desiderare la roba di altri è inteso come furto, non come auspicio di un futuro migliore. In questo caso può valere il detto " aiutati che Dio ti aiuta "...oppure passa di banca...
----------------  RISPONDI





In risposta a: quali vorrebbe emendare ? del 21/4/2022 - 16:05
Un aneddoto ed una costatazione
AUTORE: Lettore
email: -

21/4/2022 - 16:40

Il grande Enzo Biagi ebbe a dire del: non desiderare la donna d'altri che se "una" all'età di 40/50 anni non fosse stata desiderata da alcuno, vuol dire che era un catorcio.
Parimenti avviene in politica quando delle anime candide dicono: attingiamo dalla società civile; sarebbe come dire che chi ha aderito ad un partito politico è un biscarella qualsiasi o un disonesto?
Vedi anche la scelta per la candidatura a nuovo sindaco il più delle volte avviene fra le persone più in vista del consiglio comunale.
Semplicemente perchè i migliori in campo vengono ricercati fra tutti noi per così eleggerli per portare voti alla nostra parte in "gara".


Non desiderare la roba d’altri? va bene così se guadagnata onestamente con sudore, ma desiderare quel che di bello hanno altri è stato il nostro boon economico degli anni/68 dove tutti desideravano il frigo con le rotelle, la Lambretta, poi la 500 ed ora il condizionatore di serie in tutte le auto per non partire per il fresco alle nove dopocena in agosto per le ferie in Puglia.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Poverannoi del 21/4/2022 - 14:30
quali vorrebbe emendare ?
AUTORE: sacrestano
email: -

21/4/2022 - 16:05

Non avrai altro Dio fuori di me
Non nominare il nome di Dio invano
Ricordati di santificare le feste
Onora tuo padre e tua madre
Non uccidere
Non commettere atti impuri
Non rubare
Non dire falsa testimonianza
Non desiderare la donna d’altri
Non desiderare la roba d’altri.
Neanche il Papa ci prova.
Mi sembra che la confusione regni sovrana sotto questo cielo : la Divina Commedia non può piacere a tutti, Gramsci è divisivo e i granai sono sempre più vuoti, mentre gli arsenali si stanno riempiendo.
----------------  RISPONDI





In risposta a: appunto del 21/4/2022 - 13:50
Poverannoi
AUTORE: Lettore
email: -

21/4/2022 - 14:30

Solo i 10 comandamenti così come la nostra Costituzione sono emendabili (da rivedere/aggiornare) ma non quello che ci han lasciato i Grandi Italiani: Dante Alighieri, Antonio Gramsci e se vogliamo anche Sandro Pertini-svuotiamo gli arsenali, riempiamo i granai.

La seconda parte della Costituzione se era aggiornata come chiedeva Giorgio Napolitano e messa in chiaro da Maria Elena Boschi sostenuta dal PdC Matteo Renzi la Nostra Italia era già negli anni 2050....al pari della Francia e dei nostri Sindaci che la sera stessa sanno di governare per 5 anni.

Ed i 10 comandamenti parlano di: olio, pane, agnelli e non di superare i 130 in autostrada o di deterrente nucleare.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Alle volte.... del 21/4/2022 - 11:27
Senza offesa per nissuno ...........
AUTORE: Beppe Calesse
email: [protetta]

21/4/2022 - 14:06

........... ho letto da qualche parte che: Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori ......... anco velli commestibili. .......... Beppe Calesse
----------------  RISPONDI





In risposta a: Alle volte.... del 21/4/2022 - 11:27
appunto
AUTORE: Edo
email: -

21/4/2022 - 13:50

Allora fallo, non in senso di gioco del calcio. Dai retta al povero Antonio, lo ha scritto un secolo fa, o giù di li...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Hai ragione del 21/4/2022 - 7:00
Alle volte....
AUTORE: Lettore
email: -

21/4/2022 - 11:27

....uno crede di salvarsi in calcio d'angolo...ma vedo che le cosiddette palle inattive gonfiano la rete ...come dice Sosfritto.
Saluti da BdS dove i pesci rossi chiacchierano con i gabbiani.😄😄😄

Antonio Gramsci diceva di studiare perché di ignoranti non ne ha bisogno nessuno.
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 17567 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]   [7]  ...  [703]