none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
 0
Sono disponibili 18522 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]   [7]   [8]  ...  [741] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: Nessuno... del 10/3/2024 - 12:35
non tanti ma qualcuno sì.
AUTORE: qualcuno...
email: -

10/3/2024 - 13:22

Bravo Bruno da o di ovunque tu sia, sono con te. Una risposta così è da manuale della democrazia e non del fanatismo... e poi di cosa? Della risposta contro a prescindere o della faciloneria nello scrivere?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Nessuno... del 10/3/2024 - 11:46
Nessuno...
AUTORE: Bruno della Baldinacca
email: -

10/3/2024 - 12:35

...prima che siano passati almeno 30/40 anni chiederà ai vari Tommaso, Bertelli, Dispetto od altri estremisti di destra/sinistra che scrivono su questo giornale di cambiare idea come è successo a tanti fascisti che dopo il 25 aprile divennero comunisti così come tanti comunisti italiani si svegliarono dal letargo dopo il 21esimo congresso del PCUS con la destalinizazione declamata da Nikita Krusciov.

Tacitamente ma non tanto se venisse realizzata l'Eurasia che il capo della Federazione Russa si è ripromesso per stare alla pari con India e Cina rispetto ai territori e abitanti della terra dovrà per forza dominare da Wladivostok a Lisbona per "pareggiare" con Modi e Xi Jinping che son tre miliardi di chiorbe ed invece il "povero" Putin ha la metà degli abitanti del Congo.
"lorolì" lo dissero apertamente che la divisione del mondo dopo la seconda guerra mondiale ora gli sta stretta e non a caso e per caso che Biden vuol difendere lo stato; anzi gli Stati Uniti d'America dalla stretta dei tre despoti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: 22 giugno 1940, la Francia si arrende... del 10/3/2024 - 11:09
Nessuno...
AUTORE: Tommaso
email: -

10/3/2024 - 11:46

..dice che resa equivalga all'occupazione. Anzi, permetterebbe di trattare sui territori occupati e sul resto del paese. Altrimenti le alternative sono 2 : la guerra continuerà per altri 10 (?) anni fino a distruzione completa e allora si occupazione sicura. Oppure una bella guerra simil mondiale tra Nato contro Russia. Con che effetti si vedrà...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Le parole del 9/3/2024 - 23:00
22 giugno 1940, la Francia si arrende...
AUTORE: Maria Rossi
email: -

10/3/2024 - 11:09

... ai tedeschi ed inizia la dominazione nazista dei territori occupati. Deportazioni e uccisioni di massa. Marzo 2022, Bucha viene occupata dai russi. Deportazioni e uccisioni di massa. Questo è successo e succederà ancora se l'Ucraina si arrende.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Le parole del 9/3/2024 - 23:00
Qualcuno sostiene che...
AUTORE: Lettore
email: -

9/3/2024 - 23:36

...Francesco abbia bevuto; quindi se Israele ed Ucraina debbono sparire, fate vobis.

Il "Coraggio della bandiera bianca" si dovrebbe chiedere a chi ha aggredito, non alla vittima.

http://www.lavocedelserchio.it/vediarticolo.php?id=43625&page=0&t_a=su-papa-e-ucraina-zafesova-su-la-stampa
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Le parole
AUTORE: Dispetto
email: -

9/3/2024 - 23:00

Papa Francesco ha parlato e le sue parole per qualcuno saranno indigeste : " l'Ucraina abbia il coraggio di alzare bandiera bianca e negoziare ". Si apre la gara a chi sarà il primo a dargli del filoputiniano o pacifinto...
----------------  RISPONDI





In risposta a: I genitori del 9/3/2024 - 17:04
Ma che purtroppo...
AUTORE: Massimo
email: -

9/3/2024 - 22:46

...hai ragione. I genitori dei celerini sicuramente hanno difettato in educazione...
----------------  RISPONDI





In risposta a: la piazza del 8/3/2024 - 18:11
I genitori
AUTORE: Purtroppo
email: -

9/3/2024 - 17:04

non sono stati buoni educatori, altrimenti quelle scene non le avremmo viste
----------------  RISPONDI





In risposta a: la piazza del 8/3/2024 - 18:11
Festa della donna
AUTORE: Marcella
email: -

8/3/2024 - 20:06

Oggi 8 marzo, festa della donna, alla grande manifestazione di Roma, si sono viste bandiere e cartelloni pro palestina.
Eppure oggi festa della donna, chi ha un minimo di correttezza intellettuale, dovrebbe ricordare le donne israeliane, rapite, uccise, violentate sino a spaccarle le ossa, portate in giro nelle macchine con il sangue che usciva a fiotti, perché a Gaza potessero applaudire e ballare. Se non si ricorda questo, la festa della donna allora non ha proprio alcun senso.
----------------  RISPONDI





In risposta a: I video raccontano altro del 6/3/2024 - 22:16
la piazza
AUTORE: Bertelli
email: -

8/3/2024 - 18:11

I video raccontano quello che è successo. Uso spropositato della forza contro ragazzi e professori, perchè c'erano anche quelli, appena usciti dall'stituto d'Arte lì vicino, urlanti, vocianti quanto si vuole ma disarmati e a volto scoperto. Non si capisce perchè vietargli di entrare in Piazza dei Cavalieri ( o davvvero qualcuno pensa che volessero andare alla Sinagoga ? ) quando pochi giorni prima si è permesso ai " trattori ", anche loro non erano autorizzati, di fare qualsiasi cosa .
Come al solito, vedere Genova 2001, forti con i deboli e deboli con i forti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Il discorso di Costanza del 3/3/2024 - 18:07
I video raccontano altro
AUTORE: Meglio studiare
email: -

6/3/2024 - 22:16

Sputi,spintoni,offese ai poliziotti, le manifestazioni le ho fatte anche io, mai mi sarei permesso di rivolgermi alle forze dell'ordine in quella maniera, fermo restando che la reazione con lo sfollagente è stata esagerata,questa descrizione dei bravi ragazzi non mi convince, penso che la responsabilità delle famiglie sull'educazione di alcuni sia evidente.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Il discorso di Costanza
AUTORE: Bertelli
email: -

3/3/2024 - 18:07

Buongiorno a tutti, sono Costanza Modica, ho 17 anni, il 23 Febbraio ho partecipato al corteo. Insieme ad altri studenti sono scesa in piazza.
Siamo scesi in piazza per manifestare il nostro dissenso contro quello che sta succedendo in Palestina, un genocidio, un massacro di gravità inaudita dimenticato, se non peggio, da tutta la nostra politica e ancor di più dal nostro governo.
Non ne potevamo più, non potevamo più sentirci complici e volevamo manifestare per esprimere chiaramente e con forza il nostro dissenso e lo sgomento per la situazione della popolazione palestinese.
Eravamo 100, 100 ragazzi, qualche universitario, molti liceali e alcuni studenti delle medie che manifestavano insieme a noi. Per chi non lo sapesse, un corteo di 100 persone è un corteo piccolo, quasi deludente.
Siamo partiti da Piazza Dante, dirigendoci verso Piazza dei Cavalieri, ma già in via San Frediano, una via stretta, abbiamo trovato una camionetta con la squadra antisommossa ad aspettarci, poliziotti con caschi, scudi e manganelli in riga e compatti, mentre alle spalle ci hanno raggiunto delle volanti della polizia bloccandoci davanti alla cancellata del Liceo Artistico.
Abbiamo alzato le mani in segno di pace, abbiamo fatto capire che eravamo pochi e non avevamo nessuna intenzione violenta, abbiamo chiesto come mai ci avessero bloccati, non ci rispondevano, abbiamo più volte cercato di capire ma non ci hanno mai risposto.
E poi la prima carica, la prima carica che ci ha spinti indietro di 3 metri, no, non ci hanno spinto indietro con gli scudi ma con le manganellate. Da quel momento è scoppiato il panico, io ero indietro ed ho aiutato i bimbi più piccoli ad andarsene, mentre altri più avanti erano stati colpiti duramente, alcuni seriamente feriti, altri presi e portati via.
In un crescendo incontrollato non hanno risparmiato colpi ai ragazzi che erano davanti, anche a quelli che cercavano evidentemente di arretrare con le mani alzate, hanno colpito con violenza, con apparente cattiveria, quasi con sadica soddisfazione. Hanno colpito e ferito ragazzi, per la maggior parte minorenni, disarmati e con le mani alzate.
Non hanno fatto passare l’ambulanza per una ragazza ferita alla testa, una è caduta ed è stata presa dal giacchetto mentre cercava di rialzarsi e colpita ripetutamente (come hanno mostrato molti video), il tutto senza mai nemmeno il tentativo di un dialogo, senza mai degnarci di una risposta al contrario di quel che ha dichiarato il ministro Piantedosi.
Non potevamo fare altro che scappare, ad un certo punto le volanti che ci chiudevano da dietro si sono dileguate e così ce ne siamo andati, loro ci hanno seguito per tutta via San Frediano e poi si sono fermati.
Questo avvenimento ha avuto una visibilità mediatica enorme con riscontri sia positivi, che, purtroppo, negativi. Abbiamo letto di tutto, sia messaggi di solidarietà, sia falsità, falsità che vogliamo sfatare qui ed adesso.
Si, deputato Ziello, eravamo incappucciati, pericolosi cappucci dei nostri giacchetti e delle nostre felpe, pioveva e come tutti i comuni mortali ci siamo coperti.
No, i poliziotti non ci hanno detto neanche una parola, non ci hanno ritenuto degni di un dialogo, di un confronto, non hanno cercato una mediazione, ci abbiamo provato noi, solamente noi, ma siamo stati bloccati da un muro silenzioso di uomini in divisa antisommossa, considerati bestie da scacciare e schiacciare.
E come osate paragonare un poliziotto che è caduto facendosi male alla gamba, con 13 ragazzi disarmati al pronto soccorso, come osate parlare di feriti da ambo i lati, come osate parlare di scontro alla pari?
No, non avevamo nessuna intenzione di andare in sinagoga o al cimitero ebraico, e anzi, vogliamo ricordare che noi non siamo antisemiti, siamo ragazzi che lottano contro le azioni portate avanti dal governo Israeliano e da quello Italiano.
Vorrei ricordarlo perché questa differenza, evidente e scontata, soprattutto per politici esperti e maturi come voi, sembra stranamente sfuggire alla maggioranza che si lamenta delle strumentalizzazioni altrui.
Insomma tutte queste falsità non reggono e non possono reggere, basta ragionarci sopra, con onestà.
Molti esponenti del governo, con il ministro Salvini in prima linea, si sono espressi dicendo “non toccate le forze dell’ordine, sono un patrimonio sacro”, ribadendolo più volte.
Forse non è bastato il richiamo del Presidente Mattarella, forse non erano sufficienti le sue parole, forse bisogna ribadire l’ovvio: non toccate gli studenti, non toccate il futuro dello stato italiano, il futuro del paese che dite tanto di amare.
E ringraziate, ringraziate ogni giorno i ragazzi che sono ancora qua, che non hanno paura e che lottano per un paese migliore, ragazzi che meritano, prima di ogni altra cosa, le vostre scuse.
Vi lamentate dei giovani, dite che sono dei vandali, bloccate in tutti i modi la loro voce, anche violentemente, e continuate a lamentarvi del distacco che hanno dalla politica odierna eppure, quando vengono massacrati, li attaccate, dite che è colpa loro, anche quando è del tutto evidente che state raccontando bugie.
Bugie non solo nelle interviste rilasciate dai maggiori esponenti politici, che forse non conoscono bene Pisa, che vedono da lontano, ma anche negli interventi del consiglio comunale di lunedì. Alcuni di noi hanno partecipato ed hanno assistito ad un teatrino imbarazzante riconducibile al nulla.
Non ci sono state prese di posizione da parte della maggioranza, se non una difesa della polizia, un vago richiamo alla necessità di aspettare le indagini e mille scuse per condannare i ragazzi che manifestavano, con paralleli totalmente campati per aria.
Siete rimasti così attaccati al vostro partito, alle indicazioni ricevute dall’alto, al ruolo che vi hanno imposto, o che (peggio) vi imponete, da perdere ogni onestà intellettuale; con noi davanti è una delle cose peggiori che potevate fare.
E no, non mi soddisfanno le parole del Sindaco, no, non mi soddisfa l’ordine del giorno che è stato approvato perché è vago, inconsistente e ridicolo. E la cosa peggiore è che ci avete fatto perdere del tutto la fiducia nelle istituzioni cittadine e questa è una sconfitta bruciante.
Nessuno di noi chiede di andare indietro nel tempo, o di dimenticare quello che è successo, ve lo dovete ricordare, dovete guardare i video, ascoltare le testimonianze, guardarci in faccia e prendere dei provvedimenti immediati, dovete riconoscere il problema. Non possiamo accontentarci di una superficiale vicinanza senza un provvedimento adeguato.
Chiudo dicendo che noi non ci fermeremo, avete provato a bloccarci a spaventarci, ad umiliarci, ma non ci siete riusciti, continueremo a manifestare, a lottare contro le ingiustizie e a guardarvi in faccia, noi sì, senza paura.
Pensavate che questa oppressione ci potesse in un qualche modo fermare? Abbiamo già dimostrato venerdì sera che non sarà così, riempiendo pacificamente la piazza che ci era stata chiusa con la violenza, ma ve lo confermiamo di nuovo in questa sede.
Non ci avete fermato anzi ci avete dato un motivo in più per scendere in piazza, chiedere giustizia per i manifestanti, chiedere provvedimenti adeguati contro chi si è abbandonato alla violenza.
Capisco che alle volte uscire dai vostri ideali politici di partito sia difficile, ma se vi fermaste un solo secondo ad ascoltarci davvero, a sentire la nostra voce e le nostre ragioni, capireste che non siamo vandali, siamo ragazzi che lottano per una causa comune, siamo i figli e il futuro di ogni paese democratico che si rispetti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: e no caro dispetto...! del 29/2/2024 - 7:25
chiedo venia
AUTORE: Dispetto
email: -

29/2/2024 - 17:16

Ammetto l'errore, ho solo visto il simbolo di presentazione, non volevo mistificare. Ho sbagliato. Comunque Fratoianni + Bonelli erano con Todde.
Rifondazione è di Acerbo...1 pari.
----------------  RISPONDI





In risposta a: CALENDA RENZI: ma anche no del 29/2/2024 - 10:35
Il primo a stare sereno fu...
AUTORE: Amico di Enzo Rametti
email: -

29/2/2024 - 14:46

....Buonafede Alfonso, candidato sindaco di Firenze, Renzi fu sindaco con il 67% e Banafede-Fofo'DJ il 2,2%.
Poi a stare sereno ben prima del nipote di Gianni Letta fu Giuliano Amato detto il dott. Sottile candidato PdR dal duo Berlusconi/D'Alema, ma nisba.
Con Renzi si è avuto Mattarella e Mattarella bis e non Belloni ed altri candidati da Salvini.
Poi l'altro Matteo che voleva pieni poteri e Giuseppi Conte a casa ambedue entrambi ed "il ragazzo di Rignano" non può ancora esser votato PdR, non ancora cinquanta enne.

A far buio ci vuole tutto il giorno: Buon futuro ai Tulli italiani, apolidi e stranieri.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
CALENDA RENZI: ma anche no
AUTORE: giovanni tulli
email: -

29/2/2024 - 10:35

Cosa ci dicono le votazioni in Sardegna?

Calenda e Renzi e + Europa esistono solo in alcuni giornali e in alcuno talk show.
Nella pratica sono consensi di parenti e pochi amici e qualche nostalgico del primo Renzi che aveva incuriosito anche me prima del "Enrico, stai sereno"
----------------  RISPONDI





In risposta a: Ha stato Calenda del 28/2/2024 - 23:50
e no caro dispetto...!
AUTORE: Concreto
email: -

29/2/2024 - 7:25

Più che sembrare cavilloso mi sembri "mistificante" (che travisa i fatti).

La scheda elettorale delle elezioni regionali sarde (vedere: scheda elettorale della Sardegna su google) ci sono i simboli dei partecipanti alla lista Soru.
Ma la vera sorpresa e'che tra questi simboli elettorali ci trovi, oltre ad Azione, il simbolo di "Rifondazione"(falce e martello)!!!

Hai capito! Questi neo liberal democratici de noaltri alla "cacio e pepe".
Pur di arrivare al 10% avrebbero venduto l' anima al diavolo.

Ma a pensar male si fa peccato...

Il nostro Fratoianni con Rifondazione tra i neo liberal democratici, il rospo della possibile alleanza con Soru l' avrebbe pure apprezzata se fossero arrivati al 10%.
Mah!!!
----------------  RISPONDI





In risposta a: Ma e' stato Carletto... del 28/2/2024 - 17:42
Ha stato Calenda
AUTORE: Dispetto
email: -

28/2/2024 - 23:50

Non vorrei essere cavilloso, però il simbolo di Soru è molto semplice. C'è scritto solo " Progetto Sardegna Soru presidente ". Nessun riferimento a partiti o movimenti.
Per il resto Iv si è estromessa da se, probabilmente anche a ragione. Non vuole fare aggregazioni con i 5STELLE ma non può impedire al PD e altre forze di farlo.
Quindi o Iv vola alle due cifre nelle elezioni o rimane ai margini.
Capita. Un anno fa il fantomatico terzo polo parlava di essere il primo partito alle europee, già finito. L'operazione Moratti in Lombardia ? Una disfatta con perdite. Operazione Soru ? Peggio che mai, nemmeno entrato nel consiglio regionale. Possibile che i simpatizzanti di Iv, a oggi, non si facciano domande ?
Qualcuno dica a osservatore 1 che Carletto se ne andò dal PD dopo essere stato eletto a Strasburgo, difficile che portasse via i voti a Iv, neanche era nata...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Ma e' stato Carletto... del 28/2/2024 - 17:42
Povero Carletto
AUTORE: Osservatore 1
email: -

28/2/2024 - 19:04

Ma come si fa a prendere in considerazione uno come luilì?
Beneficiati rancorosi, così li chiamava Andreotti Giulio.
Fa una scissione dal PD trovandosi prima d'accordo con il segretario PD Nicola Zingaretti che poi gli dette il benestare purchè portasse via i voti a Italia Viva.
Tommaso Cierno è rientrato nel PD, Bonetti e Rosato ora sono con Calenda e loro due se ne andarono da IV perchè Raffaella Paita fu preferita a loro nell'organizzazione di IV.
Altri sono andati via da Azione e dal PD per approdare a IV, quindi tarabaralla.

Mille volte ho detto che la parola opposizione è fuoviante, meglio dire minoranze e peggio angora nemico invece che avversario.
Basti vedere gli avversari storici della sinistra.
Esponenti DC e Margherita, poi son diventati segretari nazionali del PD; Letta, Franceschini, Renzi e il democristiano Romano Prodi due volte a capo di un Governo delle sinistre.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Altro.... del 28/2/2024 - 7:35
Ma e' stato Carletto...
AUTORE: Concreto
email: -

28/2/2024 - 17:42

...a non volere nella lista Soru il simbolo di Italia Viva.
L'obiettivo era superare il 10% per accreditare il nuovo campo largo del test sardo a livello nazionale?
Alla Giorgia nazionale , che non e' una sprovveduta, un bipolarismo di questo livello c'avrebbe messo la firma.
Sarebbe ragionevole pensare che l'obiettivo dei M5S, Carletto e degli amici di Helly...poter estromettere finalmente I.V. dalle alleanze politiche nazionali, regionali, locali partendo dal test sardo?
In ogni caso lo scopriremo solo vivendo. Al Fatto Q. ci provano sempre.
----------------  RISPONDI





In risposta a: L'Umbertino come lo chiami te... del 27/2/2024 - 23:23
Informati
AUTORE: Massimo
email: -

28/2/2024 - 7:41

Il 17 gennaio scorso Renzi, con una nota ANSA, ha scelto di appoggiare la lista Soru. Meno male, disse Todde.
----------------  RISPONDI





In risposta a: L'Umbertino come lo chiami te... del 27/2/2024 - 23:23
Altro....
AUTORE: Dispetto
email: -

28/2/2024 - 7:35

...nome altro giro. Iv non era presente con il simbolo ma suoi rappresentanti, almeno tre, erano in lista con Soru. Chiedere a Claudia
Medda e all' assessora Anita Pilli, già con l'ex presidente Solinas, passata in Iv da pochi mesi ma rimasta tranquillamente in giunta. Carletto perlomeno ci mette la faccia. Prende delle belle musate, ma ce la mette. Altri vagano sottotraccia...so' ragazzi...
----------------  RISPONDI





In risposta a: A parte... del 27/2/2024 - 23:05
L'Umbertino come lo chiami te...
AUTORE: Lettore
email: -

27/2/2024 - 23:23

...è renziano; quindi se IV nella lista degli elegendi non c'era, sarà andato a pescare?
Ma credo che i renziani abbiano votato per Todde e NON per i Calendaiani & ed i + europeiani di Pizzarotti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: T'aggroviglioli.... del 27/2/2024 - 22:05
A parte...
AUTORE: Dispetto
email: -

27/2/2024 - 23:05

...che la metà dei partecipanti, a casa, è già da un po' che ci rimane.
Mi rimane il dubbio su cosa " un c' incoglio " ? I raffronti dei risultati elettorali sono a disposizione di chiunque, basta cercarli. Capisco che servono anche le capacità per farlo, e da come scrivi ti resterà difficile, però un aiutino qualcuno te lo darà.
Se invece ti riferisci al " duo di piadena "( con rispetto parlando al vero duo ) Mario e l'avvocato, loro si che " un c'incogliano ". Sono talmente annebbiati che vedono poco oltre quello che gli fanno vedere.
Aspetto con ansia una prossima disamina sul voto in Sardegna del mio idolo, Umbertino il Mosso nonché professore emerito. Spero abbia affilato bene le unghie, gli specchi sono lisci...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Forse... del 27/2/2024 - 21:14
T'aggroviglioli....
AUTORE: Ora-Colo
email: -

27/2/2024 - 22:05

...come un biacco n'una damigiana vota e non c'incogli!
Con il senno di poi èn piene le fosse.
Ergo: 'ns'è mè visto un gioatore di varche cosa pronunciarsi per la sua futura perdita.
...e metà partecipanti son rimasti a casa🥵
----------------  RISPONDI





In risposta a: Il voto sardo e i partiti del 27/2/2024 - 19:45
Forse...
AUTORE: Dispetto
email: -

27/2/2024 - 21:14

...se eviti di mischiare pere e mele fai meglio. Se metti a confronto le elezioni regionali del 2019 i risultati sono più o meno in linea con gli attuali. Salvo che per la Lega. Detto questo, la domanda sorge spontanea: se queste di dx e sx sono le forze della conservazione, quelle del rinnovamento chi sono ?
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 18522 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]   [7]   [8]  ...  [741]